Divertimento

Jeffrey Dahmer ha drogato le sue vittime con i suoi sonniferi prescritti

Avviso sui contenuti: questo articolo contiene menzioni di aggressioni sessuali e omicidi.

Decenni fa, un medico che curava Jeffrey Dahmer gli prescrisse un farmaco standard per l’insonnia dopo che Dahmer si era lamentato di avere problemi a dormire.

L’articolo continua sotto la pubblicità

Dopotutto, Dahmer faceva il turno di notte alla fabbrica di cioccolato Ambrosia di Milwaukee. All’insaputa del dottore, Dahmer stava usando i suoi sonniferi prescritti per uno scopo molto più agghiacciante.

Fonte: Netflix

Tracy è stata l’unica vittima che è riuscita a fuggire dall’appartamento di Dahmer con la sua vita.

L’articolo continua sotto pubblicità Con cosa Dahmer drogava le sue vittime?

Dahmer avrebbe attirato le vittime nel suo appartamento, dove aveva già preparato una polvere tritata da infilare nella loro bevanda. La polvere era il farmaco per dormire prescritto da Dahmer: Halcion. Secondo Women’s Health Magazine, Halcion contiene un potente farmaco sedativo chiamato triazolam.

Il serial killer darebbe alle sue vittime un drink con l’Halcion schiacciato.

Dahmer ha drogato le sue vittime in modo che potesse sottoporle a un intervento chirurgico al cervello mentre giacevano prive di sensi. (Nella serie Netflix Monster: The Jeffrey Dahmer Story, Dahmer (Evan Peters) a un certo punto chiede persino a Tracy Edwards (Shaun J. Brown): “Sei già fatto?”)

Un rapporto di StyleCaster rileva che Dahmer ha mescolato Halcion con l’alcol per drogare un ragazzo di 13 anni nel 1988 e aggredirlo sessualmente.

L’articolo continua sotto la pubblicità

Il ragazzo di 13 anni è scappato e ha denunciato l’aggressione ai genitori. La polizia ha arrestato Dahmer in quel momento. L’assassino ha affermato di aver servito al ragazzo un drink nella tazza che usava per prendere le sue medicine, e di non averlo lavato via, insinuando fondamentalmente che la droga era puramente un incidente.

L’articolo continua sotto la pubblicità

Ancora più schiacciante? Dahmer ha incolpato la vittima chiedendosi come il ragazzo di 13 anni fosse in grado di raccontare l’incidente in modo così coerente se fosse stato drogato.

Secondo il New School Psychology Bulletin, il ragazzo ha ricordato in particolare di aver assistito a Dahmer che versava della polvere nella tazza e poi lo incoraggiava a berne. La serie Netflix mostra Dahmer che fa ripetutamente pressioni sulle sue vittime affinché bevano. Le vittime sarebbero quindi state cullate in uno stato di droga, incapaci di respingere le avances di Dahmer.

L’articolo continua sotto la pubblicità

Il triazolam è considerato un tranquillante e una benzodiazepina. Fondamentalmente, il farmaco ad azione rapida è un sedativo e può far addormentare l’utente per circa un’ora e mezza. Se usato in modo responsabile, Triazolam può essere usato per trattare l’ansia prima di procedure mediche o utilizzato a breve termine per problemi come il jet lag.

In Monster: The Jeffrey Dahmer Story, Dahmer droga il quattordicenne Konerak Sinthasomphone (Kieran Tamondong) e gli dice: “Farò di te il mio zombi”.

Konerak è riuscito a scappare finché Dahmer non ha convinto i poliziotti che era ubriaco e lo hanno aiutato a portare Konerak nel suo appartamento. Dahmer ha ucciso Konerak poco dopo che la polizia se n’era andata.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button