Errore 53: prodotti Apple da buttare?

0
331

Da quanto dichiarato dall’azienda di Cupertino, la problematica conseguita dall’errore 53, doveva essere stata risolta. Alcuni utenti, però, si lamentano di Apple e fanno sapere che la questione sussiste ancora.

Perché è “pericoloso” l’errore 53? Cosa lo causa?

Questo tipo di errore è stato introdotto all’interno delle procedure di sicurezza Apple, per preservare i propri prodotti da riparatori non autorizzati. Se avete riscontrato questo problema, molto probabilmente il vostro telefono ha subito un intervento di manutenzione.

errore 53 iphone

Nei moderni prodotti della mela rosicata, si è introdotto il riconoscimento di impronte digitali tramite touch ID. Questo particolare pezzo è realizzato con materiali pregiati per evitare la sua frequente rottura. Però, se sfortunatamente il vostro dispositivo subisce un guasto a quel pezzo, bisogna mandarlo a riparare. Per attirare la clientela verso il proprio negozio, Apple, costringe la manutenzione solo attraverso centri autorizzati. Se sostituito con pezzi non originali, il vostro smartphone manderà in esecuzione l’errore 53.

Questo rende il dispositivo un semplice mattone, che non può essere utilizzato. Qualche mese fa per non avere rogne legali, l’azienda della mela rosicata introduce una miglioria nell’aggiornamento di iOS 9.2.1.

A quanto pare l’aggiornamento sembra non aver funzionato per risolvere l’errore 53. Molti utenti lamentano dell’errore che viene riproposto su iTunes. Ma Apple è pronta ad effettuare rimborsi spesa per chiunque soffra del problema sopracitato.  Per il momento sappiamo che verrà rilasciato un aggiornamento software. Ma ancora non si è ben chiara la situazione. Il consiglio è quello di richiede assistenza al servizio clienti Apple, che dovrebbe rispondere prontamente alle vostre richieste di aiuto.

La riparazione in un negozio specializzato è abbastanza onerosa e toglie abbastanza tempo. Mandarlo in garanzia, a volte, è una rinuncia troppo grossa per alcuni clienti, che senza cellulare, non possono vivere. Basti pensare ad un imprenditore privato che fa utilizzo di esso per il suo lavoro.

Facebook Comments
CONDIVIDI
Articolo precedenteBlitz Google: fisco visita Big G
Articolo successivoOverwatch da ora disponibile!
Federico Viceconti
Per migliorare bisogna farlo insieme. Per questo credo che condividere i propri pensieri aiuti a crescere. Studente presso un istituto indirizzato all'informatica, sono riuscito a migliorare le mie capacità di logica e programmazione. Amante del mondo mobile Android e della scienza applicata alla medicina, dove ripongo le mie speranze nel futuro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO