Notizia

Cosa può fare l’amministrazione Biden se l’uragano Ian provoca una svalutazione dei prezzi

Il presidente Joe Biden ha avvertito le compagnie petrolifere che la sua amministrazione prenderà provvedimenti se useranno l’uragano Ian come scusa per aumentare i prezzi alla pompa. Tuttavia, non è ancora chiaro quali siano i piani di Biden per reprimere il potenziale calo dei prezzi.

Biden, parlando mercoledì alla Conferenza della Casa Bianca su fame, nutrizione e salute, ha affermato che l’uragano Ian causerà solo una piccola interruzione alla produzione di petrolio e che non tollererà che le compagnie energetiche traggano profitto dal disastro naturale. Le osservazioni di Biden arrivano quando i prezzi del gas sono scesi, aumentando le prospettive politiche del presidente. Tuttavia, il governo federale ha strumenti limitati per affrontare direttamente la contraffazione dei prezzi e ci si aspetta che gli stati proteggano i consumatori mentre la tempesta continua a viaggiare lungo la costa.

“Non—lasciatemelo ripetere, non—non usate questo come una scusa per aumentare i prezzi della benzina o diffamare il popolo americano”, Biden detto in un avvertimento all’industria petrolifera e del gas.

Biden ha affermato che la tempesta ha colpito solo la produzione giornaliera di circa 190.000 barili di petrolio, che secondo lui è meno del 2% della produzione giornaliera del paese.

Una pompa di benzina in Florida prima dell'uragano
Una pompa di una stazione di servizio è stata vista il 27 settembre 2022 a St. Petersburg Beach, in Florida. L’uragano Ian dovrebbe atterrare nell’area di Tampa Bay da mercoledì sera a giovedì mattina presto e il presidente Joe Biden ha minacciato che la sua amministrazione prenderà provvedimenti se le compagnie petrolifere useranno la tempesta per aumentare i prezzi del gas.
Joe Raedle/Getty Images

“Questo piccolo, temporaneo impatto di tempesta sulla produzione di petrolio non fornisce scuse, né scuse, per l’aumento dei prezzi alla pompa. Nessuna”, ha continuato Biden. “Se le compagnie del gas cercheranno di usare questa tempesta per aumentare i prezzi alla pompa, chiederò ai funzionari di esaminare se è in corso un aumento dei prezzi”.

Biden non ha specificato quali azioni sarebbero state intraprese dalla sua amministrazione in risposta alle segnalazioni di contraffazione dei prezzi. Settimana delle notizie ha contattato la Casa Bianca per un commento.

“È improbabile che un uragano provochi un qualsiasi tipo di massiccio aumento dei prezzi, quindi sarà limitato a determinate località”, ha detto Duncan Levin, un ex procuratore federale diventato avvocato difensore Settimana delle notizie in un’intervista.

Levin ha affermato che si aspetta che qualsiasi contraffazione dei prezzi venga gestita a livello statale e che il governo federale sarà coinvolto solo se il problema si diffonderà.

Sabato il procuratore generale della Florida Ashley Moody annunciato un’espansione della hotline statale per il contrabbando dei prezzi con l’intensificarsi di Ian. La precedente dichiarazione dello stato di emergenza del governatore Ron DeSantis ha innescato il divieto di aumenti eccessivi dei prezzi di cibo, acqua, hotel, gas e altri beni essenziali. I trasgressori potrebbero vedere sanzioni comprese tra $ 1.000 e $ 25.000.

Il procuratore generale della Carolina del Nord Josh Stein ha anche annunciato mercoledì che la legge sulla contraffazione dei prezzi del suo stato è in vigore in previsione di Ian.

Poiché i prezzi del gas sono saliti a livelli record all’inizio di quest’anno, la Camera ha approvato a maggio un disegno di legge che darebbe a Biden l’autorità di vietare alle aziende di cercare aumenti dei prezzi “eccessivi” o sfruttatori della benzina e dell’energia domestica. La legge resta in stallo al Senato.

Un rapporto del Congressional Research Service di aprile ha rilevato che, sebbene non esista una legge federale finalizzata alla contraffazione dei prezzi o alla vendita al dettaglio di benzina, le leggi antitrust per vietare le pratiche anticoncorrenziali potrebbero far sì che i rivenditori vengano perseguiti per collusione per mantenere alti i prezzi del carburante.

Levin ha affermato che la contraffazione dei prezzi è stata storicamente un problema durante i disastri naturali e durante la pandemia di COVID, quando è diventato più difficile trovare dispositivi di protezione individuale, disinfettanti per le mani e altre necessità. In risposta, il Dipartimento di Giustizia (DOJ) nel marzo 2020 ha formato una task force e ha ordinato agli avvocati statunitensi di perseguire i “cattivi attori” che accumulavano “articoli medici vitali”.

Mentre l’uragano Ian si prepara ad approdare in Florida, Levin ha affermato che l’annuncio da parte delle autorità statali e federali dell’adozione di misure contro il contrabbando dei prezzi dovrebbe essere un deterrente.

“Avvisa le aziende che questo non è nulla che sarà tollerato”, ha affermato.

Leggi di più
  • Aggiornamenti dell’uragano Ian: la tempesta si intensificherà mentre si sposta verso la Florida
  • I democratici chiedono ulteriori modifiche al codice fiscale oltre al disegno di legge Schumer-Manchin
  • Esperto di politiche sanitarie: FTC potrebbe mettere a dieta gli intermediari della droga degli assicuratori

Lo ha detto Carl Tobias, Williams Chair in Law presso la University of Richmond School of Law Settimana delle notizie in un’e-mail che se le compagnie petrolifere scegliessero di ignorare l’avvertimento di Biden, potrebbe minacciare di aprire un’indagine sui loro prezzi o aumentare i rilasci dalla Strategic Petroleum Reserve.

“Un’indagine sarebbe costosa per le aziende in termini di reputazione e risorse che dedicherebbero alla difesa contro un’indagine”, ha affermato Tobias, aggiungendo che potrebbe potenzialmente portare a un’azione penale.

L’American Petroleum Institute (API) ha risposto alle osservazioni di Biden con una dichiarazione a Settimana delle notizie affermando che si è impegnata a “mantenere il mercato energetico ben fornito e fornire combustibili dove sono più necessari, garantendo al contempo la sicurezza della nostra forza lavoro”.

“I prezzi della benzina sono determinati dalle forze di mercato – non dalle singole società – e affermare che il prezzo alla pompa è tutt’altro che una funzione della domanda e dell’offerta sono false”, ha affermato l’API.

Aggiornamento 28/09/22, 19:40 ET: questo articolo è stato aggiornato con informazioni aggiuntive e background.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button