Ultime News del mondo della Tecnologia direttamente sul Blog di Tebigeek

app inedite android novembre 2018

App Inedite Android Novembre 2018 | Lista

Stiamo per presentarvi le tre migliori App Inedite Android Novembre 2018.

Ma cosa sono le App Inedite nel Play Store del vostro smartphone Android?

Consistono in App in fase di sviluppo, non rilasciate ufficialmente, da poter provare ed essere tra le prime persone a fornire feedback aiutando così gli sviluppatori a migliorare le loro creazioni e renderle uniche per l’esperienza utente.

Ne escono tante ogni giorno. Noi di Tebigeek abbiamo selezionato quelle più di tendenza e vi forniamo un piccolo feedback presentandovele in questa lista.

Il tuo smartphone non se la sente con queste applicazioni? Vuoi cambiarlo?
Abbiamo stilato la lista dei top smartphone di questo mese!

App Inedite Android Novembre

Utilizzeremo di seguito materiale ufficiale e recensioni video prese da reali tester delle App, per dare loro anche spazio ed ovvio merito, questo al fine di presentare un feedback diretto piuttosto che basarsi su un nostro utilizzo grossolano. Seguirà una discussione più ampia singolare per ogni App qualora si presentasse la necessità.

Lens Distortions®

La prima di cui vogliamo parlare è Lens Distortions®.

Ma prima di farlo, guardate il suo video di presentazione.

Piaciuto il video? È una potente App di post editing fotografico con molti effetti professionali difficilmente ottenibili da una semplice app per smartphone. Se andate a spulciare sul loro canale YouTube vedrete che sono esperti in video editing (difatti qualcuno riconoscerà l’ideologia della Suite Adobe). La dimensione si aggira sui 68.52MB ed è stata già scaricata da oltre 500 mila utenti. Il team di sviluppo ha sede in Nebraska, quindi non è ancora giunta la traduzione in italiano.

È possibile scaricarla sul Play Store a questo link.

Ouvos

App nuovissima, dal peso di circa 30MB e scaricata, per ora, solo circa 10 mila volte, viene recensita sul canale di mo. gya spiegando che si tratta di una community di ciclisti in tutto il mondo atta a condividere in tempo reale le condizioni stradali, oltre ad avere qualche comodità di un classico fitness tracker. Che sia utile o meno lo lasciamo decretare ai ciclisti che ci stanno leggendo. È possibile scaricarla a questo link.

Overdrop – Meteo Animato & Widget

Probabilmente lo sviluppatore è italiano, con oltre 100 mila download, dal banale peso di 12.82MB è una di quelle app che dovresti provare. È stata classificata come l’App meteo più bella di sempre. L’unica pecca potrebbe essere attualmente una piccola ambiguità sulla versione pro chiamata Pro Chiave. Design modernissimo, widget molto belli da tenere nella propria schermata. È possibile scaricare la versione gratuita a questo link.

Ci sono altre App Inedite?

Non sono esaurite qui, ne abbiamo presentate solo tre semplicemente per nostra scelta come migliori App Inedite Novembre 2018. Le app inedite più diffuse sono giochi, fotocamere e post editing, stickers…

Conoscete qualche App interessante non ancora ufficializzata? Fatecelo sapere e ci dedicheremo una buona recensione singolare o ne parleremo in diretta sui nostri Social!

 

buono sconto amazon da 30 euro

Buono sconto Amazon 30 euro GRATIS Altroconsumo

Altroconsumo, associazione italiana leader sulle informazioni per i consumatori, si fa risentire con un’altra promozione alle porte. Dopo tablet e smartphone a 2 euro, (per saperne di più, cliccate qui) questa volta propone un regalo differente dal solito: un buono sconto Amazon da 30 euro. Non è cosi difficile ottenerlo in fin dei conti, basta diventare nuovi soci di Altroconsumo.

Tebigeek vi mostrerà come diventare soci e i regali che vi aspettano con totale iscrizione.



Diventare soci di Altroconsumo

La prima cosa da fare è collegarsi direttamente sul sito di Altroconsumo. Per chi non conoscesse Altroconsumo, tale sito offre ai propri utenti:

  • Aggiornamento su notizie in ambito informatico
  • Possibilità di reclami di qualsiasi genere
  • Informazioni per risparmiare al meglio e molto altro

Buono sconto amazon 30 euro

Per iniziare la procedura di iscrizione quindi, basterà cliccare in alto “Diventa socio” presente vicino all’icona utente. Ora è il vostro momento di inserire i dati,anagrafici e indirizzo di domicilio, negli appositi campi.

 

Dovrete inserire una carta di credito valida affinché possano scalare i 2 euro iniziali di iscrizione.buono sconto amazon

Infine vi basterà confermare l’iscrizione tramite la mail di benvenuto.

Fatto ciò, complimenti! Siete diventati soci di Altroconsumo.

Cosa mi aspetta essendo socio Altroconsumo?

Essendo soci, avrete accesso a:

  • Riviste spedite direttamente all’indirizzo che avete inserito nell’iscrizione
  • Avvocati a disposizione per qualsiasi problema
  • Accesso illimitato a tutti i servizi sul sito
  • Uno sconto del 50% sull’iscrizione successiva (8,13 €/mese per il primo anno)

E’ possibile comunque annullare l’iscrizione automatica dopo i primi 2 mesi, qualora non vi trovaste bene con Altroconsumo.

buono sconto amazon

Parliamo del buono sconto Amazon

Il buono sconto Amazon di 30 euro verrà rilasciato subito dopo che verranno sottratti i 2 euro di iscrizione. Quindi non preoccupatevi se non arriva immediatamente! Una volta ricevuto potrete riscattarlo direttamente sul sito ufficiale Amazon, nella sezione apposita nel vostro account.

Con l’arrivo del Black Friday (23 Novembre 2018), un buono sconto simile è meglio non lasciarselo perdere!!!

Tebigeek vi augura buone spese!

 

goo.gl

Addio Short URL goo.gl, Google ha parlato

L’avviso comparso il 30 Marzo 2018 parla chiaro, il gigante Google ha preso una decisione dichiarata dall’Ingegnere informatico di Firebase Michael Hermanto.

avviso goo.gl

Nota piattaforma di abbreviazione degli URL, nata nel 2009, spesso utilizzata come metodo molto efficace per truffe e furto dati (guarda link), cesserà supporto a partire dal 13 Aprile 2018. Premessa fatta su tutti gli url in quanto continueranno comunque a reindirizzare al punto di destinazione corretto.

Una funzionalità interessante di questi link abbreviati era la possibilità di tracciare il numero di click per canale (es. click tramite Facebook) e di analizzarne la provenienza in ambito geografico e di dispositivi e browser utilizzati.

Utilizzo prolungato di goo.gl

Una buona notizia per chi già utilizzava il servizio (e quindi aveva almeno un link inserito nel sistema), Google URL Shortener potrà essere utilizzato per un ulteriore anno quindi fino al 30 Marzo 2019.

inserimento goo.gl

Quali sono le alternative?

Google propone l’utilizzo di Firebase Dynamic Links (FDL) come valida alternativa mirata soprattutto ai sviluppatori di sistemi mobili e web app.
È un sistema molto completo, integra tante funzionalità interessanti che interfacciano l’utente ad un mondo abbastanza compatto firmato Google.

Altri servizi molto noti sono proposti sarebbero Bitly e Ow.ly come alternativa.

Fateci sapere quale servizio utilizzerete o utilizzate già!

novita eliminare messaggi whatsapp

Novità su eliminare messaggi WhatsApp

Dalla funzionalità del Live Location Tracking alla probabile comparsa di pubblicità invasive, già da tempo è presente la possibilità di eliminare messaggi WhatsApp.
Cosa riguarda la novità rilasciata da qualche ora?

Estensione tempo per eliminare messaggi WhatsApp

versione whatsapp

Inizialmente il tempo fissato era equivalente a 7 minuti, da oggi quel messaggio spedito per sbaglio ci dedicherà più tempo per decidere se eliminarlo.
La bellezza di 68 minuti e 16 secondi, ovvero 4.096 secondi.

L’aggiornamento è presente nella versione Beta (gratuitamente scaricabile come Beta Tester dal sito ufficiale per Android). Per l’esattezza, la versione 2.18.80.

Come funziona

Non è variato il funzionamento dallo stato precedente.
Basterà infatti tenere premuto sul messaggio che si vuol eliminare e premere sul cestino in alto e selezionare la voce “Elimina per tutti“.

eliminare messaggi whatsapp

Come eludere il sistema

Non ti sembra giusto eliminare messaggi WhatsApp? Vuoi sapere cosa ti ha nascosto una persona? Non c’è bisogno di essere un Hacker. Te lo dice Tebigeek come si fa!

Ci sono due possibili vie funzionanti.

La prima dipende dalla versione di sistema operativo del vostro smartphone quindi evitiamo di spiegare ogni caso, in sostanza si basa sul Registro Notifiche nelle impostazioni di sistema.

La seconda, semplice ed efficace, si tratta banalmente di scaricare un’applicazione di “Notification History“, ne trovate tante funzionanti senza troppe preferenze a riguardo.

Complimenti, adesso resta solo da eludere il Live Location Tracking e potremo tutti riabbracciare la nostra privacy. Magari un modo c’è già, se vuoi conoscerlo lascia un commento, inviaci un messaggio o una mail e non ti deluderemo!

matera 5G Italia

5G Italia: A matera accesa la prima antenna

Dopo l’accordo tra TIMQualcomm, il progetto “BariMatera5G” anticipa la data ed accende, in data 05/03/2018, la prima antenna 5G Italia.

L’evoluzione dei sistemi di telecomunicazione

Di seguito, un’immagine che mostra come la tecnologia dei sistemi cellulari sia andata avanti dal 2003 al 2012.

immagine reperita dalle dispense di sistemi di telecomunicazioni del Prof. Ferrari.

Le motivazioni di tale progresso si basano sulla necessita’ di data rate sempre piu’ alto e di una migliore efficienza spettrale. Questi due fattori garantirebbero un servizio di alta qualita’ in relazione ai contenuti multimediali. Inoltre bisogna considerare la riduzione “sempre piu’ flat” delle infrastrutture (principio adottato gia’ dal 4G).

A questo punto ci si chiede, quale cosa offrira’ il 5G Italia?

I contenuti del futuro

Abbiamo notato gia’ da anni l’approccio a foto e video da parte di molti social utilizzati quotidianamente dalla maggior parte di noi. Nell’immagine sottostante, viene mostrata l’evoluzione tecnologica in relazione ai tipi di servizi che necessitavano una tale performance e le relative strategie degli operatori telefonici.

immagine reperita dalle dispense di sistemi di telecomunicazioni del Prof. Ferrari.

Come funzionera’ il 5G

La banda di frequenze messa a disposizione dal MISE riguarda la 3.7-3.8 GHz , quasi a sfiorare le microonde di banda C (4 – 8 GHz).

Attualmente e’ in fase di sviluppo e testing, la dichiarazione della NGMN definisce che entro il 2020 si avra’ efficienza spettrale nettamente ridotta rispetto il 4G, quindi copertura migliorata, segnali potenziati, maggiori connessioni simultanee e chiaramente velocita’ di download ed upload aumentata (per ora ci sono solo dati teorici riguardo ogni cella) ed infine latenza ridotta al minimo grazie al protocollo URLLC (Ultra Reliable Low Latency Communication).

