Divertimento

La Nasa intensifica la caccia agli UFO e vuole trasformare i satelliti in cercatori di alieni per sondare avvistamenti inspiegabili

Ads

La NASA sta intensificando i suoi sforzi per cacciare gli UFO con la speranza che un pezzo di tecnologia già fluttuante nello spazio possa aiutare a esaminare oggetti non identificati.

L’agenzia spaziale statunitense afferma che sta esplorando la possibilità di trasformare i satelliti in cercatori di alieni come un modo per sondare avvistamenti inspiegabili senza dover lanciare nuove apparecchiature.

3

L'agenzia spaziale prevede di esplorare se i satelliti già fluttuanti nello spazio potrebbero essere uno strumento utile per esaminare avvistamenti inspiegabili nel cielo

3

I piani recentemente annunciati sono l'ultima indagine relativa agli UFO portata avanti dall'agenzia spaziale

3

Il piano della NASA per vedere se i satelliti preesistenti possono essere trasformati in macchine da caccia aliene fa parte di uno studio più ampio per esaminare “fenomeni aerei non identificati”.

Lo studio sui fenomeni non identificati non inizierà prima della fine dell’anno, ma gli esperti del team stanno già escogitando grandi piani, come capire come utilizzare la tecnologia già in atto.

“Questo team esaminerà domande del tipo: ‘abbiamo sensori che possono vedere le cose, sai, dare un’altra occhiata alle prove?’ Lo ha detto il vice amministratore dell’agenzia, il colonnello Pam Melroy, durante una conferenza stampa a Londra, secondo The Telegraph.

“Una delle grandi domande… è: ‘Abbiamo una tonnellata di satelliti che guardano la Terra, qualcuno di loro è utile?'”, ha spiegato Melroy.

“Voglio dire, prima di costruire un rover che vada su Marte, ti chiedi: ‘Qual è il sensore che devo costruire per rilevare la cosa più interessante?’ Quindi si concentreranno davvero su questo”, ha continuato Melroy.

“Come otterresti le prove di cui hai bisogno per essere in grado di determinare se si tratta di un fenomeno ottico o di qualche altro tipo (di fenomeni)?”

La NASA ha rivelato i suoi piani per lo studio dei fenomeni aerei non identificati a giugno.

L’agenzia ha affermato che i punti focali dello studio includeranno l’identificazione dei dati disponibili, le migliori pratiche per raccogliere dati futuri e come utilizzare tali dati per portare avanti la scienza degli avvistamenti inspiegabili.

Secondo la Nasa, tali fenomeni inspiegabili hanno ramificazioni sulla sicurezza nazionale e aerea.

La Nasa ha ribadito che non ci sono prove che indichino questi avvistamenti inspiegabili in un’area di natura extraterrestre.

Ma l’agenzia dice che capire se gli eventi sono naturali o meno è fondamentale.

“La NASA ritiene che gli strumenti della scoperta scientifica siano potenti e si applichino anche qui”, ha affermato Thomas Zurbuchen, amministratore associato per la scienza presso la sede centrale della NASA a Washington, a giugno, quando è stato annunciato lo studio più ampio.

“Abbiamo gli strumenti e il team che possono aiutarci a migliorare la nostra comprensione dell’ignoto. Questa è la definizione stessa di cosa sia la scienza. Questo è quello che facciamo”.

Queste recenti rivelazioni fanno parte di una serie di recenti sviluppi nel modo di comprendere meglio gli oggetti inspiegabili e la ricerca di vita extraterrestre.

All'interno dello zoo abbandonato con i resti del grande SQUALO bianco che galleggia nella vasca
I fan di Kardashian temono che la faccia di Kim sia

A maggio, funzionari del Pentagono hanno tenuto la prima udienza per discutere di fenomeni aerei non identificati – o UAP – dagli anni ’60.

Durante l’udienza, i funzionari della difesa hanno ammesso che c’erano stati 400 avvistamenti e 11 collisioni quasi avvenute con gli UFO.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button