Le Guide presenti sul Blog godono di una grafica innovativa rispetto altri portali che ne consente una fluida lettura.

SKY e Mediaset Premium gratis!

Sul web è presente un nuovo metodo per fruire dei principali canali criptati di SKY e Mediaset Premium Gratis. Nulla al momento si sa sulla legalità di questo metodo ma certo è che usufruire di servizi di terzi gratuitamente che altrimenti andrebbero pagati o pagati a società non associate ai fornitori di tali servizi non è tanto regolare…

Sebbene oggi c’è chi preferisce la buona e vecchia TV digitale terrestre, fruibile gratuitamente tramite il proprio televisore, molti altri non si accontentano e preferiscono avere a disposizione un vero e proprio arsenale di servizi televisivi anche a pagamento mediante canoni e abbonamenti come i conosciutissimi SKY e Mediaset Premium.

SKY e Mediaset Premium GRATIS

SKY e Mediaset Premium gratis

Ma… non sempre c’è chi vuole pagare per usufruire di questo “arsenale”, così i pirati hanno istituito un vero e proprio servizio di ridistribuzione di questi servizi modificando opportunamente le apparecchiature fornite dai gestori e facendo pagare anche un canone veramente molto economico in confronto a ciò che ci si ritrova ad avere; unica pecca, è tutto illegale!

Ma grazie ad una App, purtroppo non più scaricabile da Google Play, abbiamo a nostra disposizione la lista dei canali accessibili e quindi sarà sufficiente usare il link nella scheda delle istruzioni per scaricare MXTV Player per visualizzare i video.
L’App si chiama Canali TV italiana SKY e non richiede particolari dispositivi per essere installata. Basta infatti un qualsiasi display e minSdkVersion 11.
In oltre si può usare il pratico plug-in MXTV Cast per trasferire il contenuto visualizzato sul proprio computer e guardarlo comodamente dal proprio divano.

Questa App aveva un costo veramente irrisorio sul Play Store. Fortunatamente oggi può essere ancora prelevata gratuitamente dallo store non ufficiale Aptoide.

Non sappiamo per quanto ancora l’App funzionerà sui nostri dispositivi.
In tal caso notificheremo e cercheremo un altro sistema pratico allo stesso modo!

PC gaming o console : Quale dovrei scegliere?

PC gaming o console? Questa domanda affligge sicuramente la maggior parte dei gamer che vorrebbero scegliere qualcosa di duraturo e conveniente in termini di prezzo, però non riescono a decidere da quale parte stare. Oggi vi illustrerò le differenze, sia le più evidenti che le minime, dei due colossi del Gaming.




Il prezzo 

Sappiamo tutti quale sia il primo passo da affrontare per permettersi un PC da gaming  o  console: il prezzo. Vediamo più nel dettaglio quale delle due è più conveniente.

Se volessimo ovviamente confrontare una consolXbox Oe con un PC di prestazioni medio/alte, dovremmo prendere in considerazione quelle  di ultimissima generazione (Xbox One e Playstation 4). Sia la console Microsoft che quella Sony si aggirano intorno a un prezzo che varia dai 320 ai 400 euro. Prezzo non troppo moderato che fa risentire le tasche degli utenti. Oltre all’acquisto della singola console, dovreste sicuramente acquistare giochi e abbonamenti online per poter sfruttare tutto quello che offre, il che vuol dire 60/70 euro a gioco + 50 euro di abbonamento annuale.

Per un Computer invece i problemi sono altri.

Meglio un PC gaming portatilPC da gaminge o fisso? 

In questo confronto prenderò il PC fisso in considerazione poiché un portatile ha solitamente componenti pre-assemblati, quindi non inciderebbe molto sulla scelta dell’utente. Un computer di prestazioni medio/alte, che possa reggere il confronto con una console, può valere intorno ai 500 euro. Aggiungendo il costo dei giochi che, su siti come G2A, Kinguin o Steam, vengano a costare la metà del normale prezzo ( 30/35 euro) e non c’è nessun costo per abbonamenti online, possiamo subito notare che con il tempo un PC venga a costare sicuramente meno rispetto ad una console.

Comodità o flessibilità?

Come è bello tornare a casa dal lavoro, sdraiarsi sul divano, e giocare alla console rilassati! La console offre sicuramente il massimo del confort che si trasforma in un esperienza soft per un gamer. Questa caratteristica è un punto forte su cui gioca l’acquisto di una console. D’altronde con il tempo la console diventa obsoleta, bisogna cambiarla ogni volta che ne esce una nuova per stare al passo. Un PC gaming non offre la stessa comodità di una console (parlando sempre di un PC fisso) però risulta molto flessibile: ogni qualvolta il possessore voglia aggiornare una parte del computer, basta comprare il singolo componente e sostituirlo, facile no?

