Notizia

I film di Carry On sono più progressisti di quanto ricordiamo, anche la scena del reggiseno scoppiato

Ads

Incaricato di scrivere un libro sul Proseguire serie per celebrare il 30° anniversario della sua uscita finale, ho trascorso un primo lockdown molto surreale nascosto nel caos del mondo esterno, armato solo di un cofanetto di 31 film e una penna pronta a offendersi per qualsiasi sessismo, razzismo, bigottismo e sfruttamento che mi aspettavo dall’inizio.

Tranne che non era quello che ho visto. Tra la risatina contagiosa di Sid James, la risatina cospirativa di Barbara Windsor e tutto il necessario caos impertinente della serie, è diventato presto evidente che questi film erano molto più intelligenti, più sottili e persino più progressisti di quanto non fossi mai stato portato a credere.

Dalla penna dello scrittore Norman Hudis, i primi quattro Proseguire film – Sergente, Infermiera, Insegnante e Agente – tutti hanno disegnato ritratti affettuosi ma ironici delle istituzioni nazionali, rispettivamente dell’esercito, del SSN, del sistema educativo e delle forze di polizia.

In ciascuno di questi film, le gerarchie patriarcali e di classe abbondano proprio come facevano (e fanno) nella vita reale, ma sullo schermo vengono rapidamente minate da eventi e personaggi.

Che si tratti di sergenti dell’esercito che fanno tutto il lavoro mentre i loro colonnelli sonnecchiano, un ispettore di polizia altezzoso che finisce supino nel proprio laghetto in giardino, insegnanti che devono interrompere il lavoro per ispettori accademici, pazienti ospedalieri svegliati per controllare il loro benessere (o un uno particolarmente roboante punito con un narciso posizionato con cura), questi film assicurano che la pomposità sia costantemente puntata, i tentativi di sfruttamento confusi e lo status quo dell’establishment messo in discussione.

In Continua insegnanteKenneth Williams fa un punto furbo sulla punizione corporea, chiedendosi perché “si piega un bambino in due per dargli un carattere retto” mentre, in AgenteHattie Jacques riflette: “Strano, non credi, che l’unica recluta efficiente sia una donna?”

Infatti, mentre il caos è sempre causato da un gruppo di uomini-popolo inetti ma ben intenzionati, la giornata è invariabilmente salvata dalle loro controparti femminili o subalterne. Per una serie castigata per la sua oggettivazione delle donne, ancora e ancora sono i personaggi femminili che fanno funzionare queste istituzioni senza intoppi: dalle infermiere efficienti che continuano a gestire i reparti ospedalieri mentre i loro colleghi anziani inciampano sui loro stetoscopi, al personale femminile di Vai avanti tassista che girano intorno alla loro azienda rivale. Questo non dovrebbe sorprendere, davvero, quando uno dei piloti di quest’ultimo è Charles Hawtrey, che ha dovuto imparare a guidare in tre settimane e ha superato il test solo il venerdì prima dell’inizio delle riprese.

Anche quando il successo dei primi film ha spinto i produttori a fare un salto di qualità ed entrare in un mondo di parodia dal budget (leggermente) più grande, quello che chiamo “l’età dell’oro” Proseguire che comprende Spionaggio, Cleo, Cowboy, Urlando! e Medico – quei valori sono rimasti intatti. Non c’è bisogno di citare il coronamento della gloria del Giulio Cesare di Kenneth Williams e la sua “infamia, infamia” per rendersi conto che, ancora una volta, il pomposo potere nelle mani del Proseguire l’equipaggio si rivela comicamente impotente.

E poi c’è l’incredibilmente intelligente Continua il Khyber, i cui commenti satirici sul tramonto del sole sull’Impero Britannico corrispondono a qualsiasi cosa il team dei Monty Python avrebbe potuto immaginare, pur continuando a fornire le battute che ci aspettavamo. “Chi è quello sul trono? Quello è il Khasi!”

Un anno dopo, nel 1969, venne probabilmente il più famoso, certamente memorabile, Proseguire scena su tutte, quando la “scolaretta” Barbara perde il top durante la scena di PE di Campeggio. Mentre una generazione di scolari all’epoca ha trovato gli occhi sui steli, agli occhi moderni è chiaro che il personaggio è rimasto sempre sotto l’occhio protettivo della signorina Haggard (interpretata da Hattie Jacques), e l’unica persona in un vero pericolo era Il terrorizzato dottor Soaper di Kenneth Williams.

Più tardi, nel 1992, abbiamo avuto il tanto sbattuto Continua Colombo che in realtà ha fatto molto meglio al botteghino di quanto i critici vorrebbero far credere, e che ha visto Jim Dale come l’esploratore del titolo che si dirigeva verso le coste del Nuovo Mondo. I realizzatori hanno chiarito chiaramente dove si doveva trovare la forza intellettiva, e non era con gli europei. Hanno anche avuto una parte sfacciata sul Secondo Emendamento: “Ognuno ha il diritto di portare una pistola, se può permettersela”.

Tra quei due reggilibri giaceva l’era più complicata di Proseguire. Certamente, nessuno dei due Continua InghilterraEmanuele resistere a una nuova visione, cercando e fallendo di competere con la serie Confessions e altri titoli osceni dell’epoca. Più successo sono stati All’estero e Ragazze, che hanno approfondito rispettivamente il mondo contemporaneo dei pacchetti vacanze e dei concorsi di bellezza, deliziandosi sia del loro glamour che dell’assurdità. E prima di loro, il cast e la troupe così spesso derisi per la loro visione semplicistica e ristretta del mondo che ci hanno portato Continua a tuo piacimentoun film inizialmente non amato ma ora molto rispettato che prende in giro la pedanteria sindacale in un mondo di Boggs (il proprietario della fabbrica di servizi igienici, per non dimenticare).

Nel corso della stesura di questo libro, mi è stato spesso chiesto: potrebbe il Proseguire film da fare adesso? Ovviamente la risposta è no. La logistica di reclutare più e più volte lo stesso cast di A-list sarebbe proibitiva e i parametri di ciò che consideriamo umoristico sono cambiati per sempre. In questi giorni ci si offende molto più facilmente e, d’altra parte, più liberi di dire esattamente quello che ci piace. Quella magica finestra del doppio senso: il divario tra ciò che è stato detto e ciò che era destinato a un pubblico esperto navigato dal Continua – ha chiuso definitivamente.

Quindi no, non accadranno di nuovo e nemmeno dovrebbero. Ma ciò non significa che non possiamo meravigliarci che siano mai esistiti in primo luogo, e provare nuovo piacere sia per la loro impertinenza che per la loro abilità spesso trascurata nel rappresentare la nostra società in tutte le sue gloriose incongruenze.

Continua a prescindere: arrivare in fondo alle commedie preferite della Gran Bretagna di Caroline Frost è pubblicato da White Owl a £ 20.
L’evento di lancio ufficiale è il 19 maggio al Chiswick Cinema. I biglietti includono una proiezione di filmati esclusivi dell’intervista con le stelle e una copia autografa del libro.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button