Notizia

Grotta sepolcrale dell’era del faraone Ramesse II scoperta sulla spiaggia israeliana

In quella che gli esperti chiamano una “scoperta irripetibile”, paragonata al set di un film di Indiana Jones, il 14 settembre è stata scoperta in Israele una grotta funeraria del XIII secolo a.C. dell’epoca del faraone egiziano Ramses II.

L’ispettore della Israel Antiquities Authority (IAA) Dror Sitron è stato chiamato al Palmachim Beach National Park a Yavneh-Yam, dove durante il lavoro di routine dell’Israel Nature and Parks Authority, uno scavatore meccanico era penetrato accidentalmente nel tetto di un’antica grotta funeraria.

Sitron scese da una scala in una grotta quadrata con un pilastro centrale di supporto che sembrava congelato nel tempo. Incontrò diverse dozzine di vasi di ceramica intatti e punte di freccia di lancia di bronzo, esattamente come erano stati collocati in una cerimonia di sepoltura circa 3.300 anni fa, nella convinzione che avrebbero servito i morti nell’aldilà.

Grotta funeraria
All’interno dell’antica grotta funeraria trovata a Palmachim Beach. Il 14 settembre è stata scoperta in Israele una grotta funeraria del XIII secolo a.C. dell’epoca del faraone egiziano Ramses II.
Israel Antiquities Authority/Emil Aladjem

L’esperto dell’età del bronzo IAA Eli Yannai fa risalire la grotta alla tarda età del bronzo, prima del biblico Esodo dall’Egitto quando la città di Yavneh, allora ancora in Canaan, era sotto il controllo della 19a dinastia egizia. L’Egitto forniva condizioni sicure per il commercio internazionale lungo la costa in quel momento.

“Questi processi economici e sociali si riflettono nella grotta funeraria che contiene vasi di ceramica importati da Cipro e da Ugarit sulla costa settentrionale della Siria, nonché dalle vicine città costiere, tra cui Yafo, Ashdod, Ashkelon, Gaza e Tel Ajjul”, ha detto Yannai.

“Questa è una scoperta irripetibile”, ha detto Yannai Il Post di Gerusalemme. “Non capita tutti i giorni di vedere un set di Indiana Jones, una grotta con vasi sul pavimento che non vengono toccati da 3.300 anni. Stiamo parlando della tarda età del bronzo. Questi sono precisamente i giorni del famoso re Ramses II: quello che alcuni identificano con la storia dell’Esodo.”

I reperti della grotta includono ciotole profonde e poco profonde, alcune dipinte di rosso, insieme a calici con piedi, pentole, vasetti e lampade a olio.

I vasi di stoccaggio sono stati probabilmente fabbricati lungo le coste siriane e libanesi, ha affermato Yannai. Piccole brocche venivano utilizzate per conservare merci costose importate da Tiro, Sidone e altri porti costieri.

Grotta funeraria
Arrampicarsi nella grotta funeraria appena scoperta. I reperti della grotta includono ciotole profonde e poco profonde, alcune dipinte di rosso, insieme a calici con piedi, pentole, vasetti e lampade a olio.
Israel Antiquities Authority/Emil Aladjem

Poiché la grotta è rimasta chiusa per oltre tre millenni, la tecnologia moderna sarà in grado di recuperare preziose informazioni organiche dai manufatti e fornire un’immagine delle usanze funerarie della tarda età del bronzo.

Il direttore della IAA, Eli Eskosido, ha affermato che la notizia si è “diffusa a macchia d’olio nel mondo accademico” e che le richieste degli studiosi di unirsi all’imminente scavo si stavano riversando.

L’ha definita “una festa per il mondo archeologico e per la storia antica della terra d’Israele”.

Per ora, la grotta è stata richiusa ed è tenuta sotto sorveglianza fino a quando i funzionari non raggiungeranno un piano per il suo scavo, ha affermato l’IAA.

Prodotto in associazione con ISRAELE21c.

Questa storia è stata fornita a Newsweek da Zenger News.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button