Divertimento

Meghan Markle ultime notizie: il libro di memorie shock del principe Harry sarà “la versione più DEVASTANTE” per colpire Firm dal libro di Diana

Esclusivo – Diana sarebbe ancora qui se fossi stato in servizio, afferma l’ex guardia del corpo

LUI è la guardia del corpo che la principessa Diana ha soprannominato Rambo e con la quale ha avuto diversi cuori a cuore rivelando le sue più grandi paure e progetti futuri.

E 25 anni dopo la sua morte, Lee Sansum dice di essere irremovibile che sarebbe viva oggi se fosse stato con lei la notte in cui è morta insieme a Dodi Fayed in un incidente d’auto a Parigi il 31 agosto 1997.

In un’intervista esclusiva, Lee ha raccontato come le guardie di sicurezza abbiano tirato fuori le cannucce per accompagnare la guardia del corpo Trevor Rees-Jones in macchina, e ha perso.

Rivela anche le scommesse divertenti che ha fatto con un giovane principe e come fa tesoro di una lettera di Diana che lo ringrazia per aver reso “magica” la sua ultima vacanza al sole a St Tropez – e i suoi timori che possa essere assassinata.

Lee, che ora ha 60 anni, ha detto: “Avrei potuto essere io in quella macchina.

“Abbiamo disegnato le cannucce per vedere chi avrebbe accompagnato Trevor quel fine settimana. Ho tirato un fiammifero ed è stato lungo.

“Quando ho saputo che nell’incidente non indossavano le cinture di sicurezza, ho capito perché non sono sopravvissuti. Non sarebbe dovuto succedere.

“Era una pratica standard per la famiglia indossare le cinture di sicurezza. Era un ordine inviato dal capo, il padre di Dodi, Mohamed Fayed. Dodi, in particolare, odiava indossare le cinture di sicurezza e io ho sempre insistito per farlo”.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button