Divertimento

Catherine Leavy: sospettata accusata di minaccia di bomba all’ospedale pediatrico di Boston

Gary Lerude/Flickr È stato effettuato un arresto in relazione a una minaccia di bomba al Boston Children’s Hospital.

Catherine Leavy è stata arrestata in relazione a una minaccia di bomba bufala dell’agosto 2022 al Boston Children’s Hospital, affermano le autorità. Il sospetto sta affrontando accuse federali, hanno annunciato l’FBI, il procuratore degli Stati Uniti per il Massachusetts e la polizia di Boston in una conferenza stampa il 15 settembre. Leavy è di Westfield, nel Massachusetts, hanno detto i funzionari.

Il procuratore degli Stati Uniti del Massachusetts Rachael Rollins ha affermato che la minaccia è stata chiamata telefonicamente al centralino dell’ospedale. Il chiamante ha detto, secondo Rollins, “C’è una bomba sulla strada per l’ospedale. Faresti meglio a evacuare tutti. Voi malati.” Rollins ha affermato che c’è stata una “risposta immediata” da parte delle autorità.

Rollins ha detto che gli investigatori hanno ottenuto mandati e hanno rintracciato la chiamata su un telefono T-Mobile di proprietà del sospetto. L’FBI ha detto che è stata arrestata nella sua casa di Westfield “senza incidenti”. Alla conferenza stampa, le autorità l’hanno identificata erroneamente come Kathleen Leavy e alcuni giornalisti l’hanno nominata Kathleen Levy, ma i documenti del tribunale mostrano che il suo nome è scritto Catherine Leavy.

Rollins ha detto che il sospetto è stato accusato di aver fatto una falsa minaccia di bomba telefonica. Il sospetto, che rischia fino a 5 anni di prigione federale se condannato, è comparso in tribunale davanti a un giudice magistrato il 15 settembre ed è trattenuto in custodia in attesa di un’udienza di detenzione prevista per venerdì 16 settembre 2022, a mezzogiorno, ha detto Rollins. Ha definito la minaccia “a dir poco inquietante” e ha aggiunto: “Le bufale delle bombe causano paura, panico e una distrazione di risorse che hanno un impatto reale sulle nostre comunità”. Rollins ha detto che non poteva commentare ulteriormente il motivo.

L’ospedale ha affrontato minacce sui social media dopo che la disinformazione anti-LGBTQ è stata diffusa da influencer di destra, tra cui “LibsofTikTok”, sull’assistenza fornita a bambini e adolescenti transgender, ha riferito il Washington Post. Raichik ha negato qualsiasi responsabilità per le minacce, dicendo al Washington Post: “Condanniamo al 100% qualsiasi atto/minaccia di violenza”.

Prima della minaccia della bomba, il procuratore degli Stati Uniti del Massachusetts Rachael Rollins ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava: “Le notizie di oggi sulle presunte minacce dirette al programma sanitario transgender del Boston Children’s Hospital sono a dir poco inquietanti. I bambini meritano un’opportunità per prosperare e crescere come se stessi autentici. I genitori/tutori e gli operatori sanitari che li supportano in quel viaggio dovrebbero essere autorizzati a farlo senza minacce e molestie. Voglio chiarire che il Dipartimento di Giustizia garantirà un’eguale protezione delle persone transgender ai sensi della legge”.

Ecco cosa devi sapere:

Nessun esplosivo è stato trovato al Boston Children’s Hospital dopo la minaccia di bomba del 30 agosto PlayPolice ha risposto alla minaccia di bomba al Boston Children’s Hospital La polizia ha affermato che una minaccia di bomba fatta al Boston Children’s Hospital martedì sera potrebbe essere correlata alle cure offerte ai giovani transgender. GUARDA il live streaming di ABC News qui: youtube.com/watch?v=w_Ma8oQLmSM ISCRIVITI a ABC NEWS: bit.ly/2vZb6yP Guarda altro su abcnews.go.com/ MI PIACE ABC News su FACEBOOK facebook.com/abcnews SEGUI ABC News su TWITTER: twitter.com/abc #abcnews #boston #bombthreat #hospital2022-08-31T16:48:10Z

Secondo la polizia di Boston, non sono stati trovati esplosivi dopo la minaccia di bomba del 30 agosto all’ospedale pediatrico. Le strade intorno all’ospedale sono rimaste chiuse per circa un’ora, ha detto il dipartimento in una nota. La minaccia è stata ricevuta verso le 20:00, ha detto la polizia. L’ospedale ha ricevuto la minaccia e ha contattato la polizia, secondo i funzionari. La squadra di artificieri della polizia di Boston ha risposto sulla scena, hanno detto i funzionari in una nota. L’ospedale ha ricevuto una minaccia non specificata il 9 settembre che ha portato a un aumento delle pattuglie nell’area, secondo WCVB.

Insieme alla minaccia della bomba, il Boston Children’s Hospital ha dichiarato in una dichiarazione di aver ricevuto “attività Internet ostili, telefonate ed e-mail moleste, comprese minacce di violenza nei confronti dei nostri medici e del personale”. L’ospedale ha aggiunto: “Siamo profondamente preoccupati per questi attacchi ai nostri medici e al personale alimentati dalla disinformazione e dalla mancanza di comprensione e rispetto per la nostra comunità transgender”.

Dopo la minaccia della bomba, il Boston Children’s Hospital ha dichiarato in una nuova dichiarazione: “Siamo sollevati che nessuna bomba sia stata trovata e che dipendenti e pazienti siano al sicuro. Rimaniamo vigili nei nostri sforzi per combattere la diffusione di false informazioni sull’ospedale e sui nostri operatori sanitari. Ci impegniamo a garantire che l’ospedale sia un luogo sicuro e protetto per tutti coloro che lavorano qui e vengono qui. Forniremo ulteriori informazioni non appena possibile. … Ci siamo mossi rapidamente per proteggere i nostri pazienti e dipendenti e stiamo lavorando con le forze dell’ordine e con esperti esterni mentre indagano da vicino su questa situazione”.

Nel suo comunicato stampa prima della minaccia della bomba, Rollins ha aggiunto: “Come ha recentemente affermato il procuratore generale Merrick Garland, ‘Al Dipartimento di Giustizia, consideriamo affrontare i crimini ispirati dall’odio come un nostro obbligo sia legale che morale.’ Ho fatto del contrasto ai crimini ispirati dall’odio una priorità della mia amministrazione, istituendo un’unità dedicata alle indagini e al perseguimento delle violazioni dei diritti civili. Abbiamo anche lavorato instancabilmente per inviare un messaggio ai gruppi di odio che l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti è aperto agli affari. La nostra hotline di nuova costituzione, 1-83-END-H8-NOW ha portato a dozzine di chiamate e continueremo a perseguire tutti i contatti”.

Rollins ha aggiunto: “Sebbene la libertà di parola sia davvero la pietra angolare della nostra grande nazione, la paura, l’intimidazione e le minacce non lo sono. Non starò a guardare e permetterò che l’attività criminale basata sull’odio continui nel nostro distretto”. Rollins ha affermato che altre minacce che coinvolgono l’ospedale rimangono sotto inchiesta, incluso l’incidente del 9 settembre. L’FBI ha detto che finora ci sono state più di una dozzina di minacce all’ospedale.

“LibsofTiktok” aveva pubblicato un post sull’ospedale pediatrico di Boston, portando Facebook a sospendere l’account dell’influencer dei social media di destra dalla sua piattaforma PlayChildren’s Hospital pieno di minacce Il Boston Children’s Hospital ha rivelato che sta ricevendo violente minacce per la disinformazione sull’assistenza sanitaria di affermazione del genere dell’ospedale. Tracy Walder analizza i pericoli della disinformazione e l’ascesa dell’estremismo di destra online. » Iscriviti a MSNBC: on.msnbc.com/SubscribeTomsnbc Informazioni: MSNBC è la principale destinazione per analisi approfondite dei titoli dei giornali, approfonditi commenti politici e prospettive informate. Raggiungendo più di…2022-08-19T04:45:00Z

La disinformazione sull’assistenza sanitaria trans per i bambini e le minacce contro l’ospedale ha portato Facebook a sospendere “LibsofTikTok” dalla sua piattaforma, riporta MassLive.com. “LibsofTikTok” è gestito da Chaya Raichik, un agente immobiliare con sede a Brooklyn che ha accumulato più di 1,3 milioni di follower ed è apparso su Fox News con Tucker Carlson. Raichik e la sua pagina hanno rapidamente guadagnato importanza tra i media di destra. Facebook ha annullato la sua decisione di sospendere definitivamente l’account 24 ore dopo averlo fatto.

