Linux Mint 17.1 – Recensione & Download

0
601

Descrizione: Linux Mint è una distribuzione GNU/Linux per personal computer, conosciuta per la sua facilità d’uso e per la semplicità di installazione. Si basa su Ubuntu (a sua volta basata su Debian) e usa sia repository propri sia quelli di Ubuntu. Attualmente Linux Mint viene distribuito ufficialmente in 4 versioni desktop: Cinnamon, Mate, Kde e Xfce.

Ultima versione: Linux Mint 17.1, codename “Rebecca”

Basata su: Debian, Ubuntu (LTS)

Origine: Ireland

Architecture: i386, x86_64

Desktop: Cinnamon, GNOME, Kde, Mate, Xfce

Pacchetti: La distribuzione utilizza pacchetti software in formato .deb e adotta come gestore degli stessi il programma da riga di comando APT (Advanced Packaging Tool). In ambiente grafico il programma deputato alla gestione dei pacchetti è Synaptic.

Curiosità: Linux Mint, fin dalla sua prima release, usa nomi femminili per il nome in codice delle sue versioni.

Cinnamon Edition:

Linux Mint 17.1- Cinnamon Edition

Mate Edition:

Linux Mint 17.1 - Mate Edition:

Kde Edition:

Linux Mint 17.1 - Kde Edition

Xfce Edition:

Linux Mint 17.1 - Xfce Edition

Requisiti minimi Hardware:
– processore x86 (Linux Mint 64-bit richiede un processore a 64-bit. Linux Mint 32-bit funziona sia a 32-bit e processori a 64-bit).
– 512 MB di RAM (1 GB consigliato).
– 5 GB di spazio su disco (20 GB consigliato).
– Scheda grafica con risoluzione minima 800 × 600 (1024 × 768 consigliato).
– CD / DVD o USB

Considerazioni su Linux Mint:

A questo punto del mio articolo, arriva il momento in cui dovrei dare un giudizio a Linux Mint, elencare i pro e i contro, ma ammetto di trovarmi in grosse difficoltà di fronte a una distribuzione a dir poco perfetta.

Ma non sono solo io a dirlo, sono i numeri che lo evidenziano più di ogni altra cosa: su DistroWatch è da tanto tempo ormai al vertice della classifica delle Distribuzioni con più visite giornaliere con circa 3200 visite giornaliere alla sua pagina dedicata su DistroWatch, distaccando per quasi 1500 visite giornaliere la seconda in classifica, Ubuntu, che altro non è la Distribuzione Gnu/Linux su cui si basa principalmente Linux Mint.

Ad oggi è anche la Distribuzione più diffusa al mondo, e credo che Linux Mint sia riuscito ad arrivare a questo punto, grazie a una Distribuzione Gnu/Linux completa e ricca di funzionalità che difficilmente troveremo già installate su un altra Distribuzione Linux o su un Sistema Operativo Microsoft Windows.

La sua crescita, a dir poco eccezionale, in poco tempo è stata possibile grazie alla sua semplicità, dovuta soprattutto all’uso di un Desktop Environment (Ambiente Desktop) come Cinnamon molto fluido, completo e facilmente intuibile nel suo utilizzo anche da un utente alle prese per la prima volta con una Distribuzione Gnu/Linux.

Il suo successo è dovuto anche alla sua facilità di installazione e all’inclusione dei codec multimediali per vedere i video al computer (spesso assenti dalle Distribuzioni per paura di cause legali). Ricordo in oltre che Linux Mint oltre a essere disponibile con preinstallato Cinnamon, è disponibile anche con ambienti desktop come Mate (per i nostalgici di Gnome 2), Kde e Xfce.

Infine consiglio l’installazione e l’utilizzo di questa magnifica distribuzione a tutti, sia che il vostro computer lo usiate per lavoro, che per studiare o semplicemente per navigare sul Web e per giocarci.

Facebook Comments
SHARE
Previous articleSamsung Galaxy S7 mini e Iphone 5SE: il confronto
Next articleSicurezza nazionale: Apple contro FBI
Mauro Giordano
Ciao a tutti, mi chiamo Mauro Giordano e sono un giovane studente di Ingegneria Informatica e dell'Automazione presso il Politecnico di Bari. Sono fondatore di B.IT.S&C - Basilicata IT Solutions & Consulting, e sono qui per aiutare Giuseppe a realizzare il suo più grande sogno. Sono un appassionato di programmazione web e di tutto ciò che riguarda l'Open Source, e spero di trasmettere queste mie passioni attraverso i miei articoli. Buona lettura!

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY