Notizia

Tulsi Gabbard esorta gli agenti dell’FBI a sfidare gli ordini dei superiori

L’ex rappresentante Tulsi Gabbard, un democratico delle Hawaii, ha esortato gli agenti dell’FBI in un tweet del venerdì a sfidare i superiori che abusano del loro potere.

“È tempo che tutti i bravi agenti dell’FBI si oppongano a qualsiasi superiore che stia abusando del proprio potere per prendere di mira gli oppositori politici”, Gabbard ha scritto.

Gabbard ha anche condiviso una colonna pubblicata su Posta di New York sull’agente speciale dell’FBI Steve Friend, che mercoledì ha presentato una denuncia per informatore sostenendo che l’agenzia ha esagerato le affermazioni sul terrorismo interno e ha utilizzato le indagini sulla rivolta del Campidoglio del 6 gennaio 2021 per prendere di mira i conservatori, secondo il giornale.

Friend avrebbe rifiutato di prendere parte ai raid legati alle indagini riguardanti il ​​6 gennaio, secondo il Posta di New York colonna. È stato sospeso dall’agenzia lunedì in Florida.

Gabbard esorta gli agenti dell'FBI a sfidare i superiori
L’ex rappresentante degli Stati Uniti Tulsi Gabbard parla al raduno “Our Bodies, Our Sports” al Freedom Plaza il 23 giugno a Washington, DC In un tweet di venerdì, Gabbard ha esortato gli agenti dell’FBI a sfidare i superiori che abusano del loro potere.
Anna Moneymaker

Su Twitter, Gabbard ha detto che i dipendenti dell’FBI dovrebbero occuparsi del caso di Friend.

“Segui l’esempio di Friend che ha messo da parte l’interesse personale per la nostra democrazia. La lealtà di ogni agente dell’FBI/delle forze dell’ordine deve essere verso la Costituzione/il popolo americano”, ha scritto l’ex membro del Congresso.

Settimana delle notizie ha contattato Gabbard e l’FBI per un commento.

Dopo che l’FBI ha fatto irruzione nella casa dell’ex presidente Donald Trump a Mar-a-Lago ad agosto nell’ambito di un’indagine per verificare se avesse gestito male materiale riservato, alcuni conservatori hanno fatto esplodere le forze dell’ordine federali.

Leggi di più
  • Donald Trump si dirige in North Carolina mentre i problemi legali aumentano
  • Il maestro speciale Dearie affronterà il conflitto di interessi FISA della pagina di Carter?
  • Avvocati di Donald Trump avvistati al tribunale di Washington in mezzo a crescenti problemi legali

In un post sul suo social network, Truth Social, il 27 agosto, Trump ha chiesto: “Quando i grandi agenti, e altri, nell’FBI diranno ‘non ce la faremo più’, proprio come hanno fatto loro quando James Comey ha letto un elenco di tutti i crimini di Hillary Clinton, solo per dire che nessun pubblico ministero ragionevole avrebbe perseguito.

“Le persone meravigliose dell’FBI sono impazzite, quindi Comey ha dovuto tornare sui suoi passi e fare una FALSA INDAGINE per tenerle a bada. Il risultato finale, abbiamo vinto nel 2016 (e abbiamo fatto MOLTO meglio nel 2020!). Ma ora la “sinistra” ha perso la testa!!!” Trump ha aggiunto.

Altri repubblicani hanno difeso l’FBI sulla scia del raid di Mar-a-Lago. Ad agosto, il rappresentante Adam Kinzinger, un repubblicano dell’Illinois, ha incolpato i sostenitori di Trump per l’aumento delle minacce violente contro l’FBI dopo l’azione delle forze dell’ordine.

“Ovviamente è ridicolo per quello che ha fatto l’ex presidente, dicendo: ‘Questo è un attacco alla mia casa, non ho fatto niente di male’, e ovviamente, dal poco che sappiamo, sembra che ci siano sicuramente buone ragioni che l’FBI abbia fatto quello che ha fatto”, ha detto Kinzinger in un’intervista alla CNN.

Anche il governatore dell’Arkansas Asa Hutchinson, un repubblicano, ha difeso l’FBI ad agosto, affermando che se “il GOP sarà il partito a sostegno delle forze dell’ordine, le forze dell’ordine includono l’FBI”.

Oliver Barker

È nato a Bristol e cresciuto a Southampton. Ha una laurea in Contabilità ed Economia e un Master in Finanza ed Economia presso l'Università di Southampton. Ha 34 anni e vive a Midanbury, Southampton.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button