Notizia

Keith Bennett: spera che la ricerca della vittima di Ian Brady a Saddleworth Moor non si riveli un’altra falsa alba

La vista della polizia che trasporta pale verso una tenda forense a Saddleworth Moor è sufficiente a far gelare il sangue di molti che vivono nella Greater Manchester.

Per quasi 60 anni, c’è stata la speranza collettiva che un giorno Keith Bennett sarebbe stato trovato.

Ogni viaggio sui Pennines ricorda che il ragazzino aveva solo 12 anni quando è stato attirato in un’auto da Ian Brady e Myra Hindley, portato nella brughiera, aggredito sessualmente e strangolato.

È l’unica delle vittime di Brady a non essere mai trovata, dopo che il serial killer si è rifiutato di rivelare dove ha seppellito il corpo.

Anno dopo anno, la madre di Keith, Winnie Johnson, prendeva parte agli appelli e parlava ai giornalisti delle ultime teorie o delle possibili scoperte. Voleva solo che suo figlio tornasse a casa.

Tragicamente, è morta nel 2012 di cancro, all’età di 78 anni, senza aver mai esaudito il suo desiderio di dare a Keith una degna sepoltura.

La polizia della Greater Manchester ha sempre promesso che non smetterà mai di cercare Keith, anche dopo la morte di Brady nel 2017 senza rivelare il suo luogo di sepoltura.

Foto d'archivio non datata di Keith Bennett, ucciso da Myra Hindley e dal suo amante Ian Brady. L'assassino dei Mori Myra Hindley è scoppiata in lacrime quando ha ricevuto una lettera dalla madre di una delle sue vittime, è stato rivelato oggi. ASSOCIAZIONE STAMPA Foto. Data di emissione: martedì 10 giugno 2008. Winifred Johnson, il cui figlio dodicenne Keith Bennett scomparve nel 1964, contattò per la prima volta Hindley in prigione più di 20 anni dopo, secondo documenti inediti negli archivi nazionali di Kew. Vedi PA Story RECORDS Hindley. Il credito fotografico dovrebbe essere: PA Wire
Per quasi 60 anni, c’è stata la speranza collettiva che un giorno Keith Bennett sarebbe stato trovato (Foto: PA Wire)

Anche nei suoi ultimi momenti, Brady ha rifiutato di aiutare, godendosi il potere che il suo silenzio esercitava sulle sue vittime.

La polizia è stata ulteriormente frustrata dalla loro impossibilità di accedere a due valigette chiuse appartenenti a Brady dopo la sua morte quando il suo avvocato ha rifiutato il permesso per motivi legali. Si sperava che un cambiamento nella legge avrebbe forzato un cambiamento, ma ci sono stati pochi progressi.

La notizia che gli investigatori stanno indagando ancora una volta sui potenziali resti umani nelle brughiere ha quindi riacceso la speranza che Brady non vinca.

Un investigatore dilettante, Russell Edwards, crede di aver trovato parte di un teschio appartenente a uno scolaro in un’area vicino a dove furono sepolte le altre vittime di Brady.

Lo hanno detto esperti archeologi Mail giornaliera concordano sul fatto che i risultati potrebbero essere umani e vale la pena esaminarli da parte della polizia.

Mentre il signor Edwards è convinto che questa sia una svolta importante, va tenuto presente che ci sono state diverse false albe nella ricerca di Keith nel corso dei decenni.

Nel 2010, c’è stata una frenesia mediatica quando sono state scoperte ossa nella brughiera, ma in poche ore è stato confermato che appartenevano a un animale, ritenuto una pecora.

Martin Bottomley, capo dell’unità di revisione dei casi a freddo, ha esortato alla cautela e ha affermato di agire in base all’ultima scoperta “in linea con una normale risposta a un rapporto di questo tipo”.

Veicoli parcheggiati vicino alla ricerca in un'area di Saddleworth Moor, nel nord-ovest dell'Inghilterra, dove gli agenti della polizia di Greater Manchester stanno cercando i resti del corpo di Keith Bennett, ucciso dagli assassini dei Mori Myra Hindley e Ian Brady nel 1964. Data dell'immagine: Venerdì 30 settembre 2022. PA Foto. Bennett è l'unica vittima degli omicidi dei Mori a non essere mai trovata. Brady e Myra hanno attirato bambini e adolescenti fino alla morte, torturandoli e aggrediti sessualmente prima di seppellire i loro corpi a Saddleworth Moor negli anni '60. Brady è morto nel 2017 all'età di 79 anni, mentre Hindley è morto in prigione nel 2002 all'età di 60 anni. Vedi la storia di PA POLICE Keith. Il credito fotografico dovrebbe essere: Peter Powell/PA Wire
Veicoli parcheggiati vicino all’area di ricerca a Saddleworth Moor il 30 settembre 2022 (Foto: Peter Powell/PA)

Ha detto che ci vorrà “un po’ di tempo” prima che la polizia sia in grado di confermare se si tratta di resti umani che hanno trovato.

Il figlio di Winnie, Alan Bennett, viene tenuto informato sugli sviluppi e in una dichiarazione rilasciata tramite il suo avvocato ha affermato che sta “mantenendo una mente aperta” sugli ultimi rapporti.

Le aspettative sono state sollevate così tante volte in passato, è comprensibile che non voglia che vengano deluse di nuovo. Ma per il suo bene, e quello di Winnie, tutti sperano che questa volta sia diverso.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button