“Il progetto coinvolge, oltre alle 3 aziende capofila, 52 partner di eccellenza, tra cui 7 centri universitari e di ricerca, 34 grandi imprese e 11 pubbliche amministrazioni. La rete 5G realizzata a Bari e Matera consentirà una capacità trasmissiva 10 volte superiore a quella del 4G e la sperimentazione metterà in campo oltre 70 use case, determinando una radicale trasformazione dei territori coinvolti”.
– Fonte della nota congiunta

 

Uscita di iPhone 8 rinviata, altre novità o solo riardi nello sviluppo?

Nuove news e rumors per quanto riguarda l’uscita di iPhone 8 rinviata arrivano da un’analista della Pacific Crest Securities una fonte importante quanto attendibile pubblicate poi da Inventor’s Business.




Uscita di iPhone 8 rinviata a causa di una feature fondamentale

 Secondo quanto riportato dall’interessante report dell’analista della Pacific Crest Securities, l’uscita del nuovo iPhone potrebbe essere ritardata, e non di poco, a causa dello sviluppo dell’Home button inserito all’interno del pannello OLED. Si tratta di una rivoluzione sia di design che di hardware per quanto riguarda un dispositivo iOS, siamo infatti sempre stati abituati al classico bottone fisico nella parte bassa del dispositivo. Questo nuovo pulsante sarebbe infatti inserito all’interno di uno schermo OLED che porterebbe il display a quasi tutta la grandezza dello schermo eliminando il bordo creando quindi un design unico ed elegante. Lo sviluppo di questa tecnologia sembra dare gravi problemi alla Apple e non starebbe procedendo per il meglio e nella tempistica prevista; a questo punto si aprono due possibilità, secondo l’analista: il rinvio dell’uscita di iPhone 8 o l’inserimento di questa feature nei modelli successivi, iPhone 8S e 8S Plus.

 uscita di iPhone 8 rinviata

Le prove del ritardo

Stando sempre ai dati riportati dall’analista sembrerebbe che Apple non avesse ancora dato avvio agli ordinativi per le componenti necessarie il che, fa pensare, ad un grande ritardo nel progetto. Si parla inoltre di una escamotage da parte di Cupertino di sostituire l’integrazione del TouchID all’interno di una soluzione di tipo “Synaptic” ovviando, momentaneamente, al problema in attesa dello sviluppo di questa tecnologia negli iPhone successivi.

Tutti questi dati sembrano quindi confermare una serie di problemi che Apple sta avendo al momento anche se convinti di mettere in commercio un melafonino rivoluzionario per festeggiare i 10 anni di iPhone. Non ci resta insomma che aspettare e, se riuscisse nell’impresa nei tempi previsti, Apple stupirebbe decisamente tutti.

Bixby: l’assistente vocale da scoprire con Galaxy S8

Stando a quanto riportato da Samsung, Galaxy S8 tra tutte le novità con il quale verrà commercializzato celerà al suo interno Bixby, il nuovo assistente vocale che promette delle novità davvero interessanti.

Perchè introdurre un nuovo assistente vocale in Galaxy S8?

Galaxy S8 è un dispositivo del tutto moderno che porta con se novità che riguardano un’pò tutti gli aspetti. Proprio per questo (ovvero per semplificarne l’utilizzo) è stata fatta questa scelta insieme a Viv Labs, azienda acquisita da Samsung già nota per la creazione di Siri.

Non a caso le parole di InJong Rhee (Executive Vice President) sono state:

“Technology is supposed to make life easier, but as the capabilities of machines such as smartphones, PCs, home appliances and IoT devices become more diverse, the interfaces on these devices are becoming too complicated for users to take advantage of many of these functions conveniently. User interface designers have to make tradeoff decisions to cram many functions into a small screen or bury them deeper in layers of menu trees. Ultimately users are at the mercy of the designers with an increasingly steep curve that makes learning a new device difficult. This is the fundamental limitation of the current human-to-machine interface.  Since Samsung makes millions of devices, this problem impacts the core of our business.”


che in poche parole stanno a significare come l’innovazione di questi dispositivi porta ad una complicatezza di utilizzo per alcuni utenti, ed è proprio qui che entra in gioco Bixby!

Quali sono le novità di cui vanterà Bixby?

