Divertimento

Gli affari fatti su “Shark Tank” sono reali? Uno sguardo più da vicino alle offerte fatte sullo show

LOS ANGELES, CALIFORNIA: Molti imprenditori desiderano raccogliere fondi da noti investitori come Barbara Corcoran e Mark Cuban, uno dei motivi per cui “Shark Tank” è così famoso. Molti potrebbero non saperlo, ma molte cose accadono dopo che gli squali hanno detto “sì”. È affascinante scoprire cosa succede quando le telecamere vengono spente.

ANNUNCIO

Dopo che gli imprenditori comprensibilmente apprensivi hanno presentato le loro idee, con il sudore che quasi scorreva dalle loro sopracciglia, gli squali fanno domande e spesso fanno le proprie proposte. Mentre alcune aziende sono inondate di offerte allettanti, altre sono costrette ad andarsene. Ma quando un accordo viene raggiunto e firmato con una solida stretta di mano o un abbraccio affettuoso, i fan si chiedono se questi investimenti siano reali. A volte le aziende falliscono per una vasta gamma di motivi. A volte l’accordo fallisce anche dopo che hanno detto di sì in TV. Oppure, come vedrai, accadono cose ai fondatori e decidono di abbandonare l’azienda. Tutto è possibile.

ANNUNCIO

ARTICOLI CORRELATI

Dove guardare “Shark Tank” Stagione 14 Episodio 1? La ABC girerà lo spettacolo LIVE davanti al pubblico in studio

Da $ 1 milione a $ 209 milioni: come Scrub Daddy è diventato il prodotto più venduto emerso da “Shark Tank”

ANNUNCIO

Gli affari fatti su “Shark Tank” sono reali?

L’iconico spettacolo della ABC in cui gli imprenditori si rivolgono a investitori famosi fa sì che alcuni imprenditori si allontanino con contratti che cambiano la vita. Tuttavia, dopo le riprese, tali accordi di stretta di mano spesso cambiano o si rompono. FORBES ha scoperto nel 2016 che 319 aziende hanno accettato accordi in onda durante le prime sette stagioni di “Shark Tank”. Hanno intervistato 237 di quei proprietari di società e hanno scoperto che il 73% non ha ricevuto l’accordo particolare che era stato promesso in televisione. Tuttavia, termini modificati o accordi morti non segnano inevitabilmente la morte di un’impresa; per molti dei concorrenti con cui hanno parlato, la pubblicità della partecipazione allo spettacolo valeva più dell’accordo.

ANNUNCIO

Circa il 43% degli intervistati da FORBES ha affermato che i loro accordi non sono avvenuti dopo lo spettacolo. Lo hanno attribuito a Sharks che ha rinunciato all’accordo o ha modificato i termini in base alle proprie esigenze. Altri si sono ritirati dai negoziati dopo aver ricevuto i termini con termini sfavorevoli. E ogni tanto gli affari si concludevano amichevolmente. Un altro 30% degli intervistati FORBES ha dichiarato che l’importo delle azioni e dell’investimento fornito in onda è cambiato dopo le riprese, ma ha comunque deciso di accettare la proposta. Secondo loro, i cambiamenti si verificano frequentemente durante le negoziazioni o la due diligence, che è un’indagine su una persona o un’azienda prima di firmare un accordo.

ANNUNCIO

Robert Herjavec spiega perché gli affari non si chiudono sempre

“Shark Tank” è diventato un pilastro della ABC Friday night, attirando spettatori di tutte le età. Le prime stagioni del reality show, iniziato nel 2009, presentavano imprenditori inesperti con le acque agitate del Tank e cosa si aspettavano da loro gli Sharks. Robert ha detto che uno dei motivi principali per cui molti accordi sono falliti era la mancanza di esperienza e ha ricordato una delle sue prime collaborazioni nello show.

