Divertimento

Le foto agghiaccianti trovate sulla fotocamera degli escursionisti scomparsi mostrano misteriosi istanti finali prima che le ragazze svanisse nella giungla di Panama

Le foto di EERIE scoperte su una fotocamera appartenente a due escursionisti scomparsi hanno rivelato i loro misteriosi momenti finali prima che entrambe le ragazze scomparissero nella giungla di Panama.

Kris Kremers, 21 anni, e Lisanne Froon, 22, sono andati a fare una passeggiata attraverso le pittoresche foreste intorno al vulcano Baru a Boquete e non sono più tornati.

Le ragazze hanno risparmiato sei mesi per il viaggio a Panama

6

Una delle ultime foto scattate con la fotocamera di una delle ragazze

6

Il contenuto di uno zaino trovato vicino a un fiume e consegnato da una donna del posto

6

Un piede è stato trovato ancora dentro uno stivale due mesi dopo la scomparsa delle ragazze

6

Gli studenti di Amersfoort nei Paesi Bassi avevano trascorso sei mesi a pianificare il loro viaggio da sogno a Panama, sperando di trascorrere un po’ di tempo facendo lo zaino in spalla, facendo volontariato e imparando lo spagnolo.

La coppia aveva fatto un’escursione nella giungla per due settimane come parte di un viaggio zaino in spalla – e avevano in programma di rimanere per altre quattro settimane con la famiglia ospitante per fare volontariato in una scuola locale.

Ma dopo aver salutato la famiglia locale per una passeggiata di metà mattinata il 1 aprile 2014, non sono mai più stati visti vivi.

Ad oggi, la scomparsa e la tragica morte di Kris e Lisanne rimangono un mistero straziante.

Momento drammatico Il nuovissimo carro armato russo da 4 milioni di sterline cancellato da un lanciarazzi da 18.000 sterline
Avviso di Ibiza per gli inglesi mentre i locali sbattono il party resort dopo che un turista è stato accoltellato

In una teoria strabiliante, Dick Steffens, un ex detective di Amsterdam, ha affermato che Kris potrebbe essere ancora viva dopo essere stata trafficata nel commercio sessuale da un rapitore che vagava nella giungla.

Mentre alcuni credono che Kris e Lisanne siano morti in un incidente, l’ex poliziotto ha criticato le indagini della polizia a Panama come scadenti e ha detto che dovrebbe essere rifatto.

Prove inquietanti hanno anche mostrato che c’erano una serie di tentativi falliti di sbloccare il telefono di Kris, innescando un’altra teoria secondo cui Kris era morta e Lisanne stava freneticamente cercando di accedere al suo telefono per ottenere aiuto.

Inizialmente è stato lanciato l’allarme per la scomparsa delle ragazze dopo aver perso un tour privato a piedi di Boquete il 2 aprile.

È stata avviata una ricerca disperata degli studenti, con i soccorritori che hanno setacciato la giungla e i villaggi vicini.

Ma entro il 6 aprile le ragazze erano ancora scomparse.

Le famiglie di Kris e Lisanne decisero di volare a Panama e portare con sé degli investigatori olandesi.

La giungla è stata perquisita per altri dieci giorni con l’aiuto della polizia olandese, ma delle ragazze non c’era traccia.

Mentre la ricerca stava iniziando a finire, una donna del posto ha consegnato uno zaino blu, sostenendo di averlo trovato in una risaia lungo le rive del fiume.

TROVARE STREPITOSO

Lo zaino conteneva due paia di occhiali da sole, 83 dollari in contanti, due reggiseni, una bottiglia d’acqua e, soprattutto, il passaporto di Lisanne.

Conteneva anche la fotocamera di Lisanne ed entrambi i loro telefoni.

In una scoperta agghiacciante, 90 foto sono state scattate con la fotocamera nel profondo della giungla nel cuore della notte l’8 aprile tra l’01:00 e le 4:00, sollevando domande su chi ha scattato le foto.

Solo una manciata di immagini recuperate dalla scheda di memoria mostrava immagini nitide, con la maggior parte che mostrava un’oscurità quasi completa.

