Articoli

bixby

Assistente vocale Bixby: in arrivo in italiano

E’ da molto tempo che l’assistente vocale Bixby è presente sui telefoni Samsung, precisamente dall’uscita del Galaxy S8. L’assistente vocale è sempre stato funzionante al 100%, ma ha sempre avuto un problema per noi italiani: mancava la lingua

Finalmente è stata presentata la versione beta con la lingua italiana, insieme le lingue già installate inglese, cinese e coreano. Nella sua versione beta, sarà solamente disponibile per il Galaxy Note 9. Bisognerà quindi aspettare un ulteriore update per essere accessibile sui restanti smartphone Samsung.

Cosa cambia rispetto a prima?

Con l’introduzione della lingua italiana,verranno aggiunte anche altre lingue come il tedesco, il francese e lo spagnolo. La versione di Bixby 2.0 sarà compatibile con Android 9.0.

Per poter attivare l’assistente vocale Bixby bisognerà utilizzare il tasto Bixby dedicato lateralmente oppure pronunciato “Hi Bixby“, difatti non sarà ancora implementato il comando vocale in italiano. 

Samsung afferma in ogni caso che le ultime modifiche per finalizzare l’aggiornamento dei linguaggi (quindi una versione stabile) sarà rilasciata in tempi brevi.

Questa notizia potrebbe rallegrare i volti degli utenti Samsung che aspettavano da molto tempo un annuncio simile. Inoltre molti siti appunto offrivano guide per poterlo disattivare in quanto la maggior parte degli utenti non usufruivano di questo servizio.

Sappiamo molto bene che Amazon e Google sono un passo avanti con gli assistenti vocali. Comunque Bixby riserva importanti funzionalità per i dispositivi Samsung che potrebbero dare un ulteriore marcia sul mercato in Italia.

 

Se non sapete ancora nulla riguardo a Bixby e volete informarvi a riguardo, potete direttamente guardare sul sito ufficiale Samsung qui.

 

Samsung Galaxy S7 mini e Iphone 5SE: il confronto

Lo scorso mese è stato presentato Samsung Galaxy S7, telefono che, in Corea del Sud, ha riscosso parecchio successo. Comunque Samsung ha rivelato che sta lavorando sulla produzione di una  versione “ridotta” , il Samsung Galaxy S7 mini. Quest’ultimo non sarà da sottovalutare, poiché avrà caratteristiche molto interessanti dal punto di vista hardware ed inoltre, userà il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow. Andiamo comunque  a vedere nel dettaglio le sue caratteristiche tecniche:




  • CPU Snapdragon 820 (o Exynos 8890 Octa) e GPU Adreno 530 (saranno le stesse del Samsung Galaxy S7)
  • Schermo da 4.6″ full HD
  • Fotocamera da 12 mp
  • 3 GB di RAM e 32/64 GB di memoria interna (espandibile fino a 200 GB)

Inoltre  tutta la fascia S7 avrà a disposizione due importanti funzioni:

  • Always on, funzione con cui sarà possibile guardare calendario, ora e notifiche anche da schermo spento.
  • Doze, applicazione che sarà in grado di ibernare app in background, riducendo il carico sulla batteria e allungandone la durata.

Beh, che dire, sicuramente Samsung non deluderà le aspettative degli utenti che sono intenzionati a comprarlo anche se, ovviamente, casa Apple è sempre in agguato e pronta a farsi valere.

Iphone 5SE o Samsung Galaxy S7 mini ?

Apple ha dichiarato l’uscita dell’innovativo IphonIphone SEe 5SE ( anche chiamato anche SE). Sul telefono in questione si conosce molto poco , in quanto verrà presentato ufficialmente lunedì 21 marzo 2016 (sappiamo soltanto che potrà montare un chipset A9 con co-processore M9). L’ Iphone SE dovrebbe essere una versione più modernizzata dell’ Iphone 5S, più prestante e con un prezzo ribassato ( si gira intorno ai 300/400 dollari).

Inutile dire che Samsung abbia pensato l’uscita del Galaxy S7 mini per contrastare Apple e il suo Iphone SE, in modo tale da poter avere una scelta aggiuntiva per chi amasse un telefono prestante, ma allo stesso tempo “ristretto” in termini di grandezza.

Ovviamente sarà a voi decidere quale dei due smartphone comprare, Iphone SE o Samsung Galaxy S7 mini, e saper dire quale sarà il più conveniente in termini di qualità/prezzo.

 “Let us loop you in”

                                                                                                                  [Cit. Apple.com]