Divertimento

Il soprannome esilarante di Klay Thompson dei Warriors per Unsung Hero

Ads

Getty Klay Thompson n. 11 dei Golden State Warriors si lamenta di una no call contro gli Utah Jazz nella prima metà al Chase Center il 02 aprile 2022 a San Francisco, California. (Foto di Ezra Shaw/Getty Images)

Dopo uno scoppio in Gara 5 di proporzioni imprevedibili, i Golden State Warriors sapevano di dover apportare modifiche per allontanare la serie dai Memphis Grizzlies.

Steven Adams è tornato in formazione in Gara 3 e i Dubs hanno dovuto allontanarsi dalle loro piccole formazioni per bilanciare la battaglia di rimbalzo. In Gara 5, i Grizzlies hanno assolutamente colpito i Warriors con un totale di 55-37 rimbalzi, con un vantaggio di 18-4 sui tabelloni offensivi.

“La serie è cambiata dopo che Steven Adams è tornato in Gara 3, e poi il suo impatto in Gara 4 e 5”, dice Steph Curry dopo Gara 6. “Dovevamo iniziare con una certa dimensione, una specie di controsenso che… ci avrebbe dato un possibilità di prendere quella fisicità con cui ci stavano venendo addosso. Inizia meglio sulla difensiva”.

PlayStephen Curry Presser post-partita dopo la partita 6 Vincere i Grizzlies Intervista post-partita a Stephen Curry – Gara 6, Grizzlies vs Warriors 2022 Playoff NBA! Rimani aggiornato su notizie, risultati in diretta e statistiche con l’app NBA: app.link.nba.com/-App222022-05-14T12:56:40Z

I Dubs si sono adattati e hanno riportato Kevon Looney nella formazione titolare per Gara 6. Ha concluso con 35 minuti da record e ben 22 rimbalzi, con 11 offensivi. I Warriors hanno sferrato il colpo di contrattacco vincendo la battaglia di rimbalzo 70-44 per eliminare i Grizzlies.

Mike Brown ha rivelato che Curry e Draymond Green sono stati i motivi per cui Looney è tornato nella formazione titolare. Dopo la perdita di James Wiseman per il resto della stagione, i Dubs sono sempre stati consapevoli di dover capire come abbinare formazioni più grandi durante i playoff.

«Ma Draymond [Green] Stefano [Curry]Andre [Iguodala] quei ragazzi vedono il gioco, stanno giocando a scacchi mentre tutti gli altri stanno giocando a dama”, Klay Thompson discute del coinvolgimento di Curry e Green nell’avvio di Looney. “Draymond è come un’estensione del nostro staff tecnico, così come Steph, quindi non mi sorprende che abbiano fatto quella chiamata e Loon abbia consegnato”.

Thompson ha battute per Kevon Looney

Il sempre rinfrescante Thompson aveva un soprannome esilarante per Looney quando gli è stato chiesto della sua esibizione dopo Gara 6.

“Kevon [Looney] dovrebbe essere chiamato “Kevon Looajuwon” perché era davvero un mostro là fuori”, ha detto Thompson ai giornalisti dopo la partita. “Il ragazzo ha le braccia elastiche che può allungare.”

Thompson stava paragonando Looney all’Hakeem Olajuwon della Hall of Famer. The Dream ha segnato una media di 11,1 rimbalzi durante la sua illustre carriera, di cui 14 durante la stagione 1989-90.

Looney riassume la sua performance sovrumana

Looney ha raggiunto il suo obiettivo di giocare in tutte le 82 partite durante la stagione regolare, ma questo non si avvicina all’orgoglio che deve provare nell’afferrare oltre 20 rimbalzi in una partita di playoff decisiva.

“Non ho ottenuto 20 rimbalzi in una partita dai tempi del college”, ha detto Looney dopo la partita. “Ci sono andato vicino un paio di volte quest’anno, ma è passato molto tempo da quando ne avevo 20. Un grande risultato per me, soprattutto perché sono orgoglioso di essere un rimbalzista”.

Gioca a Kevin Looney dopo la partita; I guerrieri hanno battuto i Grizzlies nel gioco 6Ehi! Aiutaci a far crescere questo canale sportivo premendo MI PIACE. Quando metti MI PIACE, COMMENTI o CONDIVIDI, stai dicendo a YouTube che desideri che i nostri contenuti vengano mostrati. Se NON MI PIACE =( il video, YouTube nasconderà i nostri contenuti e potresti perdere il nostro prossimo post. Grazie mille per…2022-05-14T05:33:22Z

L’omone ha parlato di quanto significasse per lui il fatto che Curry e Green siano stati determinanti nel riportarlo nella formazione titolare e ha parlato di come era solito andare in panchina all’inizio della sua carriera.

Il laureato della UCLA ha anche capito come lo ha preso sul personale dopo che i Warriors sono stati schiacciati sui tabelloni in Gara 5. Looney potrebbe essere solo 6’9″, ma è sicuro dire che i Warriors faranno affidamento su di lui quando avranno bisogno di lunghezza per il resto della post-stagione.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button