Divertimento

I cardinali avevano “voto di primo turno” su Free-Agent CB

Ads

Getty I Cardinals credono di aver firmato un “rubare” per interpretare CB insieme a Marco Wilson e Byron Murphy Jr.

Cornerback è ancora considerato una posizione di preoccupazione per gli Arizona Cardinals dopo che non è stato fatto molto per affrontare il punto durante il draft NFL 2022. Le uniche mosse fatte prevedevano l’attesa fino al settimo round per selezionare un cornerback, prima di aggiungere un paio di angoli dal pool non draftato.

Non sembra abbastanza per una squadra colpevole di aver consentito ai quarterback avversari di completare il 65,4% dei loro passaggi la scorsa stagione. I Cardinals si arresero anche 30 touchdown in aria.

Il vicepresidente del personale dei giocatori Quentin Harris non è preoccupato, però. Non quando crede che i Cards abbiano ottenuto un “rubare” in free agency firmando un cornerback in cui la squadra era in alto prima del draft 2020.

TUTTE le ultime notizie sui Cardinals direttamente nella tua casella di posta! Unisciti alla newsletter di Heavy on Cardinals qui!

I cardinali hanno dovuto aspettare il talento al primo turno

Harris è apparso di recente nel podcast di The Dave Pasch per discutere di una varietà di argomenti, incluso l’arrivo del veterano di copertina Jeff Gladney. Harris ha parlato della firma, dicendo a Pasch (h/t Jess Root di Cards Wire): “Sentiamo come se fosse un altro furto. Avevamo un voto al primo turno su di lui”.

Le carte potrebbero aver valutato Gladney degno al primo round, ma alla fine hanno scelto il linebacker Isaiah Simmons con l’ottava scelta assoluta. Gladney è stato lasciato ad aspettare fino alla 31a scelta per sentire il suo nome chiamato dai Minnesota Vikings.

Sebbene non abbia intercettato alcuna intercettazione da rookie, Gladney ha effettuato 81 contrasti, di cui 57 soste da solista, e ha rotto tre passaggi. Ha anche forzato un fumble contro gli Atlanta Falcons nella settimana 6 della sua stagione di debutto:

Durò solo una stagione in Minnesota, prima che i Vikings liberassero Gladney dopo che il giocatore era stato incriminato da un gran giurì del Texas per aggressione criminale a una donna. Gladney è stato assolto a marzo quando una giuria di Dallas “ha deliberato per meno di due ore prima di emettere all’unanimità un verdetto di non colpevolezza”, secondo Aaron Wilson di Pro Football Network.

I Cardinals si sono trasferiti per firmare un contratto biennale con Gladney mercoledì 16 marzo. Harris ha detto a Pasch che eventuali “problemi fuori campo sono stati risolti”, secondo Root.

Quello che Harris spera di avere è qualcuno che non solo migliora la profondità in una posizione traballante, ma si adatta anche agli schemi del coordinatore difensivo Vance Joseph: “Stiamo ottenendo un giovane giocatore nel nostro edificio. La profondità è stata una preoccupazione l’anno scorso, quindi penso che l’abbiamo affrontato aggiungendolo. È un tipo da press-corner e sai (coordinatore difensivo Vance Joseph) gli piace giocare a difesa maschile. Ma anche questo ragazzo è intelligente. Quando gli chiediamo di entrare nelle zone, mostra l’attitudine per questo”.

Gladney ha il talento per adattarsi al conto, anche se la maggior parte dei suoi momenti salienti risalgono ancora a questo periodo al TCU, dove ha registrato cinque intercettazioni e rotto 31 passaggi durante le sue ultime tre stagioni al campus, secondo Sports Reference.

È realistico aspettarsi che Gladney sia un fattore insieme agli angoli in carica Byron Murphy e Marco Wilson in questa stagione. Tuttavia, non si può negare che la profondità sia ancora un’area di preoccupazione.

CB Profondità ancora sospetta

Wilson, Murphy e Gladney sono un intrigante gruppo di principianti, ma dietro di loro c’è una scarsità di talento. Antonio Hamilton e il settimo rounder Christian Matthew potrebbero essere raggiunti dal rookie free agent Darrell Baker Jr., che è stato scelto da Brent Sobleski di Bleacher Report come il giocatore non draftato con le migliori possibilità di entrare nel roster dei Cards.

Oltre a Baker, i Cardinals hanno anche firmato l’ex Boise State DB Kekaula Kaniho dopo il progetto, secondo Arizona Sports 98.7 FM. Non c’è da meravigliarsi se ci sono quelli che credono che le carte dovrebbero entrare nel mercato dei veterani per alcuni rinforzi più collaudati.

Tra questi, Andy Kwong di Revenge of the Birds di SB Nation crede che l’ex titolare dei New York Giants James Bradberry sarebbe una firma intelligente:

Non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante avere più profondità nel roster. Gli #AZCardinals dovrebbero assolutamente esplorare la firma di James Bradberry. Penso che il loro attuale set di CB vada bene, ma la posizione può sicuramente essere migliorata. Bradberry completerebbe la loro stanza CB https://t.co/oFQ3vcvcuR

— Andy Kwong (@akwong31) 9 maggio 2022

Un’alternativa è offerta da Lou Scataglia di Fanside, che scrive per la NFL Spin Zone e consiglia ai Cardinals di ingaggiare l’ex coverman dei Chicago Bears e dei Denver Broncos Kyle Fuller, che “ha ancora un sacco di valore come CB2”.

Fuller e Bradberry sono entrambe buone opzioni per una stanza di cornerback che non sembrerà completa a meno che il direttore generale Steve Keim non aggiunga almeno un uomo di copertura esperto per correggere l’evidente debolezza della difesa della scorsa stagione.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button