Divertimento

Le sorprendenti protesi di Bradley Cooper in “Maestro” sono state realizzate dallo stesso truccatore di effetti speciali che ha realizzato “Bombshell” e “Darkest Hour”

Ads

Il nuovo film biografico su Netflix Maestro sta girando ora, con l’intenzione di raccontare la vita del famoso compositore e umanitario Leonard Bernstein. Presenta un Bradley Cooper pesantemente truccato nel ruolo del protagonista, una scelta che ha messo a disagio alcune persone a causa delle protesi utilizzate per il film. Controversa o meno, tuttavia, la trasformazione che Cooper ha subito per il ruolo è sorprendente, ma c’è da aspettarselo quando si guarda alla carriera dell’uomo dietro il trucco.

‘Maestro’ sta diventando flack per il casting di Bradley Cooper

Bradley Cooper gira
Bradley Cooper durante le riprese di ‘Maestro’ | Gotham/GC Images tramite Getty Images

Come indicato, Maestro è un film biografico che racconta la storia di Leonard Bernstein. Bernstein è stato un acclamato compositore e musicista, vincitore di numerosi premi per il suo lavoro in film, televisione e teatro nel corso della sua carriera. Bradley Cooper ha intensificato il compito di creare un film per onorare l’eredità di Bernstein, recitando in esso mentre dirigeva e produceva. Dopo una produzione ritardata, le cose hanno finalmente iniziato a girare. Sono emerse anche le prime foto dal set, ma non tutte le risposte ad esse sono state positive.

Vanity Fair riassume le polemiche che il film sta generando, ovvero per quanto riguarda il suo protagonista. In particolare, molti contestano il fatto che lo stesso Bernstein sia ebreo, mentre Cooper è cattolico. Inoltre, le foto di produzione che sono uscite di recente mostrano Cooper che indossa una protesi nasale di notevoli dimensioni nei panni di Bernstein, un elemento che molti hanno ritenuto antisemita.

Come con molti gruppi, la rappresentanza per gli ebrei è stata un miscuglio fino ad oggi. Una delle principali lamentele che le persone hanno anche con buoni esempi di personaggi ebrei è la rarità di avere attori ebrei che interpretano questi personaggi. Inoltre, Bernstein era una persona reale e non semplicemente un personaggio di fantasia, e la sua identità ebraica era una parte significativa della sua vita e del suo lavoro. Scegliere un attore che non è ebreo per interpretarlo brucia un po’ di più a questo proposito, così come il fatto che Cooper abbia sentito il bisogno di indossare una protesi così carica per rappresentarlo.

Mentre il film è prodotto da Steven Spielberg, lui stesso un uomo ebreo, molti si chiedono perché sia ​​stato Cooper a interpretare il ruolo del protagonista. Soprattutto ha sfregato un po’ nel modo sbagliato, considerando che Jake Gyllenhaal (che è anche ebreo) aveva parlato molte volte del suo desiderio di interpretare Bernstein in un film.

Sebbene controverse, le protesi e il trucco sono impressionanti

Per quanto dubbia fosse la decisione, non si può fare a meno di rimanere impressionati dal calibro del lavoro in mostra con il trucco di Bradley Cooper. In particolare, una foto dal set mostra l’attore vestito con un trucco da vecchiaia. È una riproduzione abbastanza convincente della faccia di Bernstein.

Questa non è una sorpresa dato che il film ha il pluripremiato truccatore e scultore Kazu Hiro che ci lavora. Un artista autodidatta di Kyoto, in Giappone, Hiro ha fatto breccia con leggendari artisti degli effetti speciali come Dick Smith e Rick Baker in tenera età. Prima che se ne rendesse conto, stava creando sculture e protesi sbalorditive per film come Uomini in nero, Ragazzo infernale, il curioso caso di Benjamin Button, e altro ancora. Mentre si è ritirato brevemente per concentrarsi esclusivamente sulla scultura, l’attore Gary Oldman ha convinto Hiro a tornare alle protesi per interpretare Winston Churchill. Ha anche fatto la faccia a Jim Carrey Come il Grinch rubo ‘il Natale e ha vinto l’Oscar per il suo lavoro L’ora più buia e Bomba.

In ‘Maestro’ partecipano anche tante altre persone di talento

Oltre a Bradley Cooper, nel progetto sono coinvolti anche molti altri grandi nomi. Oltre a lui e Steven Spielberg, Martin Scorsese e Todd Phillips sono i produttori. Carey Mulligan interpreterà la moglie di Bernstein, Felicia Montealegre. Jeremy Strong apparirà nei panni di John Jonas Gruen, critico e fotografo. Inoltre, Sarah Silverman e Maya Hawke sono state scelte per interpretare le figlie di Bernstein, Shirley e Jamie, con Matt Bomer in un ruolo sconosciuto.

Maestro uscirà su Netflix all’inizio del 2023.

RELAZIONATO: ‘Nightmare Alley’: Bradley Cooper si è quasi riunito con un co-protagonista?

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button