Divertimento

Il grafico del vaiolo delle scimmie rivela i primi segni di sintomi a cui prestare attenzione

Ads

Una serie di immagini rilasciate dai capi della sanità pubblica rivela i sintomi del vaiolo delle scimmie da cercare.

Le persone vengono esortate a prestare attenzione ai segni del bug, che si sta diffondendo a un ritmo insolito a livello globale.

A: Vescicola (blister con liquido limpido). B: Pustle (vescica di pus piena di giallo). C: Pustola con un trattino. DF: L'ulcerazione e la formazione di croste della lesione, che portano alla caduta di una crosta

3

Ci sono 20 casi di vaiolo delle scimmie nel Regno Unito, un numero che cresce “ogni giorno”, secondo l’Agenzia britannica per la salute e la sicurezza (UKHSA).

Poco meno di 100 casi in 12 paesi sono stati confermati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) tra il 13 e il 21 maggio.

La cosa insolita di questi focolai è che si verificano in luoghi in cui il vaiolo delle scimmie non è endemico.

Solo otto casi segnalati nel Regno Unito nel corso della storia, ma ora si trova di fronte a un previsto “aumento significativo” dei casi.

L'epidemia di vaiolo delle scimmie è
Quanti casi di vaiolo delle scimmie ci sono nel Regno Unito?

La malattia di solito si manifesta nelle foreste pluviali d’attualità e rurali dell’Africa centrale e occidentale.

Monkeypox provoca sintomi tra cinque e 21 giorni dopo l’esposizione.

Inizia con sintomi simil-influenzali, tra cui febbre, mal di testa, dolori muscolari e alla schiena e brividi.

FASI DI eruzione cutanea

Un’eruzione cutanea pruriginosa e talvolta dolorosa appare lentamente da uno a tre giorni dopo la malattia, a cominciare dal viso, dai palmi delle mani e dalla pianta dei piedi.

L’eruzione cutanea si evolve in diversi giorni – di cui gli esperti dell’UKHSA hanno fornito foto – diffondendosi ad altre parti del corpo.

Quello che inizia come un’eruzione cutanea rossa apparentemente innocua si trasforma in vesciche arrabbiate che possono durare diversi giorni.

L’UKHSA afferma: “Entro da uno a cinque giorni dopo la comparsa della febbre, si sviluppa un’eruzione cutanea, che spesso inizia sul viso e poi si diffonde ad altre parti del corpo”.

Questa prima fase dell’eruzione cutanea, per la quale non hanno fornito una foto, sembra la varicella, afferma l’agenzia.

Anche l’interno della bocca, i genitali e il rivestimento degli occhi possono essere colpiti dalla brutta eruzione cutanea.

Entro il terzo giorno, le lesioni sono progredite da piatte (maculari) a sollevate (papular).

E nel giro di un paio di giorni, le lesioni diventano piccole vesciche piene di liquido trasparente, chiamate vescicole.

Le vescicole sono raffigurate nella prima immagine del grafico (A).

L’immagine B mostra come le lesioni diventano rotonde, sollevate e sode al tatto. Queste sono chiamate pustole e contengono pus di colore giallo.

Le lesioni svilupperanno una depressione al centro (ombelico), raffigurata nell’immagine C.

Quindi, le pustole rimarranno per circa cinque o sette giorni prima di iniziare a formare la crosta (nella foto DF).

L’UKHSA afferma: “Un individuo è contagioso fino a quando tutte le croste non sono cadute e non c’è pelle intatta sotto. Le croste possono anche contenere materiale virale infettivo”.

Le lesioni del vaiolo delle scimmie possono essere molto grandi e non necessariamente si sviluppano lungo la stessa linea temporale.

Mentre alcuni pazienti possono avere solo poche lesioni, altri ne avranno migliaia, afferma l’OMS.

“Nei casi più gravi, le lesioni possono fondersi fino a quando ampie sezioni di pelle si staccano”, afferma.

Un esempio di come il vaiolo delle scimmie causi lesioni piene di pus, in questo caso grandi vesciche sulla mano di un bambino

3

Le lesioni si ricoprono. Una volta che queste croste sono cadute, una persona non è più contagiosa

3

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button