Notizia

Il Cremlino firma accordi su 4 regioni ucraine che si uniscono alla Russia

Quello che segue è il riassunto e la traduzione di NewsGuard delle principali notizie dal canale televisivo di stato russo Channel One. NewsGuard presenta queste storie nell’ordine in cui appaiono nel programma. NewsGuard condivide questo riepilogo come parte della nostra missione di monitorare e segnalare tutte le categorie di disinformazione, inclusa la disinformazione russa. Tieni presente che questi riepiloghi delle trasmissioni della TV di stato russa possono contenere falsità o propaganda e NewsGuard non li controlla per l’accuratezza o l’equilibrio.

Putin allegato Regioni dell'Ucraina
Il presidente russo Vladimir Putin parla durante un concerto a sostegno dell’annessione di quattro regioni ucraine alla Piazza Rossa, il 30 settembre 2022, a Mosca, in Russia. I leader separatisti delle annesse regioni di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhya dell’Ucraina sono arrivati ​​​​a Mosca per firmare documenti congiunti.

Il Cremlino firma accordi su 4 regioni della Federazione che si uniscono alla Russia

C’è una nuova pagina nella storia del nostro Paese. Le repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, Zaporozhye e Kherson sono insieme alla Russia per sempre. Il Cremlino ha firmato accordi sull’ingresso di quattro sudditi della Federazione nel nostro stato.

L’accordo sarà ratificato alla Duma di Stato e al Consiglio della Federazione, ma già milioni di persone a Donetsk e Mariupol, a Lugansk e Kherson, a Melitopol e Berdyansk, sono russi. Hanno mostrato al mondo intero qual è la volontà delle persone. E hanno combattuto fino alla morte per i loro ideali.

Un destino comune, una storia millenaria, un legame spirituale con il nostro Paese: tutto questo è alla base della scelta che queste persone hanno fatto. (Presidente russo) Vladimir Putin ne ha parlato nella Sala di San Giorgio (del Cremlino). Nel suo intervento, il presidente ha osservato che ora stiamo “combattendo per un percorso equo e libero, prima di tutto per noi stessi”.

Denis Pusholin, capo della Repubblica popolare di Donetsk, ha dichiarato: “Siamo stati allineati con Mosca e per noi Mosca è sempre stata la capitale della nostra madrepatria”.

Gli specialisti lavorano nelle regioni liberate di Zaporozhye, Kherson, Donbas

Specialisti provenienti da tutta la Russia hanno instaurato da tempo una vita pacifica nelle aree del Donbas, Zaporozhye e Kherson, dove non ci sono militanti. Stanno restaurando e costruendo case, scuole, asili nido, ospedali, tutto ciò che i nazionalisti hanno distrutto per molti anni.

Due centri medici multifunzionali sono stati creati a tempo di record a Mariupol e Lugansk, con attrezzature e stanze moderne. Sempre più famiglie ricevono le chiavi dei nuovi appartamenti. Naturalmente, con l’avvicinarsi del freddo, si lavora più attivamente per ripristinare l’approvvigionamento idrico e termico. Molte strutture richiedono riparazioni importanti a causa degli scioperi dell’esercito ucraino. Ma i nostri specialisti stanno affrontando e continuano a lavorare anche sotto i bombardamenti.

Leggi di più
  • Putin Ally Kadyrov sta mandando i suoi figli adolescenti, uno solo di 14 anni, in prima linea
  • Gli alleati di Putin sono divisi su quando usare le armi nucleari nella guerra in Ucraina
  • Marjorie Taylor Greene spinge la teoria Putin non dietro il sabotaggio di Nord Stream

Gli Stati Uniti rispondono alla domanda di Zelensky sull’ingresso accelerato nella NATO

Dopo la cerimonia della firma al Cremlino, sono trascorse solo poche ore quando il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha deciso di nuovo di aderire alla NATO: ha inviato una domanda per l’ingresso accelerato nell’alleanza. E come previsto, in risposta, fu allontanato dal cancello.

(Presidente degli Stati Uniti Joe) Il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, è stato breve e schietto: “Ora”, ha detto, “non è un buon momento”. Il fatto che non ci sarà un momento adatto per l’adesione dell’Ucraina alla NATO è stato a lungo chiaro a tutti tranne che a Zelensky.

Jens Stoltenberg, Segretario generale della NATO, ha dichiarato: “Abbiamo un aggressore, la Russia, e abbiamo un paese vittima di un’aggressione, l’Ucraina. Questo è il motivo per cui sosteniamo così chiaramente l’Ucraina. Le annessioni illegali del territorio ucraino non lo fanno t cambiare la natura di questa guerra”.

Secondo la stampa americana, la richiesta di Zelensky per l’ingresso accelerato nella NATO è stata una spiacevole sorpresa per Washington, che ha subito chiarito che era una cattiva idea.

(Presidente della Camera) Nancy Pelosi ha detto: “questo è un grande progetto. Vinciamo la guerra ora”. Sullivan ha affermato: “la nostra opinione è che il modo migliore per sostenere l’Ucraina è fornire supporto pratico al suo esercito e che il processo a Bruxelles dovrebbe essere ripreso in un momento diverso”.

Reclute in formazione presso i centri di addestramento del Ministero della Difesa

Migliaia di uomini sono pronti a schierarsi in Russia per difendere quella che ora è la loro stessa terra. Continua la mobilitazione parziale. Ci sono anche molti volontari, quelli che sentono di non poter essere solo un osservatore nelle condizioni attuali, ma che vogliono agire ed essere utili.

Nei centri di addestramento del Ministero della Difesa e nei campi di addestramento di tutto il Paese, questa settimana è iniziata la formazione attiva delle reclute: coordinamento del combattimento, tiro e assistenza medica. Stanno imparando alcune cose da zero; ad esempio, come controllare i droni.

E, naturalmente, il processo di mobilitazione parziale deve essere organizzato senza intoppi. Questa settimana, il presidente (Putin) ha stabilito il compito di correggere le carenze. Nuovi chiarimenti su chi è soggetto alla leva vengono regolarmente rilasciati. Il ministero della Difesa e le autorità locali stanno verificando come sta andando tutto, e sulle condizioni di vita del personale mobilitato.

Un ufficiale ha detto: “L’atmosfera è molto buona. Ci stiamo aiutando a vicenda. Ci sono molti ufficiali militari che danno consigli pratici. In termini di coloro che evadono, che non hanno un desiderio [to serve], non abbiamo bisogno di loro.” Un ufficiale in addestramento ha detto: “Ho chiamato mio fratello e gli ho detto che la madrepatria ci sta chiamando, dobbiamo compiere il nostro dovere. Ha detto di sì, raccogliamo le nostre cose e andiamo”.

Sabotaggio dell'oleodotto Nord danneggiato
In questa foto fornita dalla guardia costiera svedese, il rilascio di gas proveniente da una perdita sul gasdotto Nord Stream 2 nel Mar Baltico il 27 settembre 2022. Una quarta perdita è stata rilevata nei gasdotti sottomarini che collegano la Russia all’Europa dopo esplosioni sono state segnalate la scorsa settimana per sospetto sabotaggio.

Putin chiama attacco al Nord Stream 2 atto di terrorismo internazionale

Non è solo un sabotaggio, ma un atto di terrorismo internazionale. Così Putin ha descritto l’attacco ai gasdotti russi del sistema Nord Stream.

Gli anglosassoni, secondo il presidente, hanno effettivamente iniziato a distruggere la struttura energetica europea. Mentre i paesi baltici ribollevano da giorni per i gasdotti fatti saltare in aria, i politici europei confusi sembrano riluttanti a cercare la verità. Ma la traccia americana è già così evidente che è semplicemente impossibile coprirla. Il patron d’oltremare ha privato i paesi europei della speranza di utilizzare il gas russo. E i politici europei sembrano pronti a giustificare pubblicamente il loro mecenate.

Il segmento presenta una clip di un ex senatore degli Stati Uniti, che afferma: “Un obiettivo significativo degli Stati Uniti nel promuovere questa guerra con la Russia in Ucraina è stato l’eliminazione del Nord Stream 2, per rafforzare la sua capacità di vendere gas all’Europa”.

Proteste di massa in Europa a causa dell’aumento dell’inflazione, che si avvicina all’inverno

Fame, freddo e umiliazione. In quasi tutto il Vecchio Mondo si stanno svolgendo massicce proteste di strada. Le persone sono stanche di pagare somme esorbitanti per i servizi pubblici e il cibo e chiedono salari più alti. Ma finora, stanno aumentando solo i prezzi nei negozi e i tassi sui mutui. L’inflazione ha raggiunto un livello record. Il sogno americano è sempre più irraggiungibile. Col passare del tempo, la situazione diventa solo più difficile; devono ancora sopravvivere all’inverno in qualche modo.

Un manifestante a Londra ha detto: “Sono qui perché quello che sta succedendo alla gente comune nel Regno Unito è un disastro. Le persone sono completamente al punto di rottura. Hanno avuto un decennio o più di salari stagnanti e ora una crisi economica. Persone non può farcela”.

Un altro manifestante a Londra ha detto: “Non voglio semplicemente sopravvivere, voglio vivere, come tutti questi lavoratori. Ora dobbiamo sbarcare il lunario, quindi non abbiamo altra scelta che protestare”.

Un corrispondente di Channel One ha affermato: “I mutui a buon mercato sono la base su cui poggia il benessere economico di molti paesi occidentali e, soprattutto, degli Stati Uniti. Possedere una casa con un bel prato e un barbecue nel cortile è l’incarnazione di questo sogno americano più amato. Tuttavia, ora questo sogno per molte famiglie è diventato irrealizzabile, irraggiungibile”.

Il segmento presenta una clip della CNBC, in cui un proprietario di casa ha affermato: “Vogliamo acquistare una casa più grande, quindi c’è spazio per tutti, ma il nuovo [mortgage] il tasso lo rende semplicemente impossibile”.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button