Divertimento

Il sindaco di Londra Sadiq Khan porta avanti la revisione della legalizzazione della cannabis

Ads

Il peso massimo del LABOR Sadiq Khan sta portando avanti una revisione sulla depenalizzazione della cannabis, nonostante la minaccia per la salute dei bambini in California.

La legalizzazione della sostanza illecita ha portato a un enorme aumento dei timori per la salute poiché i timori sollevati su dolci, biscotti e torte sono stati intrecciati con la droga.

1

L’avvertimento arriva quando i principali ministri ombra del governo hanno espresso la loro furia per la mossa fatta dal sindaco di Londra durante un viaggio a Los Angeles.

Cifre scioccanti rivelano che quasi 600 richieste di consulenza sul trattamento sono state fatte dal California Poison Control System nell’anno dopo che lo stato degli Stati Uniti ha votato per depenalizzare la droga, rispetto alle 347 di tre anni prima.

La metà degli allarmi sollevati sull’ingestione del farmaco, circa 256 casi, riguardava bambini di età inferiore ai cinque anni con 38 casi di età inferiore a 12 mesi.

I capi della sanità hanno avvertito che la marijuana si stava facendo strada nel cibo con gli adolescenti che trovavano la scorta di erba dei loro genitori o i giovani che non sapevano che il cibo è inzuppato nella droga.

Le cifre sono state rivelate all’indomani della legalizzazione della cannabis per uso ricreativo da parte della California nel novembre 2016.

Il ministro dell’Interno Priti Patel si è affrettato a criticare il signor Khan dopo aver fatto l’annuncio durante il viaggio dicendo che il suo tempo sarebbe stato “speso meglio” per combattere il crimine di droga e coltello.

Ha detto: “Il sindaco non ha il potere di legalizzare le droghe. Rovinano comunità, distruggono famiglie e distruggono vite”.

Khan ha istituito la London Drugs Commission che sarà guidata dall’ex segretario alla giustizia Lord Falconer ma non cercherà di cambiare lo stato dei farmaci di classe A.

Durante la sua visita, ha trascorso del tempo in un negozio che vendeva prodotti infusi con droghe e in una fattoria di cannabis.

Le statistiche ufficiali mostrano che 2,6 milioni di persone nel Regno Unito hanno consumato cannabis nei dodici mesi fino a marzo 2020.

Il possesso di cannabis è stato il principale reato di droga in Inghilterra e Galles lo scorso anno, secondo i dati.

Ci sono stati 432 decessi per droga a Londra nel 2020.

Susan Hall, portavoce Tory per la polizia e il crimine, ha dichiarato: “Le sfide che Londra dovrà affrontare lo aspetteranno ancora, quando tornerà dal suo viaggio nebbioso.

L’abuso di droghe e la criminalità organizzata rimangono un problema enorme nel nostro paese e l’epidemia di criminalità con coltello a Londra è una tragedia che dobbiamo affrontare.

“Non vedo come il sindaco di Londra, alla guida dell’accusa sulla legalizzazione della marijuana, stia aiutando le molte famiglie e comunità devastate dall’omicidio dei loro giovani”.

Un portavoce del sindaco di Londra ha dichiarato: “Il traffico illegale di droga provoca enormi danni alla nostra società e il sindaco ritiene che dobbiamo fare di più per affrontare questa epidemia e promuovere il dibattito sulle nostre leggi sulle droghe.

Il mio compagno è così pigro che devo lasciare i soldi nel portarotolo, ma funziona
Molly-Mae Hague rivela il fallimento della linea dell'abbronzatura mentre la star di Love Island diventa immediatamente abbronzata

“La London Drugs Commission esaminerà le prove provenienti da tutto il mondo per aiutare a informare l’approccio della capitale alla risposta ai danni legati alla droga”.

Fonti affermano che in nessun momento il sindaco si è impegnato a depenalizzare le droghe, cosa che non ha il potere di fare.

Risolvi i crimini col coltello nella capitale

Di Kit Malthouse, ministro della polizia

Il crimine con il coltello accorcia troppe vite – spesso bambini piccoli – e lascia dietro di sé una scia di cuori infranti.

Avendo incontrato le famiglie di alcune delle persone uccise, so che queste vittime non sono solo statistiche: sono le figlie ei figli amati dalle persone e hanno bisogno di qualcuno che si senta responsabile.

Semplicemente non ci sono aspetti positivi nel portare un coltello e ho promesso alle famiglie delle vittime che farò tutto ciò che è in mio potere per reprimere questa violenza insensata.

Dal mettere più poliziotti nelle strade – 13.500 già e 20.000 entro il prossimo anno – al finanziamento di più programmi per allontanare le persone a rischio dalla criminalità.

Da quando questo governo è stato eletto nel 2019, l’incredibile cifra di 50.000 coltelli e armi offensive sono state rimosse dalle nostre strade attraverso arresti e perquisizioni, iniziative di resa e altre azioni di polizia.

L’operazione Sceptre, che partirà domani, vedrà migliaia di ufficiali di tutte le forze in tutto il paese, concentrati sulla rimozione dei coltelli dalle nostre strade.

Ogni arma sequestrata è una vita salvata. Ma dobbiamo fare di più.

Continuo a spingere la polizia a essere ancora più tenace nella lotta contro i crimini con i coltelli.

Quindi stiamo dando loro più poteri e risorse per rintracciare quelli conosciuti per aver portato in precedenza.

Ma non possiamo ignorare il legame intrinseco tra questa violenza e la droga.

Quasi il 50% degli omicidi è in qualche modo legato alla droga.

Quindi trovo sconcertante che proprio la scorsa settimana il sindaco di Londra abbia ritenuto opportuno organizzare un servizio fotografico in una piantagione di cannabis a Los Angeles, per ribadire il suo sostegno alla legalizzazione di questa droga entry level.

Vorrei profondamente che si concentrasse invece sui crimini e le violenze col coltello che hanno luogo nella capitale.

Più tardi questa settimana, ospiterò un vertice nazionale sulla droga per concentrare i cuori e le menti sulla repressione di questo flagello, perché fondamentalmente le droghe rovinano le vite – non sono oggetti di scena per un servizio fotografico.

Questo governo non si arrenderà in questa lotta contro il crimine da coltello.

Faremo in modo che i nostri bambini possano camminare per strada in sicurezza e che i genitori possano dormire sonni tranquilli, sapendo che ce la faranno a tornare a casa.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button