Samsung ha suddiviso in 3 quelle che saranno le caratteristiche principali di Bixby:

  1. Completezza: Con Bixby e quindi  con Galaxy S8 ovviamente, sarà possibile accedere ed eseguire tutte le operazioni normalmente compiute attraverso i comandi touch da qualsiasi applicazione in uso.
  2. Consapevolezza del contesto: Bixby sarà in grado di ottenere informazioni riguardo l’applicazione aperta in un determinato momento e consentirà all’utente di eseguire operazioni con esso senza interromere ciò che si stava facendo in precedenza.
  3. Tolleranza cognitiva: Comunicare con Bixby non vi obbligherà ad imparare a memoria messaggi o stringhe prefissate bensì permetterà all’utente di comunicare in maniera molto più naturale e in caso di incomprensione richiederà lui stesso di essere più precisi o di ripetere il messaggio.

Questo pare essere solo l’inizio!

E bene si, le novità non finiscono qui. Inizialmente Bixby funzionerà solo con un numero ristretto di applicazioni preinstallate su Galaxy S8, ma Samsung assicura l’implementazione di altre app e il rilascio di un SDK, offrendo così la possibilità di sfruttare Bixby in applicazioni di terze parti. E’ stata inoltre confermata la presenza di un tasto fisico sulla scocca di Galaxy S8 che permetterà di richiamare l’assistentre vocale in qualsiasi momento.

La prima dimostrazione di Bixby sarà effettuata insieme alla presentazione di Galaxy S8 il 29 Marzo.

 

 

Siri 108 – Pericoloso scherzo utenti Apple

Da qualche giorno pare si stia diffondendo la trappola “Siri 108“, un pericoloso scherzo che farebbe chiedere a Siri, assistente vocale di iOS, di questo particolare numero 108.

In cosa consiste Siri 108?

La fastidiosa beffa che sta facendo il giro sui Social dovrebbe essere evitata a tutti i costi.

Siri non fa altro che riconoscere questo numero come una richiesta di aiuto e si connette al  servizio locale di emergenza (in Italia il 112).

Ecco il video pubblicato da Jonvell Taylor. 


La beffa funziona perché Siri 108 è l’equivalente indiano del numero 999 di emergenza nel Regno Unito.

Come reagisce il sistema?

I canali di chiamate di emergenza sono molto stretti e quindi aggiungere scherzi di questo tipo non fa che diminuirne l’efficienza per chi ne abbia realmente bisogno.

Sono stati già avviate delle procedure contro questi scherzi in modo da evitare di intasare i canali inutilmente. Questo poiché i numeri di emergenza non ricevano la chiamata prima che sia troppo tardi  e si perda tempo inutilmente.

Cosa dicono gli utenti Apple?

Su Twitter alcuni utenti Apple hanno segnalato questa beffa, alcuni preoccupati altri divertiti.

Cosa dicono i servizi di emergenza locali?

Un dipartimento di polizia degli Stati Uniti ha siri 108twittato un avviso relativo al fastidioso inconveniente ribadendo che se si avesse bisogno di aiuto bisognerebbe chiamare direttamente i numeri interessati oppure chiedere a Siri di chiamare i servizi di emergenza.

Come si può evitare?

Siri ti dà un conto alla rovescia di cinque secondi, consentendo agli utenti che hanno fatto un errore per annullare rapidamente la chiamata senza causare problemi per i servizi di emergenza.

Via

Android O: primi rumor sulle caratteristiche

Google è quasi pronta a tirare fuori la versione 8.0 di Android: Android O. Anche se alcuni telefoni devono ancora aggiornarsi alla versione 7.0 Nougat, gli utenti più curiosi si sono già interessati alla versione successiva. Grazie ad alcuni rumor riportati da 9to5Google possiamo elencare alcune delle principali modifiche del sistema a cui andremo incontro.




Android O: nuove caratteristiche

  • Notifiche aggiornate: il badge di notifica delle applicazioni potrebbe diventare più interattivo, comprendendo informazioni sulle notifiche in questione visibili direttamente nella schermata home.  Queste informazioni inoltre, dovrebbero presentarsi in modo dinamico, come ad esempio sui sistemi iOS.
  • Picture-in-picture: la modalità picture-in-picture, in modo semplice, serve per utilizzare 2 finestre contemporaneamente, una di quelle però è ridotta. E’ già stata introdotta da molto su Android TV e su alcuni tablet Apple e potrebbe anche approdare su Android O.
  • Selezione intelligente del testo: questa funzione non è stata descritta chiaramente. Sappiamo però che andrà ad integrarsi con Google Assistant e farà in modo di poter copiare informazioni dalle app e mostrarle quando necessario.
  • Riduzione carico app in background: come tutti sappiamo, Android ha sempre il problema della durata complessiva della batteria. Google cerca sempre di migliorare e rendere leggere le applicazioni più pesanti presenti in background. Anche in Android O sembrerebbe fare la stessa cosa.
  • Icone adattabili: questa modifica porterebbe alla possibilità di ridimensionare le icone. Questo è già possibile sui telefoni Android utilizzando Pixel Launcher. Non è molto chiaro se verrà implementata oppure no.

Sottolineando che questi sono semplici rumors non confermati, possiamo però già presupporre come si presenterà Android O. Probabilmente la versione 8.0 verrà illustrata da Google all’evento Google I/O di Maggio. Il dubbio un po stupido, ma che rimane fisso, è quello riguardo al nome. Molti lo hanno già rinominato come Android Oreo. Bisogna solamente aspettare le notizie ufficiali riguardo al sistema e dopodiché aggiungerlo all’ Android Timeline.

 

WhatsApp e Telegram hackerati con una foto

La grave falla scoperta dai ricercatori di Check Point Software Technologies riguarderebbe gli ormai noti WhatsApp e Telegram.

A rischio la privacy con WhatsApp e Telegram:

misure di difesa e attacco hacker pcLa vulnerabilità dall’utilizzo di un qualunque sistema di messaggistica istantanea riguarda spesso e volentieri la crittografia dei messaggi scambiati tra ormai miliardi di utenti.

Questa volta pare che basti solo una foto per violare WhatsApp e Telegram.

Come funziona il virus?

Il programma è ben nascosto all’interno di una semplice immagine. Un codice molto performante in grado di introdursi nei nostri dispositivi e rubare tutte le informazioni.

Basta semplicemente cliccare su quest’ultima per garantire l’accesso ai nostri dati sensibili e soprattutto diffondere ancor più i danni proponendo l’immagine ai nostri contatti.

Crittografia “E2E”:criptografia per Whatsapp

Entrambe le applicazioni godono della crittografia “end-to-end”  ed è proprio questa novità che ha dato origine alla falla. Alla base di questo sistema di sicurezza, riportata nell’articolo Crittografia E2E, è presente un semplice funzionamento:

Coinvolge due nodi all’interno della rete. Tutte le funzioni e le operazioni che vengono effettuate da questi, da parte di applicazioni, (come può essere un esempio WhatsApp o Telegram) non avverranno MAI su nodi intermedi, ma solo su quelli terminali. Inoltre le chiavi utilizzate per cifrare e decifrare il messaggio saranno in possesso solamente dei due nodi comunicanti.

Come proteggersi?

La falla riguarderebbe unicamente le versioni Web. Pare che la falla sia stata tempestivamente risolta inserendo un controllo di invio prima dell’operazione di crittografia, ma per cautelarsi il consiglio diffuso è di aggiornare il Browser e di fare attenzione a ciò che si riceve. L’articolo su Chrome 64 Bit mostra i vantaggi legati alla sicurezza.

Sebbene non inerente a questo episodio, è ben consigliata la lettura dell’articolo “Hacker Facebook: come proteggere il profilo” e di seguire i consigli indicati (adattabili quindi anche ad episodi generici su altri servizi).

Via