Microsoft-Wireless-Desktop-2000-mouse-e-tastiera-senza-filiDualShock-4-640x353








Un altro aspetto che debba risaltare all’occhio del gamer è il controllo totale del gioco. Mouse e tastiera fanno la propria parte in un PC, poter impostare qualsiasi comando o combinazione di tasti (sia sulla tasteria che sul mouse), non è sicuramente una cosa da poco. Niente però può sostituire il buon vecchio joypad che può far diventare molto piacevole la propria esperienza del gaming.

PC gaming o console?

Quindi usando queste caratteristiche dovreste farvi un’ idea generale  se scegliere un pc gaming o console. Spendere qualcosa in più ma avere dalla propria parte confort completo oppure risparmiare anche di poco ma avere il massimo in termini di prestazioni e grafica? Sta a voi scegliere e ricordatevi: tra PC e console ci sarà una rivalità eterna. :P

Linux Mint 17.1 – Recensione & Download

Descrizione: Linux Mint è una distribuzione GNU/Linux per personal computer, conosciuta per la sua facilità d’uso e per la semplicità di installazione. Si basa su Ubuntu (a sua volta basata su Debian) e usa sia repository propri sia quelli di Ubuntu. Attualmente Linux Mint viene distribuito ufficialmente in 4 versioni desktop: Cinnamon, Mate, Kde e Xfce.

Ultima versione: Linux Mint 17.1, codename “Rebecca”

Basata su: Debian, Ubuntu (LTS)

Origine: Ireland

Architecture: i386, x86_64

Desktop: Cinnamon, GNOME, Kde, Mate, Xfce

Pacchetti: La distribuzione utilizza pacchetti software in formato .deb e adotta come gestore degli stessi il programma da riga di comando APT (Advanced Packaging Tool). In ambiente grafico il programma deputato alla gestione dei pacchetti è Synaptic.

Curiosità: Linux Mint, fin dalla sua prima release, usa nomi femminili per il nome in codice delle sue versioni.

[vc_btn title=”Sito Ufficiale” color=”primary” size=”lg” link=”url:https%3A%2F%2Flinuxmint.com%2F|title:Linux%20Mint|target:%20_blank”]

[vc_btn title=”Download” color=”primary” size=”lg” link=”url:https%3A%2F%2Fwww.linuxmint.com%2Frelease.php%3Fid%3D23|title:Download%20Linux%20Mint%2017.1|target:%20_blank”]

Cinnamon Edition:

Linux Mint 17.1- Cinnamon Edition

Mate Edition:

Linux Mint 17.1 - Mate Edition:

Kde Edition:

Linux Mint 17.1 - Kde Edition

Xfce Edition:

Linux Mint 17.1 - Xfce Edition

Requisiti minimi Hardware:
– processore x86 (Linux Mint 64-bit richiede un processore a 64-bit. Linux Mint 32-bit funziona sia a 32-bit e processori a 64-bit).
– 512 MB di RAM (1 GB consigliato).
– 5 GB di spazio su disco (20 GB consigliato).
– Scheda grafica con risoluzione minima 800 × 600 (1024 × 768 consigliato).
– CD / DVD o USB

Considerazioni su Linux Mint:

A questo punto del mio articolo, arriva il momento in cui dovrei dare un giudizio a Linux Mint, elencare i pro e i contro, ma ammetto di trovarmi in grosse difficoltà di fronte a una distribuzione a dir poco perfetta.

Ma non sono solo io a dirlo, sono i numeri che lo evidenziano più di ogni altra cosa: su DistroWatch è da tanto tempo ormai al vertice della classifica delle Distribuzioni con più visite giornaliere con circa 3200 visite giornaliere alla sua pagina dedicata su DistroWatch, distaccando per quasi 1500 visite giornaliere la seconda in classifica, Ubuntu, che altro non è la Distribuzione Gnu/Linux su cui si basa principalmente Linux Mint.

Ad oggi è anche la Distribuzione più diffusa al mondo, e credo che Linux Mint sia riuscito ad arrivare a questo punto, grazie a una Distribuzione Gnu/Linux completa e ricca di funzionalità che difficilmente troveremo già installate su un altra Distribuzione Linux o su un Sistema Operativo Microsoft Windows.

