Google Input Output: dal 18 al 20 maggio 2016

0
476

Dal 18 maggio 2016, ossia domani avrà inizio l’evento dell’azienda di Mountain View, il Google Input Output 2016. Un evento atteso dal mondo mobile e da tutti gli sviluppatori.

Google Input Output, cos’è esattamente?

Il Google Input Output è un evento atteso da milioni di persone che durerà tre giorni orientato sopratutto verso gli sviluppatori aiutandoli nella creazioni di app mobile o web insegnando loro e facendogli conoscere tutte le informazioni per utilizzare al meglio le API e i servizi di Big G. Questo è un evento dove è difficile partecipare, difatti quest’anno i partecipanti sono stati sorteggiati in base a delle richieste specifiche per via degli anni passati dove si registravano sold-out dopo pochi minuti della messa in vendita dei biglietti. A meno che voi non siate tra i fortunati del sorteggio ecco come seguire l’evento.

Come, dove e quando guardare il Google I/O 2016

Google Input Output

Per tutti gli appassionati che vogliono assistere anche se non di persona all’evento Google Input Output, possono vederlo comodamente sul proprio divano attraverso il Live Streaming ufficiale sul sito dedicato a partire da domani 18 maggio 2016 dalle ore 19:00. Vedremo come prima protagonista ad aprire il keynote, il CEO Sundar Pichai che parlerà sicuramente della prossima relase dell’O.S. per mobile, Android N. In oltre Google permette di vedere la diretta live su YouTube in modalità 360°!

Quali saranno le novità di questo Google I/O 2016?

Come sempre Google non si smentirà e sicuramente ci stupirà, non sono trapelate molte news a riguardo quindi non ci resta che aspettare domani per scoprire il tutto. C’è un ma, in questi ultimi mesi si sta parlando molto di un unione tra Chrome OS e Android il che offrirebbe un bel servizio completo sui contenuti, arricchendo così il proprio sistema operativo desktop. Rimangono nell’incertezza Google Input OutputProject Ara e Soli che, in questi ultimi mesi sono stati solo rumors mentre invece, Project Tango sarà preso sicuramente in considerazione visto che ultimamente la realtà virtuale sta prendendo davvero molto piede in questo settore. L’unica cosa certa è che domani Google non ci deluderà e le novità non mancheranno di certo.

Facebook Comments

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY