Notizia

Cos’è il vaiolo delle scimmie? Spiegazione dei sintomi dell’infezione, come si prende il virus e se può essere mortale

Ads

Ad altre quattro persone è stato diagnosticato il vaiolo delle scimmie nel Regno Unito, con tre dei nuovi casi a Londra e uno nel nord-est dell’Inghilterra.

Porta a sette il numero totale di persone che sono state infettate nell’attuale epidemia, ha confermato l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA).

Sabato, a due persone è stato diagnosticato il vaiolo delle scimmie a Londra, una settimana dopo che è stato scoperto che un altro paziente aveva contratto la rara infezione virale.

Cos’è il vaiolo delle scimmie?

Monkeypox è un’infezione virale solitamente associata ai viaggi in Africa occidentale.

Di solito è una malattia lieve, diffusa dal contatto molto stretto con qualcuno che ha il vaiolo delle scimmie, anche se non si trasmette facilmente tra le persone.

Mentre la maggior parte delle persone che contraggono il vaiolo delle scimmie guarisce entro poche settimane, in alcune persone può causare gravi malattie.

Il SSN ha affermato che può essere catturato da animali selvatici infetti in alcune parti dell’Africa occidentale e centrale, nonché toccando vestiti, lenzuola o asciugamani usati da qualcuno con l’eruzione cutanea del vaiolo delle scimmie, tosse o starnutisce e toccando vesciche o croste della pelle del vaiolo delle scimmie.

L’UKHSA ha affermato che esiste un basso rischio di trasmissione alla popolazione generale del Regno Unito.

Cosa sappiamo finora dei casi?

I quattro nuovi casi annunciati dall’UKHSA la scorsa notte non hanno collegamenti noti con i tre casi precedenti segnalati questo mese, il che ha suscitato preoccupazione per la trasmissione del virus nella comunità.

Tutti e quattro questi casi si identificano come gay, bisessuali o altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e sembrano essere stati tutti infettati a Londra.

Sono stati identificati contatti comuni per due dei quattro ultimi casi, senza alcun collegamento per recarsi in un paese in cui il vaiolo delle scimmie è endemico, poiché l’UKHSA ha avviato una “indagine urgente” su dove e come sono stati infettati.

Un ufficiale sanitario utilizza una testina termica per rilevare un virus del vaiolo delle scimmie sui passeggeri in arrivo all’aeroporto internazionale Soekarno-Hatta vicino a Giacarta, in Indonesia (foto: Jepayona Delita/Future Publishing tramite Getty Images)

I pazienti sono in cura presso il Royal Free Hospital di Londra, il Guy’s and St Thomas’ e il Royal Victoria Infirmary di Newcastle upon Tyne.

Due individui diagnosticati il ​​14 maggio a Londra vivono insieme nella stessa famiglia, con uno che si occupa di malattie infettive presso l’unità esperta di malattie infettive presso il St Mary’s Hospital, l’Imperial College Healthcare NHS Trust, Londra e l’altra persona che si autoisola senza richiedere cure ospedaliere.

Un altro paziente con una storia di viaggio recente dalla Nigeria, dove si ritiene abbia contratto l’infezione, stava ricevendo cure presso l’unità esperta di malattie infettive presso il Guy’s and St Thomas’ NHS Foundation Trust, secondo quanto riferito dall’UKHSA il 7 maggio.

L’UKHSA sta lavorando con i partner del SSN per identificare se potrebbero esserci stati più casi nelle ultime settimane, nonché con i partner internazionali per capire se aumenti simili sono stati osservati in altri paesi.

Quali sono i sintomi?

Possono essere necessari da cinque a 21 giorni prima che compaiano i sintomi del vaiolo delle scimmie, secondo il SSN.’

I primi sintomi del vaiolo delle scimmie includono febbre alta, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, ghiandole gonfie, brividi (brividi) ed esaurimento.

Un’eruzione cutanea compare normalmente da uno a cinque giorni dopo i primi sintomi, spesso iniziando sul viso prima di diffondersi ad altre parti del corpo.

L’eruzione cutanea è talvolta confusa con la varicella e inizia come macchie in rilievo, prima di trasformarsi in piccole vesciche piene di liquido, che alla fine formano croste prima di cadere.

I sintomi di solito scompaiono entro due o quattro settimane e la malattia è generalmente lieve, ma a volte può essere più grave ed è stato segnalato che ha causato decessi nell’Africa occidentale.

Chi è a rischio?

L’UKHSA ha sottolineato che il virus non si diffonde facilmente tra le persone e il rischio per la popolazione del Regno Unito è basso.

Ma poiché i casi più recenti riguardano comunità gay, bisessuali e altre comunità di MSM e poiché il virus si diffonde attraverso uno stretto contatto, l’UKHSA ha consigliato a questi gruppi di prestare attenzione a eventuali eruzioni cutanee o lesioni insolite su qualsiasi parte del loro corpo, in particolare sui genitali e di contattare un servizio di salute sessuale in caso di dubbi.

Si consiglia a chiunque abbia dubbi di poter essere infettato dal vaiolo delle scimmie di contattare le cliniche prima della visita.

Il SSN consiglia a chiunque abbia sintomi di vaiolo delle scimmie che è tornato di recente dall’Africa occidentale o centrale di chiedere un appuntamento urgente dal medico di famiglia o chiamare il 111.

La dott.ssa Susan Hopkins, Chief Medical Adviser, UKHSA, ha dichiarato: “Questo è raro e insolito. L’UKHSA sta studiando rapidamente la fonte di queste infezioni perché le prove suggeriscono che potrebbe esserci una trasmissione del virus del vaiolo delle scimmie nella comunità, diffusa da uno stretto contatto.

“Invitiamo in particolare gli uomini gay e bisessuali a essere consapevoli di eventuali eruzioni cutanee o lesioni insolite e a contattare senza indugio un servizio di salute sessuale”.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button