Notizia

L’astronomo Royal afferma che l’umanità sarà sostituita da robot IA – e gli alieni lo sono già

Ads

Quando l’umanità alla fine incontrerà una civiltà aliena, gli ET saranno quasi certamente robot artificialmente intelligenti, prevede l’Astronomo Reale, Lord Rees di Ludlow.

Ed è probabile che prima o poi saremo stati sostituiti anche dai robot dell’IA.

Lord Rees ha detto al Cheltenham Science Festival che l’umanità sarebbe quasi certamente “sostituita” da super-robot artificialmente intelligenti entro il prossimo millennio.

Lord Rees dice che la ricerca di intelligenza extraterrestre rischia di rivelare qualcosa di molto diverso da noi.

“Come ci aspetteremo che sarà questa vita? Penso che se dovessimo rilevare qualcosa. . . non sarebbe una civiltà in carne e ossa come la nostra, sarà qualcosa di robotico ed elettronico”.

Lord Rees è il quindicesimo Astronomo Reale, nominato nel 1995
Lord Rees è il quindicesimo Astronomo Reale, nominato nel 1995

I robot che stiamo creando oggi, ha detto Lord Rees, sono i primi passi sulla strada verso una civiltà di forme di vita di intelligenza artificiale che durerà molto più a lungo di quanto l’umanità potrebbe mai.

Ha detto: “È certamente previsto che dopo qualche secolo in più… 1.000 anni… saremo stati sostituiti da entità elettroniche e saranno quasi immortali e potrebbero andare avanti per il resto della storia dell’universo”.

Lord Rees ha aggiunto che è probabile che lo stesso processo si sia già verificato su altri pianeti della galassia: “[Another inhabited planet] sarebbe probabilmente molto indietro rispetto alla Terra, senza prove di intelligenza, o molto più avanti, nel qual caso vedremmo la remota progenie elettronica di una civiltà morta da tempo.

L’esperto di SETI Seth Shostak concorda sul fatto che tutti i viaggiatori interstellari avranno lasciato i loro corpi biologici molto indietro e le prime entità extraterrestri che incontreremo saranno basate sull’intelligenza artificiale piuttosto che esseri viventi.

La NASA sta riesaminando i suoi record UFO, incluso il famigerato avvistamento
La NASA sta riesaminando i suoi record UFO, incluso il famigerato avvistamento “Tic Tac”.

Seth ha detto al Daily Star che è impossibile indovinare quali sarebbero le loro motivazioni: “Dato che sarebbe comunque più probabile che siano macchine che esseri viventi, sarebbe difficile valutare a cosa sarebbero interessati”.

Nel frattempo, in una conferenza stampa della NASA, Bill Nelson, il nuovo capo dell’agenzia, ha affermato che un’indagine sull’eventuale visita di extraterrestri sulla Terra era già in corso.

Nelson, lui stesso un ex astronauta, ha chiesto agli scienziati di esaminare i recenti avvistamenti di UFO autenticati. Un incontro in esame risale al 2004.

Il famoso avvistamento “Tic Tac” è stato realizzato da due piloti della marina statunitense che hanno visto il mare “ribollente” sotto un oggetto liscio e bianco simile a un “tic-tac” che si allontanava da loro a velocità incredibile.

I piloti della Marina degli Stati Uniti hanno fatto degli avvistamenti UFO notevoli negli ultimi anni
I piloti della Marina degli Stati Uniti hanno fatto degli avvistamenti UFO notevoli negli ultimi anni

Per le ultime notizie e le storie da tutto il mondo dal Daily Star, iscriviti alla nostra newsletter facendo clic qui.

Alla conferenza, Nelson ha detto che ci sono stati “centinaia” di avvistamenti di fenomeni aerei inspiegabili – o UFO – negli ultimi anni e “lo stiamo prendendo molto sul serio”.

Ha promesso che la NASA avrebbe “approccio a questo argomento da un punto di vista scientifico poiché siamo un’organizzazione di ricerca scientifica”.

Quando un giornalista ha chiesto se gli oggetti visti ronzare sulle navi da guerra statunitensi e su altre installazioni militari potessero essere ostili, ha detto: “Penso che sia un nemico? Spero che non lo sia, perché i piloti della marina lo descriverebbero come “È qui e poi è laggiù, senza tempo nel mezzo”, ha detto.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button