Notizia

Le bugie di Zelensky non possono nascondere il ruolo sanguinante dell’Ucraina nell’Olocausto | Opinione

Volodymyr Zelensky ha svolto un servizio davvero eccezionale a nome del popolo ucraino. A causa della sua determinazione alla Churchill di resistere all’aggressione russa, l’ho proposto per il premio Nobel per la pace. Ma nel recente passato ha mendacemente negato il ruolo del popolo ucraino nell’Olocausto. Ha usato questo argomento per affermare con forza che Israele deve armi offensive all’Ucraina. Diversi giorni fa, ha intensificato le sue critiche, dicendo di essere scioccato dal fatto che Israele non abbia capitolato alle sue richieste.

Non si è mai scusato per la seguente dichiarazione fatta lo scorso marzo: “Gli ucraini hanno fatto una scelta 80 anni fa, abbiamo salvato gli ebrei…” Ha ragione il popolo ucraino ha fatto una scelta 80 anni fa, ma non era salvare gli ebrei.

Quasi senza eccezioni, gli ucraini hanno partecipato all’omicidio di massa di ebrei o non hanno detto nulla poiché i loro vicini ebrei sono stati arrestati e massacrati in luoghi come Babi Yar. Molti di coloro che hanno premuto il grilletto erano essi stessi ucraini, reclutati nelle squadre di sterminio mobili dai nazisti. Pochissimi ebrei salvati.

La complicità degli ucraini in questi omicidi di massa è stata maggiore che nella maggior parte degli altri paesi.

Zelensky si rivolge all'ONU
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parla ai leader mondiali tramite un collegamento video mentre partecipano alla 77a Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Spencer Platt/Getty Images

Centinaia di migliaia di ebrei ucraini furono assassinati. Né era la prima volta che il popolo ucraino faceva una scelta simile. Nel 1648 Bogdan Chmielnicki guidò un pogrom che provocò la morte di decine di migliaia di ebrei, compresi neonati, bambini e madri. È passato molto tempo, ma la statua di questo assassino genocida si trova ancora nel centro di Kiev e la sua foto adorna ancora la banconota da cinque dollari ucraina. Questo è ora! L’Ucraina ha fatto una scelta: onorare la memoria di un assassino di massa di ebrei.

Tra gli omicidi di Chmielnicki e l’Olocausto, il popolo ucraino ha fatto molte altre scelte: ha condotto pogrom dopo pogrom contro le famiglie ebree. L’antisemitismo era dilagante in tutta l’Ucraina. Ecco perché così tanti ebrei ucraini immigrarono negli Stati Uniti e altrove.

Negli ultimi anni la situazione in Ucraina è notevolmente migliorata. Sebbene ci sia ancora un gran numero di antisemiti in Ucraina, anche in alcune unità delle forze armate, il ricordo dell’Olocausto ha indotto molti ucraini ad abbandonare il tradizionale antisemitismo che affliggeva il paese. Hanno anche votato per Zelensky, che è un uomo di origini ebraiche.

Se Zelensky avesse fatto una dichiarazione sfumata riconoscendo la vera storia dell’Olocausto in Ucraina, dicendo che la situazione è migliorata, mi congratulo con lui per la sua onestà. Ma sa – dopotutto è lui stesso di origine ebraica – che la scelta fatta dal popolo ucraino 80 anni fa merita di essere condannata, non elogiata.

È stato detto che la verità è la prima vittima di una guerra, ma questa non è una scusa per perpetrare una menzogna che si è ormai diffusa in tutta l’Europa orientale: ovvero che ucraini, polacchi, lettoni, lituani, estoni, rumeni e ungheresi hanno salvato gli ebrei. È vero che in ciascuno di questi paesi c’erano uomini e donne coraggiosi che hanno rischiato la vita nel tentativo, per lo più senza successo, di salvare gli ebrei.

Il recente film di Ken Burns sul ruolo americano nell’Olocausto, ha individuato un uomo cattolico polacco che conoscevo di nome Jan Karski, che ha rischiato la vita per andare nei campi di sterminio e riferire al mondo ciò che ha visto. Altri hanno intrapreso un’azione eroica simile. Molti di loro sono stati ricordati come giusti tra le nazioni da Yad Vashem, il museo israeliano dell’Olocausto. Ma i giusti erano una percentuale infinitesimale tra gli ingiusti in questi paesi. L’Ucraina potrebbe essere stata la peggiore di tutte. Non era certo tra i migliori.

Alla luce della storia attuale, la sconsiderata menzogna di Zelensky potrebbe benissimo qualificarsi come una variazione sulla negazione dell’Olocausto o sulla minimizzazione dell’Olocausto. Negando la complicità dell’Ucraina nell’omicidio di massa di centinaia di migliaia di ebrei ucraini, ha distorto la storia e la memoria.

Spero che capisca che anche in tempi disperati – e certamente sta presiedendo un paese in tempi disperati – non giustificano la cancellazione della memoria degli ebrei ucraini morti per mano di altri ucraini.

Leggi di più
  • Una lezione dalla Russia: la democrazia non muore solo nell’oscurità
  • La Russia è ancora una grande potenza?
  • La carne da cannone fresca di Putin e le minacce nucleari non funzioneranno

Zelensky è un grande uomo, ma i grandi uomini spesso hanno grandi difetti. Ha l’opportunità di rimediare al suo profondo insulto alla memoria degli ebrei uccisi a causa di scelte immorali compiute 80 anni fa dagli ucraini.

Può essere vero che alcuni ucraini furono costretti o spaventati a diventare complici dei nazisti, ma molti di più si unirono a loro con entusiasmo, proprio perché volevano uccidere gli ebrei, non perché dovessero farlo. La storia e la verità hanno le loro pretese, e gli orrori di ieri non devono essere cancellati in nome della prevenzione di quelli di oggi.

È probabile che Zelensky diventi un premio Nobel per la pace. È essenziale, quindi, che corregga e riconosca che la scelta fatta dagli “ucraini” è stata orribile e indifendibile.

Segui Alan Dershowitz su

Twitter: @AlanDersh
Facebook: @AlanMDershowitz
Nuovo podcast: The Dershow, su Spotify, YouTube e iTunes
Dersh.Substack.com

Le opinioni espresse in questo articolo sono proprie dello scrittore.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button