ANNUNCIO

Nel 2021, Robert ha detto a The Motley Fool: “Cambia di anno in anno. In generale, probabilmente circa il 50% degli affari si chiude. Con il procedere dello spettacolo, il motivo per cui non chiudono è cambiato…. Non lo farò mai dimentica questa famosa storia, c’è un’azienda in cui abbiamo investito chiamata ChordBuddy. Il ragazzo era un bravo ragazzo, un grande imprenditore…. Il mio team lo contatta e dice: ‘Puoi inviarci il tuo rendiconto finanziario?'” Robert si aspettava ricevere una descrizione formale delle finanze dell’imprenditore, ma non era così. “Non esagero: si è presentata una scatola di ricevute” ha scherzato la star di ‘Shark Tank’. “Letteralmente una scatola di ricevute, e noi siamo tipo, ‘Dov’è il tuo conto economico? Sei controllato?’ Era tipo, ‘Cos’è quello?'”

ANNUNCIO

L’affare più costoso chiuso su “Shark Tank”

Gli investitori di
Gli investitori di “Shark Tank” Lori Greiner e Kevin O’Leary acquistano il Team Vengo (ABC)

The Ask: $ 2.000.000 per il 12,5% ($ 16.000.000)
L’offerta: $ 2.000.000 di debito di rischio, per il 3% di capitale proprio

ANNUNCIO

Quando i fondatori di Vengo Labs Brian Shimmerlik e Steven Bofill sono entrati in “Shark Tank” nel 2016, la loro presentazione si è rivelata un’idea imprenditoriale eccezionalmente attraente per gli Sharks. Brian e Steven hanno classificato un dispositivo Vengo come un distributore automatico a parete che vende una varietà di prodotti mentre fa pubblicità su uno schermo video incorporato. I fondatori di Vengo credevano che il loro minuscolo distributore automatico a parete fosse un vincitore, quindi hanno valutato la loro azienda a $ 16 milioni. Brian e Steven sono entrati nel serbatoio dopo aver ottenuto 3,4 milioni di dollari in denaro iniziale per sostenere la produzione delle unità Vengo per chiedere un investimento di 2 milioni di dollari in cambio di una partecipazione del 12,5%. In una rara collaborazione con “Shark Tank”, Lori Greiner e Kevin O’Leary hanno messo a disposizione i 2 milioni di dollari e alla fine hanno condiviso un investimento del tre percento per i ragazzi di Vengo poiché l’idea sembrava così redditizia. Da allora la società ha ricevuto più denaro da noti investitori come Gary Vaynerchuk e Tony Hsieh, che si sono uniti all’obiettivo di Vengo di rivoluzionare il mercato dei distributori automatici.

ANNUNCIO

Qual è stato il prodotto Shark Tank più popolare fino ad oggi?



The Ask: $ 200.000 per il 5%
L’offerta: $ 200.000 per una quota del 17,5%.

Bombas è l’offerta più redditizia di “Shark Tank” in termini di metriche di vendita a vita, fondi raccolti dal programma e performance di vendita post-show. Dopo che l’episodio “Shark Tank” su Bombas è andato in onda nel 2014, durante il quale i proprietari dell’azienda hanno raccolto $ 200.000, si dice che l’attività abbia esaurito le sue azioni in sole due settimane, generando ricavi per circa $ 1,2 milioni. Da allora, Bombas ha continuato a crescere; l’azienda ha già generato un fatturato straordinario di oltre $ 225 milioni. Il prodotto principale di Bombas sono ancora i calzini, ma da allora l’azienda si è espansa in altri capi comodi come indumenti intimi, pantofole e t-shirt.

ANNUNCIO

Con oltre 3.500 Giving Partner locali a livello nazionale, Bombas ei suoi fondatori hanno donato più di 50 milioni di capi di abbigliamento, aderendo ai loro obiettivi principali di aiutare i senzatetto.

La stagione 14 di “Shark Tank” debutterà venerdì 23 settembre alle 20:00 ET/PT.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button