La sua crescita, a dir poco eccezionale, in poco tempo è stata possibile grazie alla sua semplicità, dovuta soprattutto all’uso di un Desktop Environment (Ambiente Desktop) come Cinnamon molto fluido, completo e facilmente intuibile nel suo utilizzo anche da un utente alle prese per la prima volta con una Distribuzione Gnu/Linux.

Il suo successo è dovuto anche alla sua facilità di installazione e all’inclusione dei codec multimediali per vedere i video al computer (spesso assenti dalle Distribuzioni per paura di cause legali). Ricordo in oltre che Linux Mint oltre a essere disponibile con preinstallato Cinnamon, è disponibile anche con ambienti desktop come Mate (per i nostalgici di Gnome 2), Kde e Xfce.

Infine consiglio l’installazione e l’utilizzo di questa magnifica distribuzione a tutti, sia che il vostro computer lo usiate per lavoro, che per studiare o semplicemente per navigare sul Web e per giocarci.

Recensione Icy Dock MB881U3-1SA

Una Docking Station per tutti!

Quando abbiamo necessità di collegare un nostro Disk Drive in maniera sicura e con prestazioni massime, non c’è che affidarsi ad Icy Dock MB881U3-1SA.       Questa Docking Station, infatti, ha la possibilità di collegare vari tipi di dischi esterni, tra i quali i più utilizzati, ovvero 3.5″ SATA/IDE 2.5″ SATA/IDE.

Icy Dock MB881U3-1SA :

Acquistare una Docking Station per unità con dati sensibili non è sempre la scelta giusta, ma Icy Dock MB881U3-1SA  garantisce un supporto molto solido (all’apparenza Icy Dock MB881U3-1SAfragile, ma non è così), una rapidità di trasmissione dati elevatissima grazie al suo collegamento USB 3.0 molto prestante, un alimentatore davvero stabile e cavetteria molto resistente.

Non per questo il suo costo è molto lontano da quello di adattatori semplici che si possono trovare ovunque.
Il mio consiglio è di utilizzare un prodotto come questo poiché è molto facile danneggiare supporti esterni soggetti a movimenti, corrente non tanto regolata bene e continue interruzioni da parte dell’utente. E’ presente anche un supporto in plastica dura che si può agganciare tramite un asse metallico al corpo dell’oggetto in modo tale da tenerlo verticale per ogni tipo di nostra esigenza. C’è la possibilità anche di collegare più unità insieme e tramite un pratico tasto centrale, avviare o interrompere il funzionamento.

Video Recensione Icy Dock MB881U3-1SA :

In questa recensione, facciamo vedere come si presenta la nostra Docking Station estratta dallo scatolo e vediamo come si inserisce un HDD SATA 2.5″  in maniera corretta.

Il Driver di funzionamento viene installato automaticamente e garantisce un completo approccio , senza alcun software esterno.

A lunga durata, possiamo oggi ancora dire che questo prodotto non ha mai dato nessun problema ed infatti personalmente l’ho anche utilizzato per costruire una smerigliatrice !!!!
Potete visionare il video (fatto malissimo ahahah) cliccando su questo Link!

Recensione Samsung SSD 840 EVO 250 GB

Gli imbattutti SSD!

Tebigeek vi propone il fantastico Samsung SSD 840 EVO 250 GB ! Rapporto qualità-prezzo impeccabile!

Parto subito scrivendo alcuni dettagli di questo SSD che serviranno, dopo aver visionato il video, a capire bene poiché mi son trovato molto bene:

Samsung SSD 840 EVO DETTAGLI SAMSUNG SSD 840 EVO:

  • Capacità: 250 GB
  • Collegamento: SATA 6 Gb/s (540 MB/s in lettura e 520 MB/s in scrittura)
  • Peso: 54 g
  • Consumo energetico massimo: 3,13W
    Per maggiori informazioni esterne al video è consigliato seguire la pagina ufficiale Samsung

Chiaramente è consigliata una lettura attenta dei vantaggi di questo prodotto rispetto ad altri, ma nel video che vi propongo vi mostrerò le parti “pratiche” della situazione.

C’è da dire che nel video è presente anche una sorta di tutorial che illustra “involontariamente” come smontare e rimontare (con cacciaviti che fanno schifo e che non riescono ad avvitare neanche una vite in perfette condizioni) questo componente su un Lenovo Z50-70.

Un mio parere dopo aver messo a confronto altri SSD?

Ancora oggi mi trovo benissimo con l’840 EVO che, montato su un notebook discreto, mi ha dato unicamente immense soddisfazioni senza neanche un problema o perdite di tempo. Ho provato diversi modelli , anche di altre marche, ma sinceramente la differenza sostanziale la si nota solo spendendo realmente molto di più. Tecnicamente il problema del mio Lenovo era la scarsa durata della batteria, che oggi è abbastanza aumentata grazie a questo bellissimo e silenzioso prodotto Samsung.

Presto adotterò la soluzione del “Secondo HDD” al posto dell’unità ottica.
In caso farò una recensione come questa con un buon tutorial su come

Caso mai aveste problemi durante il setup di questa memoria, vi invito caldamente a scriverci sul Forum.

È il mio primo montaggio per Tebigeek quindi siate clementi ahahhaha!!!

DA OGGI IN POI SARÀ IL COMPUTER AD ASPETTARE TE: NON IL CONTRARIO.

SAMSUNG.COM

Connettivi Logici Principali

Connettivi Logici in Informatica

I connettivi logici, sono operatori matematici, appartenenti all’algebra di Boole, molto utilizzati in informatica. L’algebra di questi connettivi, si basa sull’utilizzo di due valori differenti: lo zero (0) e l’uno (1), rispettivamente indicanti in elettronica, presenza oppure assenza di tensione elettrica.

I Principali Connettivi Logici dell’Algebra di Boole sono 8:

  • AND
  • OR
  • NOT
  • BUFFER
  • NAND
  • NOR
  • XOR
  • XNOR

I suddetti connettivi logici, ricevono in ingresso uno oppure due valori e restituiscono uno e un solo valore, che è il risultato dell’operazione.
Per vedere i risultati di una operazione di un connettore logico booleano, è necessario compilare una tabella, detta tabella di verità, ove inseriti i casi base di due valori arbitrari, si calcola il risultato dell’operazione.
Il numero di casi base è dato dalla formula 2^n, ove n è il numero di simboli utilizzati nel sistema di numerazione (binario in questo caso, formato da zero ed uno, pertanto 2^2=4 casi base da elencare).
Di seguito sono elencati i casi base (con P e Q sono indicati due valori binari autonomi):

Connettivi Logici

Adesso passiamo alle singole tavole di verità dei connettori, nelle immagini è presente anche la rappresentazione schematica del connettivo di riferimento:

AND

Il connettivo logico AND dà come valore 1 se tutti gli operandi hanno valore 1, mentre restituisce 0 in tutti gli altri casi. Tale operazione è anche detta prodotto logico. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore AND:

Connettivi Logici

OR

Il connettivo logico OR restituisce 1 se almeno uno degli elementi è 1, mentre restituisce 0 in tutti gli altri casi. Tale operazione è anche detta somma logica. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore OR:

Connettivi Logici

NOT

Il connettivo logico NOT restituisce il valore inverso a quello in entrata. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore NOT:

Connettivi Logici

BUFFER

Il connettivo logico BUFFER è la negazione del risultato dell’operazione NOT; restituisce il valore uguale a quello in entrata. Il BUFFER non è un vero e proprio operatore, poiché in realtà non manipola l’informazione che riceve, bensì la lascia passare invariata, il BUFFER dunque è semplificabile con un collegamento privo di operatori. Di seguito la tabella rappresenta il BUFFER:

Connettivi Logici

NAND

Il connettivo logico NAND, la negazione del risultato dell’operazione AND, restituisce 0 se e solo se tutti gli elementi sono 1, mentre restituisce 1 in tutti gli altri casi. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore NAND:

Connettivi Logici

NOR

Il connettivo logico NOR, la negazione del risultato dell’operazione OR, restituisce 1 se e solo se tutti gli elementi sono 0, mentre restituisce 0 in tutti gli altri casi. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore NOR:

Connettivi Logici

XOR

Il connettivo logico XOR, detto anche EX-OR, OR esclusivo o somma modulo 2, restituisce 1 se e solo se il numero degli operandi uguali a 1 è dispari, mentre restituisce 0 in tutti gli altri casi. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore XOR:

Connettivi Logici

XNOR

Il connettivo logico XNOR, detto anche EX-NOR o EQU, è la negazione del risultato dell’operazione XOR, restituisce 1 se tutti gli elementi sono uguali a 1 oppure se tutti gli elementi sono uguali a 0. Di seguito la tabella rappresenta l’operatore XNOR:

Connettivi Logici

Di seguito la tabella riassuntiva di tutti i casi base e di tutti i connettivi logici dell’Algebra di Boole:

Connettivi Logici