Notizia

I 7 modi per perdere peso e perché l’esercizio è meglio di una dieta a lungo termine

Tagliare le calorie è generalmente considerato il modo migliore per perdere peso.

Ma un nuovo studio dell’Università di Harvard suggerisce che, a lungo termine, l’esercizio fisico è il migliore e l’unico modo per mantenere basso il peso.

Come saprà chiunque abbia provato a perdere una quantità significativa di peso, perdere peso in primo luogo è il – relativamente – facile. Tenerli fuori è una sfida ancora più grande.

Ora, il primo studio che esamina in modo completo le sette “strategie di perdita di peso” (WLS) più comunemente praticate rileva che semplicemente non c’è alcun sostituto per l’esercizio, a lungo termine.

Ciò è in parte dovuto al fatto che è più difficile mantenere una dieta che continuare a fare esercizio, mentre l’esercizio fisico regolare cambia fondamentalmente il modo in cui il corpo lavora in un modo che aiuta a sostenere la perdita di peso, suggeriscono i ricercatori.

I ricercatori dell’Università di Harvard hanno studiato l’effetto di sette modi per perdere peso nel corso di tre decenni, osservando le persone che hanno perso 4,5 kg o più a causa del programma di perdita di peso scelto e concentrandosi principalmente su coloro che sono obesi e in sovrappeso.

Hanno esaminato la dieta ipocalorica, l’esercizio fisico, la dieta ipocalorica più esercizio, il digiuno, il programma commerciale di perdita di peso, le pillole dimagranti e una combinazione di digiuno, pillole commerciali e dietetiche (FCP).

E hanno scoperto che il gruppo di esercizi per l’obesità, che aveva optato per camminare, correre, andare in bicicletta e altre attività aerobiche regolari, come metodo per dimagrire, era più probabile che mantenesse il peso fuori.

Questo gruppo ha registrato un calo di peso del 4,2% in media dopo quattro anni, rispetto a una perdita di peso del 2,5% nelle persone in sovrappeso e dello 0,4% nelle persone magre.

Al contrario, le persone obese che si sono concentrate sul digiuno, sulle pillole commerciali e dietetiche (FCP) hanno perso solo lo 0,3% del loro peso nello stesso periodo, mentre le persone in sovrappeso hanno guadagnato il 2% in più e le persone magre hanno aumentato il 3,7%.

I tagliacalorie, nel frattempo, sono stati il ​​secondo gruppo di minor successo nei quattro anni tra i partecipanti obesi, una scoperta che coincide con uno studio precedente sulla rivista dell’Academy of Nutrition and Dietetics, che ha scoperto che dopo un “intervento” di un anno un gruppo di persone a dieta aveva perso 6,8 kg ma dopo un altro anno avevano riguadagnato 7,7 kg.

“Il mantenimento del peso dopo la perdita di peso è notoriamente impegnativo. Abbiamo scoperto che la maggior parte delle persone che avevano perso almeno il 5% del peso corporeo con dieta, dieta ed esercizio fisico o trattamento cognitivo comportamentale
ha riguadagnato quel peso”, ha detto Qi Sun, della Harvard TH Chan School of Public Health.

Il dottor Chan ha affermato che non è chiaro esattamente il motivo per cui l’esercizio fisico è il modo migliore per perdere peso a lungo termine, ma ritiene che sia una combinazione di praticità e scienza, ad esempio aiutando il corpo a contrastare alcuni dei processi di aumento di peso che vengono attivati ​​dopo il perdita di qualche chilo mentre cerca di compensare la perdita di calorie a cui è abituato, come bruciare energia a un ritmo più lento.

“Una serie di adattamenti fisiologici compensativi che favoriscono il riacquisto di peso sono innescati dalla perdita di peso, come l’aumento degli ormoni oressigenici (come la grelina) e l’accumulo di grasso e la diminuzione degli ormoni anoressizzanti (come leptina, colecistochinina, peptide YY) e il dispendio energetico”, Egli ha detto.

“È stato dimostrato che l’esercizio riduce il recupero di peso contrastando alcuni di questi adattamenti. Ad esempio, è stato riportato che l’esercizio fisico ripristina le perturbazioni ormonali e aumenta il dispendio energetico e l’ossidazione dei grassi.

“Inoltre, l’esercizio è stato suggerito per aiutare il mantenimento del peso interrompendo il circolo vizioso di stress e obesità [from the resulting comfort eating]. E, soprattutto, l’esercizio potrebbe essere più sostenibile”.

Ha indicato una prova separata per la perdita di peso nel Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics, che ha mostrato che il 44% dei partecipanti al gruppo di esercizi ha riferito di fare esercizio spesso dopo aver iniziato a cercare di perdere peso, ma solo il 6,7% nella dieta il gruppo ha riferito di aderire spesso alle raccomandazioni dietetiche.

David Ray, professore di endocrinologia all’Università di Oxford, che non è stato coinvolto nella ricerca, ha affermato che lo studio è stato “importante e ben fatto… Il guadagno in effetti che si ottiene con l’esercizio è potente”.

Avverte che lo studio è “osservazionale”, il che significa che potrebbero esserci altri motivi per la perdita di peso oltre ai metodi utilizzati dai partecipanti per perdere peso. Ma dice che i ricercatori si sono preoccupati di tenere conto dei fattori “confondenti” dove possono, per stabilire una causa-effetto il più chiara possibile.

I ricercatori hanno utilizzato i dati su quasi 200.000 persone di età compresa tra 24 e 78 anni da tre studi di lunga durata tra il 1988 e il 2017.

Lo studio ha anche mostrato che gli individui con obesità che hanno tentato di perdere peso, indipendentemente dai WLS utilizzati, tendevano ad aumentare di peso corporeo e ad avere un rischio di diabete inferiore.

Emma Elvin, consulente clinico senior di Diabetes UK, ha dichiarato: “Vivere con sovrappeso o obesità sono importanti fattori di rischio per il diabete di tipo 2, ma mentre aumentare i livelli di esercizio può aiutare con la perdita di peso, questo da solo non è il modo più efficace per perdere peso. Tuttavia, con il giusto supporto, attraverso interventi combinati sullo stile di vita che includono dieta, attività fisica e perdita di peso, fino alla metà dei casi di diabete di tipo 2 può essere prevenuta o ritardata”.

“È importante ricordare che non esiste una dieta ‘taglia unica’ per le persone che convivono o sono a rischio di diabete di tipo 2. Diete come quelle a basso contenuto di carboidrati o mediterranee possono aiutare alcune persone con oa rischio di diabete di tipo 2 a perdere peso, ma alla fine la dieta migliore è quella nutrizionalmente equilibrata, a cui puoi attenersi a lungo termine.

“Se vivi con il diabete di tipo 2 e stai pensando di apportare modifiche alla tua dieta o all’attività fisica, è importante farlo con il supporto degli operatori sanitari. Per le persone a rischio di diabete di tipo 2, il tuo team sanitario può indirizzare verso adeguati programmi di supporto e prevenzione”, ha affermato.

La ricerca è pubblicata sulla rivista PLOS Medicine.

Come sono andati i sette tipi di strategia di perdita di peso dopo quattro anni tra le persone obese (dal migliore al peggiore):

1 Esercizio

2 Dieta ipocalorica ed esercizio fisico

3 Pillole dietetiche

4 Digiuno

5 Programma di perdita di peso commerciale

6 Dieta ipocalorica

7 Pillole di digiuno, commerciali e dietetiche (FCP)

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button