Notizia

I medici avvertono che l’assistenza sanitaria di base si sta rapidamente spostando verso un sistema a due livelli mentre i fornitori privati ​​colmano le lacune del SSN

L’assistenza sanitaria di base si sta muovendo rapidamente verso un “sistema a due livelli”, poiché i fornitori privati ​​si stanno adoperando per colmare le crescenti lacune nell’offerta del SSN, i medici avvertono per coloro che possono permetterselo.

Sono preoccupati che l’assistenza sanitaria di base nel Regno Unito stia seguendo lo stesso percorso dell’odontoiatria, dove ampi segmenti della popolazione hanno scoperto di non essere in grado di accedere a nessun medico del SSN.

Nel frattempo l’alternativa privata va a gonfie vele. Lo ha detto il capo dell’Independent Healthcare Providers Network (IHPN). io che alcuni dei suoi membri hanno segnalato una “crescita a due cifre” della domanda per i loro servizi di GP a pagamento.

Giovedì il nuovo segretario per la salute e l’assistenza sociale Thérèse Coffey ha annunciato l’intenzione di offrire a tutti i pazienti un appuntamento non urgente entro due settimane e orari urgenti lo stesso giorno, con i pazienti in grado di confrontare le prestazioni degli interventi chirurgici locali. Ma i nuovi dati del NHS pubblicati lo stesso giorno hanno mostrato che il numero di medici di famiglia permanenti che lavorano in tutta l’Inghilterra è diminuito di anno in anno per il terzo mese consecutivo.

E, come per l’odontoiatria, l’arretrato causato dalla pandemia di Covid ha solo peggiorato la situazione.

La dott.ssa Lizzie Toberty, medico di base del gruppo di lobbying di base Doctors’ Association UK, ha avvertito martedì scorso, in una lettera alla signora Coffey, che fino a 16 milioni di pazienti potrebbero perdere il proprio medico di famiglia nel prossimo decennio a causa di una “perdita irreversibile” della capacità di assistenza primaria . E ora avverte delle forze di mercato che di conseguenza prenderanno il sopravvento.

“Coloro che possono pagare pagheranno per accedere a un medico di famiglia”, ha detto. “Ma i costi sembrano fuori portata per la maggior parte delle persone normali. Ciò che mi preoccupa ora nella medicina generale e nell’assistenza secondaria è che l’accesso sta diventando così difficile da far aumentare il costo delle cure private e che vedremo molto rapidamente un’assistenza sanitaria a due livelli”.

Lei disse io c’erano timori che la situazione sarebbe diventata “simile a quella in odontoiatria”: “Per cui se hai un ambulatorio medico in grado di fornire assistenza NHS, allora è fantastico, ma non sarà della stessa qualità che viene fornita privatamente. E puoi già vedere un’enorme crescita nel numero di fornitori privati ​​​​primari e secondari.

“Sono molto preoccupato per i nostri pazienti anziani e per quelli con molteplici problemi di salute che hanno davvero bisogno di quella continuità dallo stesso medico di famiglia”.

I fornitori della comunità che forniscono servizi di odontoiatria specializzata del NHS, offrendo principalmente cure a gruppi vulnerabili di adulti e bambini, hanno da tempo sollevato preoccupazioni per gli arretrati.

Dicono che il sistema a due livelli dell’odontoiatria – in cui coloro che possono permetterselo pagano per le cure mentre coloro che non possono affrontare attese più lunghe e il deterioramento della salute – sta aumentando le disuguaglianze sanitarie mentre aumenta anche la pressione su altre parti di un SSN già teso, mentre le persone che soffrono cercano aiuto dalle cure urgenti.

Ora ci sono segnali crescenti di un approccio simile nell’assistenza sanitaria di base. Le pratiche di GP private stanno diventando uno spettacolo sempre più comune nelle città delle strade principali del Regno Unito, da Newport ad Aberdeen.

Uno che ha aperto a Lytham St Anne’s, nel Lancashire, durante l’estate, rilevando la filiale locale di una banca, offre una consulenza telefonica per £ 85, una consulenza faccia a faccia per £ 130 e una visita a domicilio per £ 180, tra gli altri opzioni. Come la maggior parte dei fornitori privati, promette consulenze in giornata.

La dott.ssa Stephanie Ooi, un ex medico di base del SSN che ora lavora per My Healthcare Clinic a Londra, un’azienda che offre ai pazienti “prezzi a consumo” e “piani di abbonamento”, prevede che la crescita continuerà a soddisfare la domanda dei pazienti.

“Penso decisamente che stiamo vedendo più fornitori privati ​​rispetto a pochi anni fa”, ha detto. “Tradizionalmente, quando si pensa alla medicina privata, la gente pensa agli ospedali privati, come Harley Street, e alle visite specialistiche. Ma ora si sta estendendo alle cure primarie.

“Ciò è dovuto a molteplici ragioni: in primo luogo, dal punto di vista di un medico sul motivo per cui le persone le stanno installando, alla fine vedono che il servizio NHS è piuttosto sopraffatto. Storicamente lo è stato e anche dopo il Covid ora è anche peggio. C’è anche la domanda lì: persone che vogliono trovare un accesso più rapido, quindi c’è una lacuna nel mercato per questo. La gente vuole occupare quei posti e andare anche in clinica.

“Inoltre, lavorare anche all’interno del SSN può essere davvero difficile e impegnativo. Questo non vuol dire che anche il lavoro privato non sia impegnativo, è solo un volume di carico di lavoro diverso con appuntamenti di 20 minuti che mi consentono di trascorrere più tempo con meno pazienti”.

David Hare, amministratore delegato dell’IHPN, ha dichiarato: “I nostri membri che forniscono servizi di GP privati ​​stanno segnalando una crescente domanda di pazienti, con un certo numero di fornitori che hanno registrato una crescita a due cifre dall’inizio della pandemia.

“Ciò include un numero crescente di persone che accedono ai servizi di GP privati ​​attraverso i loro datori di lavoro, con i pazienti che beneficiano di un mix di appuntamenti digitali e di persona, nonché di un rapido accesso ai test diagnostici e allo screening”.

Nel febbraio 2020, nel tentativo di invertire la stasi nei numeri dei medici di base, il governo ha annunciato una campagna per reclutare altri 6.000 entro il 2024. Tuttavia, i ministri hanno ammesso che è improbabile che l’obiettivo venga raggiunto.

Il professor Martin Marshall, amministratore delegato del Royal College of GPs, ha affermato che le cure primarie non sono mai state così dure nei 30 anni in cui è stato medico. Ha invitato il primo ministro Liz Truss a fare della medicina generale “una priorità assoluta” se è seriamente intenzionata a garantire che il SSN rimanga sostenibile per fornire cure ai pazienti ora e in futuro.

Il Dipartimento della salute e dell’assistenza sociale afferma che ora ci sono quasi 1.500 medici equivalenti a tempo pieno in più che lavorano nella medicina generale rispetto al 2019 e che un record di 4.000 nuovi studenti hanno iniziato a formarsi come medici di famiglia l’anno scorso. Il governo ha messo a disposizione 520 milioni di sterline per migliorare l’accesso ed espandere la capacità di medicina generale durante la pandemia e ha affermato che sta spendendo 1,5 miliardi di sterline per creare 50 milioni di appuntamenti in più per il medico di base entro il 2024.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button