Notizia

Guarda cosa c’è dentro la catena Sostituzione di McDonald’s in Russia

Ads

Il video del ristorante di punta che sostituisce McDonald’s a Mosca ha mostrato domenica i russi che brulicavano nella catena rinominata.

McDonald’s ha annunciato la sua uscita dal Paese il 16 maggio, quasi tre mesi dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Quando ha debuttato lì oltre 30 anni fa, la catena di fast food è stata uno dei primi marchi occidentali ad aprire un negozio prima del crollo dell’Unione Sovietica, a simboleggiare un importante momento politico e culturale. Prima della chiusura, lunghe file fuori dagli 850 ristoranti McDonald’s in Russia rispecchiavano le immagini di clienti desiderosi che si riunivano per il primo arrivo della catena a Mosca.

La società ha dichiarato in una dichiarazione il mese scorso: “La crisi umanitaria causata dalla guerra in Ucraina e il precipitare dell’ambiente operativo imprevedibile hanno portato McDonald’s a concludere che la continua proprietà dell’attività in Russia non è più sostenibile, né è coerente con I valori di McDonald’s”.

Ribattezzato McDonald's
Il video del ristorante di punta che sostituisce McDonald’s a Mosca ha mostrato domenica i russi che brulicavano nella catena rinominata. Qui, i dipendenti sono visti in un ristorante Vkusno & Tochka di recente apertura in un ex punto vendita McDonald’s il 12 giugno 2022 a Mosca, in Russia.
Collaboratore/Collaboratore/Getty Images Europe

L’attività è stata venduta all’imprenditore Alexander Govor, che domenica ha aperto le porte di una catena rinominata chiamata Vkusno & Tochka. Il nome si traduce in “Gustoso e basta”. Il video mostra folle di persone che si accalcano nel ristorante principale di Mosca, uno dei 15 locali aperti ieri nella capitale e dintorni. L’occasione doveva coincidere con il Russia Day, una festa che celebra l’orgoglio nazionale.

Il nuovo logo è un punto rosso e due linee arancioni: un hamburger stilizzato con patatine fritte. Viene fornito con uno slogan che dichiara: “Il nome cambia, l’amore rimane”. Secondo Reuters, il rebranding è stato così rapido che i negozi Vkusno & Tochka hanno riutilizzato vecchi pacchetti di ketchup e scarabocchiato il vecchio logo con inchiostro nero. Gran parte della confezione per patatine fritte, hamburger e tazze era semplicemente bianca.

Il famoso hamburger Big Mac e il dessert McFlurry erano scomparsi dal menu, poiché sono di proprietà di McDonald’s. Un hamburger di pesce ha sostituito il Filet-O-Fish. Ma crocchette di pollo, cheeseburger e sundae erano ancora disponibili a prezzi leggermente inferiori rispetto a prima.

Un doppio cheeseburger costava 129 rubli ($ 2,24 USD) rispetto ai circa 160 rubli del menu precedente. Un hamburger di pesce venduto per 169 rubli, in calo rispetto a circa 190 per un Filet-O-Fish di McDonald’s.

Leggi di più
  • La sostituzione di McDonald’s in Russia rivela il logo dopo il ritiro durante la guerra in Ucraina
  • “Bring Back the Big Mac” firma l’apertura della sostituzione di Mars McDonald’s in Russia
  • Il “De-Arching” di McDonald’s in Russia inizia quando Starbucks annuncia l’uscita

Le composizioni degli hamburger sono le stesse e i negozi utilizzano la stessa attrezzatura che avevano sotto il nome di McDonald’s. Govor ha detto a Reuters che la nuova catena prevedeva di lanciare un oggetto simile al Big Mac.

“Il Big Mac è la storia di McDonald’s. Faremo sicuramente qualcosa di simile”, ha detto. “Cercheremo di fare qualcosa di ancora meglio in modo che i nostri visitatori e ospiti apprezzino questo piatto”.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button