Notizia

La Germania avverte che le infrastrutture chiave sono a rischio dopo il “sabotaggio” dell’oleodotto russo

Tra il sospetto che le perdite inspiegabili che coinvolgono due oleodotti critici siano state causate da un sabotaggio, la Germania avverte che potrebbero esserci futuri attacchi a infrastrutture energetiche critiche.

Martedì, il ministro dell’Energia tedesco Robert Habeck ha affermato che, sebbene non voglia speculare sulle perdite nel Nord Stream 1 e 2, che vanno dalla Russia alla Germania sotto il Mar Baltico, altre infrastrutture, come le centrali nucleari, potrebbero essere soggette a attacchi.

“Naturalmente, le infrastrutture critiche sono un potenziale obiettivo. Ma lo sappiamo non solo da ieri”, ha detto Habeck in una conferenza stampa. “Questa è stata la base del lavoro per mesi. E le autorità di sicurezza, le agenzie, questo ministero e anche gli operatori, ovviamente, stanno facendo la loro parte per proteggersi, proteggere le infrastrutture e garantire un approvvigionamento energetico sicuro”.

Perdita di gasdotti in Germania Russia
Il ministro tedesco dell’Economia e dell’azione per il clima Robert Habeck parla ai media al termine di una riunione dei ministri e rappresentanti del commercio delle nazioni del G7 allo Schloss Neuhardenberg il 15 settembre 2022 a Neuhardenberg, in Germania. “Naturalmente, le infrastrutture critiche sono un potenziale obiettivo”, ha affermato Habeck.
Sean Gallup/Getty Images

Ore prima, le autorità di Germania, Danimarca e Svezia hanno annunciato che avrebbero indagato sull’improvviso calo di pressione nei due gasdotti rilevato lunedì. La perdita non ha influito sull’attuale fornitura di energia della Germania, secondo Habeck.

Sebbene all’epoca né il Nord Stream 1 né il 2 fossero attivi, alcuni funzionari hanno espresso preoccupazione per il fatto che la Russia fosse dietro l’attacco e hanno avvertito che Mosca potrebbe depredare la già vulnerabile rete energetica europea per rappresaglia.

“Non conosciamo ancora i dettagli di ciò che è successo, ma possiamo vedere chiaramente che si tratta di un atto di sabotaggio”, ha affermato il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki. “Un atto che probabilmente segna la fase successiva nell’escalation di questa situazione in Ucraina”.

Su Twitter, Mykhailo Podolyak, consigliere senior del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ha definito le fughe di notizie “un attacco terroristico pianificato dalla Russia e un atto di aggressione nei confronti dell’UE”.

Mentre il portavoce del Cremlino ha affermato che “nessuna possibilità può essere esclusa” quando si tratta delle fughe di notizie, la Russia deve ancora rispondere direttamente alle accuse di cui è responsabile.

Leggi di più
  • La NATO osserva “da vicino” la situazione del Mar Baltico come sospettato di sabotaggio degli oleodotti
  • La Russia afferma di essere pronta ad assistere per garantire la stabilità al confine tra Kirghizistan e Tagikistan
  • Il mistero circonda le cadute di pressione che colpiscono i due gasdotti russi del Nord Stream

L’Europa si sta preparando per un rigido inverno da quando ha iniziato a rinunciare alle forniture energetiche russe in risposta all’invasione dell’Ucraina. La Russia iniziò a trattenere le forniture di gas naturale che aveva inviato per decenni dopo che l’Unione Europea aveva imposto sanzioni economiche per la guerra.

Martedì, Habeck ha annunciato che la Germania dovrà probabilmente fare affidamento su due delle tre centrali nucleari rimanenti per aiutare a stabilizzare la rete elettrica ed evitare la possibilità di blackout invernali, a causa delle preoccupazioni per la mancanza di energia nucleare dalla Francia.

“Siamo già in un punto in cui lo stress test dice: potrebbe essere necessario utilizzare le centrali nucleari per la sicurezza della rete”, ha affermato Habeck, aggiungendo che sarà necessaria una decisione finale prima di dicembre.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button