Le foto rilasciate dalla telecamera mostravano alcuni effetti personali della ragazza sparsi per le rocce

6

E un'immagine sembra mostrare la parte posteriore della testa di Kris, forse con del sangue intorno alla base dei suoi capelli

6

Le foto mostravano gli effetti personali delle ragazze sparpagliati sulle rocce, insieme a sacchetti di plastica e involucri di caramelle, cumuli di terra e uno specchio.

E una delle immagini mostrava in modo agghiacciante la parte posteriore della testa di Kris con quello che alcuni investigatori ritengono sia sangue che fuoriesce dalla sua tempia.

Secondo un investigatore del web, gli scatti scattati con la fotocamera una settimana dopo la scomparsa delle ragazze potrebbero essere stati presi con il flash per illuminare il sentiero mentre inciampavano nella giungla oscura.

Ma altri hanno suggerito che le foto agghiaccianti potrebbero essere state scattate da qualcun altro dopo aver ucciso le ragazze.

L’identità della persona che ha scattato le immagini rimane un mistero.

I tabulati telefonici degli studenti hanno anche rivelato tragicamente come hanno disperatamente cercato di chiamare la polizia.

RESTI TROVATI

In quattro giorni, sono stati fatti 77 diversi tentativi di chiamare la polizia, utilizzando i numeri di emergenza sia nei Paesi Bassi che a Panama.

Delle decine di chiamate, solo una è riuscita a connettersi, ma si è interrotta dopo appena due secondi per mancanza di ricezione.

Ma i registri delle chiamate hanno fornito alla polizia un quadro approssimativo del tempo trascorso dalle ragazze scomparse nella giungla.

Entrambi i loro telefoni hanno finalmente esaurito la batteria entro l’11 aprile, dieci giorni dopo la loro scomparsa.

Dopo che i poliziotti hanno perquisito l’area in cui è stato trovato lo zaino, hanno scoperto i vestiti di Kris ben piegati lungo il bordo del fiume.

E due mesi dopo, un osso pelvico e un piede – ancora all’interno di uno stivale – sono stati trovati nella stessa zona, secondo La Estrella de Panama.

I resti di entrambe le donne furono trovati subito dopo.

Le ossa di Lisanne sembravano essersi decomposte naturalmente, ma le ossa di Kris erano misteriosamente bianche come se fossero state sbiancate, sollevando dubbi sul fatto che qualcuno fosse stato coinvolto nella sua morte.

‘INCIDENTE’

Le loro cause di morte non sono mai state determinate.

La tragica morte di Kris e Lisanne rimane un inquietante mistero.

I poliziotti hanno interrogato gente del posto, guide turistiche e altri escursionisti, ma solo le foto e i registri delle chiamate hanno fornito una striscia di prove su ciò che era successo.

Tuttavia, gli autori olandesi Marja West e Jürgen Snoeren affermano di aver risolto il mistero nel loro libro Lost in The Jungle.

Dopo aver approfondito tutte le prove e aver volato a Panama per svolgere le proprie indagini, la coppia ha concluso che la morte delle ragazze è stata un incidente.

Gli autori hanno detto a The Daily Beast: “In realtà è stata una sorpresa anche per noi, ma la nostra conclusione doveva essere che si è trattato di un incidente. Ci è voluto un po’ di tempo per arrivarci”.

Snoeren aveva chiamato la West e le aveva detto: “Con tutto quello che sto leggendo ora nel fascicolo della polizia, non potrebbe essere nient’altro… c’era una certa sequenza e tempismo, che doveva essere causato dalle inondazioni improvvise, tipico della regione e della stagione.

Il mio compagno è così pigro che devo lasciare i soldi nel portarotolo, ma funziona
Molly-Mae Hague rivela il fallimento della linea dell'abbronzatura mentre la star di Love Island diventa immediatamente abbronzata

“Quelle inondazioni hanno reso impossibile la messa in scena di scene o il posizionamento strategico di oggetti”.

Il mistero rimane irrisolto fino ad oggi, e c’è ancora poca certezza sulla tragica morte dei due studenti olandesi.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button