Data Management: la rivoluzione di SharekFile

0
384
sharekfile data management

Riuscire a colmare tutti quei limiti che hanno i cloud tradizionali, come piattaforma modulare, SharekFile rappresenta la rivoluzione del data management.

Nasce dall’idea di Denis Genitoni, un appassionato di informatica fin da bambino che, grazie all’apertura della sua prima attività di consulenza informatica Tech Developer, con lo scopo di offrire alle aziende tutta una serie di servizi per aiutarle a digitalizzarsi, ha avviato la sua primissima startup.

Che cos’è SharekFile

I Leader di data management non consentono operazioni quali, per esempio, poter caricare i propri file tramite un canale ftp. Oppure non consentono di poter testare un proprio sito internet o un proprio progetto, sfruttando la potenza computazionale del server che regge la struttura del cloud prima di pubblicare il progetto che si ha in mente.

Ad esempio, ti servirebbe una funzione che permetta di modificare professionalmente le immagini direttamente online, ma il cloud non ti fornisce questa funzione? Bene, sfruttando la base della piattaforma SharekFile, puoi andare a sviluppare la tua nuova applicazione e poi poterla integrare all’interno del software.

Poter vedere internamente il sistema di data management e quindi usarlo come base di sviluppo, a cui poter agganciare i propri progetti e portarli avanti sfruttando il cloud come piattaforma modulare, completamente Open Source e alla portata di tutti.

La complessità del data management

SharekFile, durante il suo sviluppo in continua evoluzione, ha portato alla luce un problema dietro l’altro. È stato davvero complesso concepire un algoritmo in grado di gestire ogni file caricato, gestire ogni dispositivo da cui si accede e si utilizza la piattaforma, gestire ogni latenza di connessione.

Ci sono stati dei momenti, soprattutto quando si palesavano problemi o bug apparentemente insormontabili, in cui la tentazione di prendere e buttare via tutto il lavoro è stata davvero alta. Molte persone, vedendo i grandi problemi che aveva l’algoritmo soprattutto nelle fasi iniziali, ha abbandonato ogni speranza. Ma ehi, oggi sono qui a presentarvi SharekFile al suo terzo rilascio stabile!
– Denis Genitoni, 01/12/2018.

L’interfaccia

SharekFile vanta di una grafica molto professionale che non deve invidiare l’interfaccia di un progetto realizzato da aziende più grandi di data management.
Di seguito, alcuni screenshots che mostrano il suo stile accattivante.

Area Utenti

sharekfile

File Manager

sharekfile

L’interfaccia è modificabile. Si possono cambiare i colori dei menu, i colori dei pulsanti e il colore principale del tema. Sono disponibili anche dei temi completi creati e già pronti da essere applicati.

L’applicazione di questi temi è possibile da ogni interfaccia di SharekFile.

sharekfile

Servizi hosting

SharekFile è in grado di gestire un vero e proprio servizio hosting, permettendo agli utenti di vedere quanto spazio residuo hanno a disposizione, di poter richiedere un nuovo database, un nuovo account sftp (se disponibile nel piano tariffario che pagano) e tante altre funzionalità.

Da specificare che il servizio hosting si acquista separatamente dal piano base di SharekFile. Infatti abilitando un pacchetto hosting, si potrà avere sia lo spazio per conservare e gestire i propri dati, che lo spazio per mandare avanti il proprio sito o progetto digitale, richiedendo eventualmente piani creati su misura con assistenza professionale atta a migliorare il tuo prodotto.

Infrastruttura

SharekFile e tutti i servizi ad esso collegati si appoggiano su server Linux, per la precisione server Debian Jessie.

Tutti i server partono da 9GB di RAM e da CPU Xeon 6(+12) core. SharekFile è hostato su un server avente SSD con interfaccia SATA III.

Volendo i dati, con gli ultimi aggiornamenti dell’infrastruttura, possono essere memorizzati su SSD NvME. Ovviamente ciò comporterebbe un costo in più, ma ci può stare, viste le altre prestazioni che queste caratteristiche hardware portano con sé.

In conclusione

Detto tutto questo non ti rimane altro che provare SharekFile. È disponibile la registrazione gratuita con 20GB di spazio disponibile. Questo piano non ti permetterà di fruire delle funzioni chiave del progetto come l’accesso ftp o la possibilità di sviluppare i tuoi progetti, ma è sufficiente per provare il progetto senza alcun impegno.

Inoltre se un progetto viene sviluppato molto bene, puoi anche inviarlo all’amministrazione, che dopo un’attenta valutazione, potrà pensare di acquistare tale progetto e integrarlo in modo nativo all’interno del cloud stesso.

Noi di Tebigeek siamo pronti alla rivoluzione e voi?

Link: https://sharekfile.com

Facebook Comments
SHARE
Previous articleRisposta al #saveyourinternet, UE: non cambierà nulla
Next article5G Mobile in arrivo: la grande news di Qualcomm
Giuseppe La Gualano
Mi chiamo Giuseppe La Gualano. Studio Ingegneria dell'Informazione (IET) a Parma, città abbastanza tranquilla, un pò come me? Una delle cose che può farmi dormire sereno si chiama Tebigeek. Tebigeek è una nuova pietanza, quella che è giusta. Né troppo salata e né troppo dolce. Nel 2015 mi venne l'idea di creare un Forum abbastanza diverso dai già presenti, un Forum che garantisse una crescita da parte degli scrittori e dei lettori. Basato soprattutto sull'Open Content, pronto a migliorare sempre di più con tutto l'impegno di ogni singolo membro. Nel 2016, abbiamo deciso di sviluppare una piattaforma completa per ogni esigenza. Una piattaforma che garantisca una lettura semplice, veloce e mirata a ciò che si vuol leggere realmente da un titolo letto. Tale da offrire una completa gamma di servizi in modo da poter essere a completa disposizione di tutte le persone che passino da Tebigeek. Personalmente accetto molto le critiche (se fatte sensatamente). Il mio avatar è nato per scherzo di amici, dicendo che il famoso "Hacker Boy" di Facebook mi somigli molto! Voi che dite??? Spero che il mio lavoro svolto per Tebigeek vi piaccia!!

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY