Notizia

Bannon sollecita McConnell, i senatori del GOP ‘Be Turfed Out’ per il viaggio in Ucraina

Ads

Il podcaster di destra Steve Bannon ha attaccato il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell e gli altri senatori del GOP che hanno visitato l’Ucraina sabato per incontrare il presidente del paese Volodymyr Zelensky, dicendo che “devono essere spazzati via”.

La visita a sorpresa di McConnell a Kiev è arrivata mentre il presidente russo Vladimir Putin continua il suo assalto condannato a livello internazionale e non provocato alla nazione dell’Europa orientale. Dopo l’inizio dell’invasione russa su vasta scala il 24 febbraio, il Congresso e la Casa Bianca si sono ampiamente uniti in modo bipartisan per sostenere l’Ucraina mentre si difende dall’aggressione di Mosca.

“Guarda questi buffoni sorridenti: la nostra nazione viene distrutta e vanno a baciare il culo a un promotore che si rifiuta di riprendersi un centesimo dagli oligarchi ucraini”, ha scritto Bannon, che è stato amministratore delegato della campagna del 2016 dell’ex presidente Donald Trump e poi come stratega della Casa Bianca per parte del 2017, in un post del sabato su Gettr.

“Tutti e 4 questi ‘senatori’ devono essere eliminati: qualsiasi senatore in corsa che sostiene McConnell deve andarsene”, ha aggiunto. “40 miliardi di dollari dei tuoi soldi.”

Steve Bannon
Steve Bannon ha attaccato il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell e gli altri senatori repubblicani che si sono recati in Ucraina per una visita a sorpresa sabato. Sopra, Bannon parla il 16 marzo a Washington, DC
Vinci McNamee/Getty Images

La menzione di Bannon di 40 miliardi di dollari era un riferimento a un pacchetto di aiuti militari che era già stato approvato dalla Camera dei Rappresentanti. L’aiuto dovrebbe passare al Senato la prossima settimana, dopo che il senatore del GOP Rand Paul del Kentucky lo ha trattenuto questa settimana. (Un video del defunto senatore John McCain che afferma che Paul stava lavorando per Putin ha raccolto una rinnovata attenzione dopo la mossa di Paul.)

i senatori del GOP John Barrasso del Wyoming, un membro del gruppo dirigente di McConnell e del Comitato per le relazioni estere; John Cornyn del Texas, membro dell’Intelligence Committee; e Susan Collins del Maine, che siede nei comitati di intelligence e stanziamenti, si è unita al massimo repubblicano del Senato durante il viaggio. Zelensky ha accolto i legislatori, dicendo che la loro visita ha mostrato “un forte segnale di sostegno bipartisan all’Ucraina da parte del Congresso degli Stati Uniti e del popolo americano”.

La presidente della Camera Nancy Pelosi, una democratica della California, ha fatto una visita simile senza preavviso per incontrare Zelensky in Ucraina insieme a colleghi legislatori democratici il 1 maggio. Anche la first lady Jill Biden ha visitato l’Ucraina e ha incontrato la moglie di Zelensky la scorsa domenica per la festa della mamma. Il presidente Joe Biden alla fine di marzo si è recato in Polonia e ha visitato il confine con l’Ucraina, incontrando i rifugiati ucraini in fuga dalla guerra.

“Aiutare l’Ucraina non è un esempio di mera filantropia: ha un impatto diretto sulla sicurezza nazionale americana e sugli interessi vitali che la nuda aggressione della Russia non ha successo e comporta costi significativi”, ha affermato McConnell, un repubblicano del Kentucky, all’inizio di questa settimana. “Se l’Ucraina non riuscirà a respingere l’aggressione russa, non c’è dubbio che la minaccia alla sicurezza americana ed europea aumenterà”.

Il senatore ha anche espresso il suo pieno sostegno all’assistenza militare alla nazione dell’Europa orientale.

“Appoggio fermamente il prossimo pacchetto di assistenza militare letale, che la Camera ha approvato con una schiacciante maggioranza bipartisan”, ha detto giovedì McConnell dall’aula del Senato. “Spero che il Senato possa raggiungere un accordo per considerare e approvare questa legislazione oggi. Gli ucraini ne hanno bisogno. Dobbiamo farlo oggi”.

La rappresentante Marjorie Taylor Greene, repubblicana della Georgia e convinta sostenitrice di Trump, ha preso di mira il viaggio di McConnell a Kiev in una serie di post su Twitter sabato mattina. La deputata del GOP ha interrogato Pelosi e McConnell in visita nel paese “senza giubbotti/caschi antiproiettile o paura di pericoli di guerra, mentre danno avidamente miliardi per finanziare la loro guerra per procura con la Russia”.

“Se le condizioni in Ucraina fossero così gravi da giustificare l’invio da parte degli Stati Uniti di 54 miliardi di dollari, i nostri leader di più alto rango non sarebbero in grado di andarci”, ha scritto il legislatore repubblicano.

Il rappresentante Adam Kinzinger, un repubblicano dell’Illinois che è anche tenente colonnello dell’Air National Guard, ha criticato la valutazione di Greene.

“Nota che MTG non ha mai servito, non capisce gli ambienti di minaccia, non ha idea di cosa stia parlando e sostiene la guerra della Russia contro l’Ucraina. È un falco di pollo”, ha scritto Kinzinger, che ha prestato servizio nella guerra in Iraq. “Oh, e lei è un’artista. Letteralmente non si preoccupa della politica.”

“Non ho mai indossato un giubbotto in Iraq a meno che non volassi. Anche in questo caso, è un manichino”, ha aggiunto il membro del Congresso del GOP.

Leggi di più
  • Le truppe russe adottano misure disperate per sfuggire alla guerra di Putin: Ucraina
  • Greene usa la mancanza di giubbotto antiproiettile di McConnell per mettere in discussione gli aiuti all’Ucraina
  • Zelensky condivide il video dell’incontro con McConnell a Kiev mentre Paul si ferma agli aiuti

Nonostante l’opposizione di alcuni repubblicani come Bannon, Paul e Greene, la maggioranza degli elettori del GOP continua a sostenere l’assistenza agli ucraini nella loro lotta contro la Russia. Un sondaggio pubblicato il 10 maggio dal Pew Research Center ha mostrato che più di due terzi (68%) dei repubblicani sostiene fortemente o in qualche modo l’invio di equipaggiamenti e armi militari in Ucraina. Più di un terzo (34%) ha persino affermato che gli Stati Uniti non stanno fornendo abbastanza sostegno all’Ucraina, rispetto a solo il 17% che ha affermato che il livello era “troppo”.

Settimana delle notizie ha contattato il portavoce di McConnell per un commento.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button