Notizia

Le tragedie dell’Eurovision: incidente aereo mortale, complicazioni del Covid e morte improvvisa

Ads

L’Eurovision, la più grande competizione canora del mondo, è solitamente un affare felice e un’opportunità per unificare l’Europa con il canto e la danza.

Tuttavia, dopo 66 anni alcuni dei partecipanti più iconici dello spettacolo sono morti e la loro eredità sopravvive.

Dall’Alexandrov Ensemble Choir che ha guidato lo spettacolo dell’intervallo a Michael Julien che ha aperto la strada alla vittoria nel 1969, alcuni dei volti più riconoscibili dell’Eurovision continuano ancora oggi ad avere un impatto sull’eredità dello spettacolo.

Il Daily Star ha esplorato gli archivi per portarti tutto ciò che devi sapere sulle tragedie della competizione.

Coro dell’ensemble Alexandrov

Coro dell'ensemble Alexandrov
Una delle più grandi tragedie coinvolte nell’Eurovision è stata la perdita di 64 membri dell’Alexandrov Ensemble Choir

Una delle più grandi tragedie coinvolte nell’Eurovision è stata la perdita di 64 membri dell’Alexandrov Ensemble Choir.

Nelle prime ore del giorno di Natale 2016, un aereo del ministero della Difesa russo è precipitato mentre volava in Siria.

Al largo della costa di Sochi, l’incidente non ha avuto sopravvissuti e 93 persone sono state perse durante il viaggio per una celebrazione del Natale con le truppe in una base militare.

Il gruppo, che purtroppo ha perso la vita il 25 dicembre, si era esibito in Not Gonna Get Us con tATu durante l’intervallo del concorso canoro nel 2009, quando l’evento è stato ospitato a Mosca.

Il coro è il coro ufficiale delle forze armate russe e uno dei due soli gruppi corali che hanno il titolo di Coro dell’Armata Rossa.

Örs Siklósi

Ors Siklosi
Örs è morto a soli 29 anni dopo una battaglia contro la leucemia

Örs Siklósi, il cantante degli AWS, si è esibito con la band per l’Ungheria durante lo spettacolo del 2018.

Morì all’età di soli 29 anni dopo una battaglia con la leucemia e i suoi compagni compagni di band hanno rilasciato una dichiarazione sulla sua morte prematura.

Hanno detto che la loro perdita è stata “indescrivibile” e hanno spiegato: “A giugno, a Örs è stata diagnosticata la leucemia. Ora dobbiamo informarvi con il cuore spezzato che il 5 febbraio il nostro partner, amico e fratello Örs Siklósi è morto all’età di 29 anni dopo una lunga lotta”.

AWS, che sta per Ants With Slippers, ha anche affermato: “La sua creatività, la profondità dei suoi testi e la sua presenza sul palco ci mancheranno molto. Perderlo è fuori dalla nostra portata e lascerà un vasto spazio non solo nelle nostre vite ma anche nella scena musicale”.

Rajko Dujmic

Rajko Dujmic
Rajko Dujmić faceva parte del gruppo pop Novi Fosili

Il cantautore croato Rajko Dujmić faceva parte della band pop Novi Fosili e il talentuoso musicista ha scritto la voce vincente della Jugoslavia nel 1989 Rock Me , che è stata eseguita con Stevo Cvikić.

Nel 2013 ha ricevuto un premio Porin alla carriera ai Croatian Music Awards e poi è morto nel 2020.

Il 65enne è stato purtroppo coinvolto in un incidente stradale ed è morto sei giorni dopo l’incidente, lasciando una moglie e un figlio.

Timur Selçuk

Timur Selçuk
Timur Selçuk ha partecipato due volte all’Eurovision

La cantante turca ha partecipato all’Eurovision due volte, una nel 1975 con il primo ingresso in assoluto della Turchia e di nuovo 14 anni dopo nel 1989.

In quest’ultimo, sua figlia faceva parte del gruppo di canto e la canzone si è classificata al numero 21 dello show.

Il compositore, che suonava il pianoforte dall’età di 5 anni, è morto nel sonno nel 2020.

Michele Julien

Michele Julien
Michael Julien ha co-scritto una serie di canzoni di successo durante i suoi impressionanti 93 anni

Michael ha co-scritto una serie di canzoni di successo durante i suoi impressionanti 93 anni, inclusa la canzone vincitrice dell’Eurovision del 1969.

Il suo repertorio include il lavoro con Norman Wisdom, Shirley Bassey e Cliff Richard.

La canzone di Julien Boom Bang-a-Bang si è classificata prima nel 1969 con 18 punti e ha raggiunto il numero due nelle classifiche del Regno Unito, dove è rimasta per 13 settimane.

Il cantautore è morto nel 2020 dopo aver preso il Covid-19 in ospedale.

Liam Reilly

Liam Reilly
Liam Reilly una volta ha ricevuto un’offerta dal produttore di Elton John per andare da solo

Ex membro della rock band irlandese Bagatelle, Liam una volta ha ricevuto un’offerta dal produttore di Elton John per andare da solista, ma ha rifiutato e si è lealmente fedele ai suoi amici.

Alla fine, ha finito per intraprendere una carriera da solista in seguito ed è diventato un finalista nell’Eurovision del 1988, mentre nel 1990 si è piazzato secondo e una delle sue canzoni si è classificata anche al decimo nel 1991.

Liam è morto “improvvisamente ma pacificamente” nella sua casa nel gennaio 2021.

Per ulteriori notizie sul mondo dello spettacolo dal Daily Star, assicurati di iscriverti a una delle nostre newsletter qui.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button