Notizia

Lo sbalorditivo patrimonio netto di Nicolas Latifi come pilota della Williams legato al licenziamento della F1

Ads

La stagione di Formula 1 è in corso e, nonostante siano solo quattro gare giovani, stanno emergendo suggerimenti che indicano che potremmo assistere al primo cambio pilota del 2022.

Il pilota della Williams Nicholas Latifi è stato messo sotto controllo ancora una volta, con il canadese già superato dal compagno di squadra Alex Albon, essendo stato superato in ciascuna delle sue due stagioni precedenti da George Russell, che gli è valso un posto al fianco di Lewis Hamilton alla Mercedes.

Un’ulteriore aggiunta alla pressione è il fatto che Williams non è più un’azienda a conduzione familiare, in seguito alla vendita a Dorilton Capital, che ha portato cambiamenti nella struttura del team, inclusa la nomina di Jost Capito, che ha sostenuto Latifi.

Alla fine, però, è un affare di risultati e il fatto che Latifi abbia anche subito una serie di incidenti, che sono estremamente costosi e forniscono un impatto significativo sul budget cap del team, la scritta potrebbe essere appesa al muro con Formula molto apprezzata 2 campione Oscar Piastri propagandato per il posto.

Ted Kravitz di Sky Sports ha riferito che la Williams sta considerando Piastri, che è un pilota di riserva per l’Alpine, come una potenziale opzione per un posto nel 2023, ma il giornalista spagnolo Albert Fabrega ha suggerito che cambiamenti “scioccanti” sono imminenti per squadre di F1 senza nome – con uno “scambio” di carte, che potrebbe riferirsi al fatto che Alpine abbia sostanzialmente prestato Piastri alla Williams per un certo numero di stagioni.

Le critiche nei confronti di Latifi durante la sua carriera in Formula 1 sono arrivate dal suo presunto status di “pilota pagante”, riferendosi al fatto che suo padre Michael Latifi è un miliardario che secondo quanto riferito ha assicurato alla Williams un prestito durante la pandemia di coronavirus, mentre la sua azienda Sofina Foods è anche uno sponsor della squadra.

Secondo darmi sport, Lo stesso Nicholas Latifi ha un patrimonio netto riportato di circa $ 1 milione, con guadagni annuali segnalati alla Williams di $ 1 milione all’anno, ma questo è sminuito dallo sbalorditivo patrimonio netto di suo padre Michael, a cui ovviamente ha anche diritto.

DITE LA VOSTRA! Oscar Piastri merita un posto in Formula 1? Commenta qui sotto.

Michael Latifi, figlio del pilota Williams Nicholas, ha un patrimonio netto enorme
Michael Latifi, figlio del pilota Williams Nicholas, ha un patrimonio netto enorme

Michael Latifi ha un patrimonio netto segnalato di 2,5 miliardi di dollari e la sua sponsorizzazione della Williams ha portato al ruolo di pilota di riserva di Latifi, prima di aumentare il valore dell’accordo nel 2020, con il risultato che Latifi ha ottenuto un posto sulla griglia di F1.

Il punto di svolta, tuttavia, è stata la vendita della Williams a Dorilton Capital, che ha visto il rimborso integrale del precedente prestito di Latifi e, sebbene la sua azienda rimanga lo sponsor della squadra, non ha il potere che aveva in precedenza per garantire che suo figlio mantenga il suo posto a sedere.

Nicholas Latifi è uno dei due “piloti paganti” sulla griglia di partenza della F1, insieme a Lance Stroll all’Aston Martin, e quest’anno c’è già stata una partenza simile con Haas che ha tagliato i legami con Nikita Mazepin e la compagnia di suo padre Uralkali dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

Ads

Oliver Barker

Nació en Bristol y se crió en Southampton. Tiene una licenciatura en Contabilidad y Economía y una maestría en Finanzas y Economía de la Universidad de Southampton. Tiene 34 años y vive en Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button