DNA Storage: cosa ha in serbo Microsoft?

0
368

Il motivo dell’acquisto di 10 milioni di oligonucleotidi da una start up californiana da parte di Microsoft è dovuta ad una nuova novità. Infatti la nuova tecnica di “Dna Storage” dovrebbe superare alcuni limiti delle memorie attuali. Questa invenzione deve mira a far sopravvivere per migliaia di anni i nostri dati. Quindi, la risposta fornita dall’azienda ha suscitato scalpore tra la folla.

Stanco di avere un PC lento? Leggi la recensione del Samsung Evo 840 per aumentare le prestazioni del proprio computer.

Dna storage: Come è possibile? Ecco la risposta

dna storage

Come sappiamo tutti, il modo per poter salvare i nostri file, è affidarci ad una memoria di massa. Questa può essere una chiavetta USB, un hard disk esterno, un SSD e così via. Ovviamente queste presentato alcune problematiche di cui il questa nuova tecnologia di memorizzazione (Dna Storage) ne è spovvista. Microsoft, ha deciso quindi di riprendere un’esperimento effettuato molti anni fa all’interno dell’università di Harvard. Essi sono stati capaci di memorizzare all’interno nel DNA 700TB in un solo grammo.

Successivamente, all’interno dei laboratori, è stato provato scientificamente che è possibile immagazzinare un trilione di Gigabyte all’interno di un grammo.

Costi del processo di lettura e scrittura

Il metodo sembra aver avuto successo per i bassi costi. Infatti una sequenza di DNA arriva a costare solamente 10 centesimi, prezzo che è stato promesso di essere abbattuto ed anche abbassato. Ma il vero problema sorge nella lettura. Utilizzando la tecnica del sequenziamento genetico, il processo arriva ad un costo di 1000 dollari. Cifra che ai primordi veniva all’incirca un miliardo.

Un metodo fantasioso e del tutto innovativo. Un’invenzione che se sfruttata intelligentemente può riuscire a risolvere molte delle problematiche dovute alle risorse hardware. Basti pensare alla diminuzione dell’impatto ambientale all’interno di data center, dovuti appunto allo smaltimento di quest’ultimi. Speriamo in una mossa decisa da Microsoft, che riesca a portare risultati nel minore tempo possibile.

Facebook Comments

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY