Notizia

Due uomini arrestati nell’ambito dello scandalo del denaro in cambio di onori che coinvolge uno degli enti di beneficenza di re Carlo

Due uomini sono stati intervistati dalla polizia nell’ambito di un’indagine su un presunto scandalo in denaro che coinvolgeva uno degli enti di beneficenza di Re Carlo.

Un uomo sulla cinquantina e un uomo sulla quarantina sono stati avvertiti dagli agenti con cautela all’inizio di questo mese, ha detto la polizia metropolitana.

La forza ha avviato un’indagine a febbraio in seguito a una serie di articoli di giornale in cui si affermava che a un donatore della Prince’s Foundation era stato offerto aiuto per assicurarsi un cavalierato.

Il gruppo antimonarchico Republic ha presentato una denuncia formale agli investigatori del Met su Charles e l’ex stretto confidente Michael Fawcett nel settembre 2021, a seguito delle storie.

Il signor Fawcett, che da allora si è dimesso dalla carica di amministratore delegato della Prince’s Foundation sulla scia del presunto scandalo, era stato accusato di aver promesso di aiutare un donatore miliardario saudita a ottenere la cittadinanza britannica e l’onore.

Due uomini furono intervistati il ​​6 settembre, due giorni prima che la regina morisse e Carlo diventasse re.

Resta inteso che il re non è stato interpellato dalla polizia o gli è stato chiesto di farlo.

Buckingham Palace ha rifiutato di commentare l’ultimo sviluppo.

Quando l’indagine è stata avviata, un portavoce di Charles a Clarence House ha ribadito una precedente dichiarazione, affermando che l’allora Principe di Galles “non era a conoscenza della presunta offerta di onorificenze o cittadinanza britannica sulla base della donazione ai suoi enti di beneficenza”.

Venerdì, il Met ha confermato che due uomini erano stati intervistati in relazione a reati ai sensi dell’Honours (Prevention of Abuses) Act 1925.

Non sono stati effettuati arresti e la forza ha affermato che non avrebbe fornito un commento continuo sull’andamento delle sue indagini.

Un portavoce della fondazione ha dichiarato: “Sebbene sarebbe inappropriato commentare un’indagine in corso, va notato che la Prince’s Foundation continua a offrire la sua piena collaborazione”.

Lo scorso autunno, il Posta di domenica ha pubblicato una lettera del 2017 in cui il signor Fawcett avrebbe scritto di essere disposto a presentare una domanda per cambiare il CBE onorario dell’uomo d’affari Mahfouz Marei Mubarak bin Mahfouz in un cavalierato e sostenere la sua domanda di cittadinanza.

La lettera, scritta su carta intestata nell’allora ruolo del signor Fawcett come amministratore delegato del Dumfries House Trust, diceva che le domande sarebbero state presentate in risposta al “supporto più recente e previsto” del trust.

Il sig. Mahfouz avrebbe donato ingenti somme a progetti di restauro di particolare interesse per Charles.

Si dice che il signor Mahfouz neghi lui stesso qualsiasi illecito.

Reportage aggiuntivo da parte della Press Association.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button