Articoli

WiFi Mouse: telefono come mouse o tastiera

Un computer ormai è utilizzato in ogni ambito (professionale, domestico, musicale,..) e non ci possiamo stupire delle piccole invenzioni create per accattivarlo. Non sarebbe bello controllare un PC a distanza semplicemente utilizzando il vostro telefono? Con WiFi Mouse è possibile!

WiFi Mouse è un’applicazione gratuita che ha molteplici funzioni: sarete in grado di controllare il computer tramite l’App con il mouse, tastiera, gaming pad o controller.




Impostare e utilizzare WiFi Mouse

Per poter utilizzare correttamente WiFi Mouse bisognerà scaricare l’applicazione sia sul computer sia sul vostro smartphone (Android o iOS) scaricandola dal sito ufficiale.

Scaricate il Mouse Server per il vostro computer. Avviandolo si minimizzerà ad icona in modo tale da essere riconosciuto dal telefono.
WiFi Mouse

Scaricate WiFi Mouse (è possibile farlo anche da PlayStore o AppStore ) e avviatelo sul vostro dispositivo. Il menu è molto intuitivo e semplice e potrete subito utilizzare le funzioni presenti cercando il computer tramite il pulsate Server.

La funzione Mouse è gratis ed è possibile utilizzarla fin da subito. Potrete utilizzare l’intero schermo touch per gestire il mouse e in basso troverete i comuni tasti (destro, sinistro e la rotella centrale).
WiFi Mouse

Il Joypad servirà per controllare emulatori di giochi sul computer. Non è implementata correttamente ma funziona per molte applicazioni.

WiFi Mouse

Per poter inserire del testo sul computer dovrete utilizzare la tastiera posta nel programma. Purtroppo questa funzione non è illimitata e quindi dovrete comprate la versione Pro dell’applicazione per poterla usare senza limiti, oppure basterà guardare un piccolo video ogni volta.WiFi Mouse

Abbiamo le restanti funzioni che potrete utilizzare per controllare file multimediali, browsers, presentazioni, finestre e applicazioni. Potrete tranquillamente spegnere il computer andando nella sezione Spegni.

WiFi Mouse

Infine il programma dispone della funzione Desktop. Quest’ultima servirà per controllare l’intero schermo del computer in remoto. Purtroppo non è molto compatibile e quindi sarà molto lento nel caricamento del desktop o aperture di cartelle o applicazioni. Vi consiglio vivamente, se vorreste utilizzare il computer in remoto, l’applicazione TeamViewer.

Come applicare la pasta termica

La pasta termica (o pasta termoconduttiva) è un composto , per l’appunto pastoso ,  che viene impiegato nella componentistica hardware di computer ed altre apparecchiature elettroniche con chip che sviluppano una certa quantità di calore; infatti la possiamo trovare tra il processore ed il relativo dissipatore. Questa fa si che venga dissipato al meglio il calore dal chip in modo da ridurre problemi come usura, surriscaldamento, e cali di prestazioni. Spesso il problema che si pone l’appassionato di modding o chi, più semplicemente voglia sostituire la pasta del proprio computer , per vari motivi che vedremo più avanti, è come applicare la pasta termica ancor prima di vedere quale acquistare.

Come applicare la pasta termica e quale acquistare:mx-4_k01_2

In rete se ne trovano tante marche e versioni ed è chiaro che quelle molto economiche con marchio poco noto, senza marchio o di scarsa qualità non rendano come quelle di brand conosciuti e rinomati anche da utenze medie.
Tra i vari modi , uno semplice su come applicare la pasta termica è il metodo del chicco di riso. Quindi per comodità converrebbe acquistarla in siringa e non tubetto.
Il metodo su menzionato, consiste nel disporre una certa quantità di pasta termica al centro del punto di dissipazione del chip e, successivamente, invece di spalmarla sulla superficie, è sufficiente porre sul chip il dissipatore e lasciare che la pasta si stenda da sé. Inoltre, è buona norma serrare le viti del dissipatore a croce , ovvero poco per volta ad incrocio e serrarle fino a fine corsa per evitare di danneggiare la scheda o chip sottostante.

Come dicevo prima, è possibile anche sostituire la pasta termica presente nel nostro computer (che sia esso fisso o portatile). Questo può essere utile se la pasta termica presente in origine avesse ormai perso le sue proprietà e quindi secca con conseguenti aumenti di temperatura, rumore delle ventole o problemi tipo sfarfallii dello schermo (che talvolta non si risolvono sostituendo la pasta termica).
Per sostituire la pasta termica è opportuno rimuovere i residui di quella precedente. Si può fare con specifici prodotti chimici,  ma se voleste evitare questa spesa extra è possibile utilizzare il comune Alcool etilico (si consiglia quello non profumato) ed un panno in microfibra. Rimossi tutti i resti quindi si può procedere con l’applicazione della nuova pasta.

MSI Vortex, un concentrato di potenza!

MSI Vortex, è il nome del nuovo esemplare prodotto da MSI, un computer con tanta potenza in dimensioni veramente ridotte.

MSI Vortex1

 Scheda tecnica MSI Vortex:
  • Intel Core i7-6700K da 4 GHz;
  • 2 schede video NVIDIA GeForce GTX-900 SLI;
  • RAM DDR4 disponibile da 16Gb o 32Gb;
  • SSD assieme ad un HardDisk da 1Tb;
  • 4 porte USB 3.0;
  • 2 porte Ethernet;
  • 2 porte Thunderbolt 3;
  • 2 porte HDMI 1.4;
  • 2 Mini DisplayPort 1.2.

Vortex sfrutta la tecnologia NVIDIA SLI (Scalable Link Interface), si tratta di una piattaforma che consente di sfruttare le prestazioni grafiche di due o più schede grafiche Nvidia utilizzando una scheda madre con certificazione SLI. Questa tecnologia consente di sfruttare contemporaneamente i processori grafici di due o più schede grafiche GPU aumentandone le prestazioni finali. Tutti punti a favore di coloro che faranno di questo fantastico PC la propria GameStation.

vortex_msi_1E’ vero che nella botte piccola c’è il vino buono ma è vero anche che il vino va bevuto alla giusta temperatura!

Proverbi a parte, questo pc monta un sistema di raffreddamento progettato ad hoc per aspirare aria fredda dalla parte inferiore e far fuoriuscire il calore dalla parte superiore. Nonostante tutto, è anche molto silenzioso!

I prezzi che sono trapelati da MSI sono 4.000 dollari circa e 2.200 dollari circa rispettivamente per i modelli SLI-002 ed SLI-011.

Alcune curiosità:

La tecnologia Thunderbo300px-Thunderbolt-Connectorlt, precedentemente Light Peak, è stata sviluppata da Intel assieme ad Apple, e serve per collegare diverse tipologie di periferiche come schermi secondari, memorie di massa e altri device per lo scambio di informazioni.

300px-Mini_DisplayPort_on_Apple_MacBookMini DisplayPort è tecnicamente uguale alla DisplayPort, con la sola differenza che è più piccola, appunto Mini. E ‘ stata adottata da molte case produttrici dei brand più conosciuti. E’ praticamente la sostituta delle porte DVI e VGA, ma ci sono dei punti a sfavore circa la compatibilità.