LibsofTikTok ha condiviso un video l’11 agosto di un medico del Boston Children’s Hospital che parla di “isterectomie di affermazione del genere”. L’ospedale pediatrico ha affermato di non eseguire isterectomie di affermazione del genere o rimozione di organi sessuali su pazienti di età inferiore ai 18 anni. L’ospedale ha affermato in una dichiarazione che un paziente con “disforia di genere persistente e ben documentata” deve avere almeno 18 anni e avere una lettera da un medico che raccomanda l’intervento chirurgico, secondo il Boston Globe. Il commentatore di destra Matt Walsh ha twittato ai suoi 1 milione di follower l’11 agosto: “Ci deve essere uno sforzo organizzato per combattere la droga e la mutilazione dei bambini. Dovrebbero esserci manifestazioni al di fuori degli ospedali che macellano i bambini. Dovrebbero esserci marce su Washington con centinaia di migliaia di persone. Cercherò di far girare questa palla”.

Alejandra Caraballo, istruttrice presso la Cyberlaw Clinic della Harvard Law School, ha dichiarato al Globe: “Da una prospettiva personale, è assolutamente, moralmente disgustoso e riprovevole che le persone attacchino un ospedale pediatrico. Stanno prendendo in prestito le stesse pagine dal playbook contro l’aborto “, che secondo lei include lo stalking, le molestie e la pubblicazione di informazioni personali, note anche come doxxing, su singoli fornitori di servizi medici, ha riferito il giornale. Caraballo ha aggiunto: “Non si limitano a inseguire il bersaglio. cercano di isolare le persone che parlano per loro e cercano anche di calmare loro”.

Dopo la minaccia della bomba, Raichik ha detto a Jack Posobiec sul podcast Human Events Daily che la minaccia della bomba era falsa e ha suggerito che fosse stata fatta da qualcuno che cercava di incastrare lei e i suoi alleati di destra, secondo Media Matters. Ha aggiunto che Seth Dillon, l’amministratore delegato del sito di satira di destra Babylon Bee, aveva offerto una ricompensa di $ 20.000 per informazioni sulla minaccia sospetta:

Quindi l’idea che uno dei miei seguaci andasse a chiamare una minaccia bomba è ridicola. Voglio dire – è solo – non ha alcun senso. Non credo che sia vero. Quindi non crediamo che fosse uno dei miei seguaci. Probabilmente è una persona di sinistra che cerca di farmi sospendere. Indipendentemente da chi sia, se abbiamo ragione o torto su questo, la persona dovrebbe essere trovata. Voglio dire, se metti una minaccia bomba in un ospedale, voglio dire, è una cosa orribile da fare. Dovrebbero essere trovati. Dovrebbero essere perseguiti. E speriamo che lo siano.

Quindi, sai, Seth e io abbiamo pensato, sai, aiutiamo il Boston PD o chiunque sia e offriamo una ricompensa in denaro. Forse qualcuno si farà avanti e con informazioni e potremo catturare il criminale che ha fatto questo, non solo quello, ma ora un altro CEO di una società di media è effettivamente entrato e ha abbinato l’offerta di Seth, quindi ora è una ricompensa in contanti di $ 40.000 per le informazioni che portano al chiamante.

Raichik ha aggiunto: “Hanno scritto tutti nei loro articoli su come, sai, questa è una cosa davvero orribile accaduta in un ospedale pediatrico. Quindi ero tipo, sai, di sicuro avrebbero voluto sapere di questa ricompensa in denaro, giusto? Voglio dire, chi non lo farebbe? Destra? Ad esempio, forse potrebbero aiutarci a spargere la voce e potremmo catturare questa persona. Voglio dire, questo è quello che pensavo, almeno. Perché chi non vorrebbe esserlo, chi non vorrebbe aiutare a catturare una persona che ha chiamato una minaccia di bomba in un ospedale pediatrico, giusto?

Anche Raichik, Walsh e altri di destra si sono chiesti se fosse stata fatta una minaccia di bomba nelle settimane successive alla bufala. Chris Rufo, noto soprattutto per aver alimentato l’indignazione repubblicana contro la teoria critica della razza e altre questioni sociali e culturali, inizialmente ha detto che gli era stato detto dalla polizia di Boston di non aver ricevuto alcuna chiamata al servizio di emergenza sanitaria dal Boston Children’s Hospital per segnalare la minaccia. Ma il 15 settembre, dopo che i funzionari hanno annunciato l’arresto, Rufo ha twittato: “Inoltre, il dipartimento di polizia di Boston mi sta dicendo che * c’è stata * una chiamata di emergenza da BCH a BPD, in contraddizione con le precedenti dichiarazioni. … Se il rapporto di NBC News è accurato e l’FBI ha arrestato la persona che ha minacciato, questa è una buona notizia: le minacce di violenza dovrebbero essere punite nella misura massima consentita dalla legge”.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button